Pomodoro: perché è tossico per i cani?

18 giugno 2015

La pianta di pomodoro può essere tossica per alcuni animali e i cani non fanno eccezione. Se nel vostro giardino c’è una pianta di pomodoro, è importante assicurarsi che il vostro cane ne stia alla larga, in particolare dal gambo e dalle foglie della pianta perché è proprio lì che si trovano la maggior parte delle tossine.

Le piante di pomodoro e i cani

pomodoro

Avere un giardino grande e lasciare che il cane scorazzi liberamente può rappresentare anche un problema, perché molte piante possono essere tossiche. In generale i cani hanno l’abitudine di masticare frutti e piante. Ma il pomodoro ad esempio, perché fa male ai cani?

La pianta di pomodoro è anche conosciuta come Lycopersicon spp. e appartiene alla famiglia delle solanacee. Le varie parti della pianta, incluse le foglie e il gambo, contengono ingredienti chiamati glicoalcaloidi, che se ingeriti sono tossici per cani e gatti. Anche i pomodori verdi contengono queste sostanze, mentre i pomodori maturi no.

Una delle sostanze chimiche che si trova nelle piante di pomodoro è l’atropina. È presente nel frutto, ma in modo più consistente nella pianta e nelle foglie. L’atropina, assunta in dosi abbondanti, può far male al vostro cane. Se il vostro cane, frugando nel giardino, ingerisce parti della pianta di pomodoro, potrebbe avere un’intossicazione da atropina.

Di solito i sintomi di intossicazione per aver ingerito foglie o gambo della pianta di pomodoro, possono essere confusi con una gran quantità di malattie. Se notate che il vostro cane comincia a tremare, si affatica spesso ed è debole, si consiglia di portarlo immediatamente da un veterinario. I sintomi più gravi sono la paralisi e l’arresto cardiaco.

Inoltre, bisogna dire che l’atropina si trova pure nello stesso frutto del pomodoro, anche se in quantità inferiori. Quando il pomodoro diventa maturo, l’atropina viene metabolizzata e dunque è presente in minor quantità. In questo senso, mangiare del pomodoro maturo potrebbe causare solo un po’ di malessere gastrointestinale al vostro cane, ma niente di più grave.

Anche il pomodoro già cotto, che normalmente usiamo per elaborare i nostri piatti e per fare la salsa, è assolutamente sicuro. 

Consigli

Se avete delle piante di pomodoro in giardino e notate che il vostro cane soffre spesso di vomito, diarrea, affaticamento, debolezza o confusione, portatelo immediatamente dal veterinario.

Restrizioni di accesso. Cercate di mantenere i vostri cani lontani dalle piante di pomodoro. I cani sono curiosi e di solito mordono le foglie e i gambi delle piante. 

Se le piante si trovano all’interno della vostra casa, collocatele in una stanza a cui il cane non ha accesso. Se le piante sono all’esterno, impostate delle recinzioni per impedire al cane di raggiungere le piante.

Se vedete che il cane mangia del pomodoro maturo, dovrete comunque farlo smettere. Anche se, come detto, non è tossico, potrebbe comunque causargli dei problemi intestinali.

Ricordate infine che le piante di pomodoro sono pericolose anche per i gatti. Dunque se avete questi animali in casa, badate bene a non tenerle a portata di “zampa”.

Altre piante tossiche

cane-e-fiori

Gigli: sono altamente tossici per cani e gatti. Non è stato ancora identificato il componente dannoso, ma l’ingestione anche di piccole quantità di questa pianta può causare danni renali al vostro animale.

Marijuana: l’assunzione di Cannabis sativa produce depressione del sistema nervoso centrale e mancanza di coordinazione, così come vomito, diarrea, bava, aumento del ritmo cardiaco e anche convulsioni e coma.

Bulbi del tulipano / Narcisi: contengono tossine che possono causare irritazioni gastrointestinali intense, bava, perdita di appetito, depressione del sistema nervoso centrale, convulsioni e alterazioni cardiache.

Azalea / Rododendro: contengono sostanze conosciute come grayantoxins, che possono produrre vomito, salivazione, diarrea, debolezza e depressione del sistema nervoso centrale negli animali. Un avvelenamento grave con questa pianta, potrebbe portare al coma e alla morte per collasso cardiovascolare.

Ciclamino: contiene ciclamina. La maggior concentrazione di questo componente tossico si trova normalmente nella radice della pianta. Se il vostro animale assume questa radice, probabilmente soffrirà di disturbi gastrointestinali come vomito intenso.

Crisantemi: questi fiori contengono piretrine e se vengono ingeriti possono provocare disturbi gastrointestinali, come salivazione eccessiva, vomito e diarrea. Possono inoltre produrre depressione e perdita di coordinazione in alcune parti del corpo.

Guarda anche