Perché i cani abbaiano agli altri cani

Vedere due cani che abbaiano uno contro l’altro è un’immagine piuttosto frequente, davanti alla quale siamo spesso propensi a pensare che lo stanno facendo perché sono arrabbiati. In realtà, i cani abbaiano perché è il loro modo principale per comunicare, per questo motivo i loro latrati non sempre hanno lo stesso significato.

Esattamente come accade con le persone, il linguaggio del corpo del vostro cane vi può rivelare molte cose di lui e delle sue intenzioni. Per questo motivo, quando lo sentirete abbaiare, dovrete fare attenzione anche alle seguenti parti del corpo:

  • la sua coda;
  • le sue orecchie;
  • il suo sguardo;
  • la sua postura.

I cani utilizzano il linguaggio corporale come un mezzo alternativo per comunicare, ed è per questa ragione che, se osservato insieme ai suoi latrati, vi potrà dire perché il vostro amico a quattro zampe abbaia ad un altro cane.

Latrati buoni

beagle-che-abbaia

Il vostro amico peloso ha bisogno di socializzare, esattamente come le persone, ed è quindi normale che cerchi di fare amicizia con altri animali. Fin qui, non c’è niente da obiettare. Ma come potete scoprire se il vostro cane abbaia ad un altro perché vuole essere suo amico o perché lo vuole attaccare?

Ecco una serie di gesti che vi potranno orientare nell’interpretazione dei suoi latrati:

  • Tono e intensità del latrato. Se si tratta di latrati gravi e lievi, quasi come se fossero dei sussurri o dei piccoli ululati, non dovete temere: il vostro cane sta semplicemente parlando con il suo simile.
  • Coda ferma ma non rigida. Se il vostro cane mantiene la coda ferma e rilassata, senza ombre di rigidezza, allora le sue intenzioni sono buone.
  • Sguardo amichevole. Di certo conoscete bene il vostro amico a quattro zampe e e vi basta guardarlo negli occhi per riconoscere se è triste o arrabbiato, se fa l’interessante o vuole attirare l’attenzione. Osservate il suo sguardo, quando abbaia ad un altro cane, e saprete subito cosa gli passa per la testa.
  • Orecchie all’insù. I cani drizzano le orecchie quando qualcosa stuzzica la loro curiosità. Si tratta, pertanto, di un gesto non per forza negativo, anche se di certo vi sarà già capitato che il vostro cane, incuriosito, si sia avvicinato e poi, non soddisfatto, abbia avuto una reazione aggressiva. È un gesto, quindi, che di per sé non rivela nessuna intenzione, ma se va accompagnato dagli anteriori, potrà togliervi qualsiasi dubbio.

Se notate nel vostro amico peloso uno o più di questi gesti, non vi dovete preoccupare: il vostro cane ha solo voglia di nuovi amici, o magari, chissà, di una fidanzata! Lasciate che socializzi e scopra i legami dell’amicizia canina: ne ha bisogno.

Latrati meno buoni

cani-che-attaccano

Come nel caso degli altri latrati, saranno determinati gesti del vostro beniamino a rivelarvi se le sue intenzioni o quelle di altri cani che stanno abbaiando al vostro, non sono del tutto amichevoli:

  • Bocca aperta e denti scoperti. I cani non sorridono, quindi se il vostro cane mostra i denti mentre abbaia ad un altro o viceversa, allora è il momento di tagliare la corda!
  • Latrati lunghi e profondi. Se il vostro cane, o un altro che si sta avvicinando, emette dei latrati forti, continui ed intensi, non c’è dubbio: sta per mordere. Non si tratta di comunicazione, o forse si: sta dicendo: “voglio morderti!”
  • Coda tesa. Se questo gesto accompagna il precedente, è senza dubbio una chiara posizione di attacco. Non lasciate che i due cani si avvicinino.
  • Orecchie leggermente inclinate all’indietro. I cani, a quanto pare, adottano diverse posizioni delle orecchie a seconda dei casi: quando sono arrabbiati, le rivolgono all’indietro, senza però abbassarle del tutto.

Può anche darsi che il vostro cane abbai ad un altro perché si sente minacciato e, quindi, anche spaventato. I seguenti gesti vi riveleranno se vi state trovando in questa situazione:

  • Orecchie completamente all’indietro.
  • Coda tra le gambe.
  • Latrati poco convinti.
  • Corpo inarcato.
  • Arretra mentre abbaia.

In questo caso, potrete cercare di tranquillizzare il vostro cane, prenderlo in braccio, accarezzarlo e, se l’altro cane si mostra tranquillo e non abbaia, accarezzare anche lui davanti al vostro cane, affinché veda che non si tratta di un animale aggressivo. Poi, poco a poco, senza metterlo giù, avvicinatelo all’altro cane perché possano annusarsi a vicenda e conoscersi.

In ogni caso, non azzittite il vostro amico peloso: è il suo modo di comunicare. Tuttavia, se non volete che il vostro cane abbai agli altri solo per una questione di aggressività, non smettete di leggere i nostri articoli: ne troverete certamente più di uno in grado di darvi dei buoni consigli per evitare questa spiacevole situazione.

Le immagini sono state gentilmente concesse da Jon Hurd.