Prozac sì o no? I cani ne hanno bisogno?

5 Gennaio 2018

Chiedersi se i cani abbiano bisogno del Prozac ha lo stesso senso di chiederselo per le persone. Si tratta di una tematica controversa che, ovviamente, annovera posizioni estreme ed opposte. Cercando di mantenerci moderati, noi del blog proveremo oggi a fornirvi alcuni dettagli al riguardo.

Prozac sì o Prozac no, questo è il problema

Partiamo dal presupposto che possono presentarsi delle situazioni difficili sia per le persone che per gli animali che portano i professionisti a cercare soluzioni e trattamenti di diversa natura. Tra di essi è previsto l’uso degli psicofarmaci.

Ci sono poi delle persone che decidono di mascherare i loro problemi, o in questo caso quelli dei loro animali, attraverso l’uso di pillole.

Ci sono infine anche persone che decidono di cercare le cause di questi problemi e che comprendono che, per riuscirci, non serve occultare la situazione con cose come i farmaci

Se vi state chiedendo se i cani abbiano bisogno del Prozac, evidentemente non siete del tutto estranei al dibattito che sta generando negli ultimi anni l’uso degli psicofarmaci sugli animali.

Considerazioni sull’uso degli psicofarmaci sui cani

Cane nervoso

La realtà è che la fluoxetina, più conosciuta con il nome di Prozac, quell’antidepressivo della classe degli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina, viene utilizzato da anni dai veterinari per il trattamento di problemi di comportamento di felini e cani domestici.

Il dibattito su come sia corretto agire di fronte a questi problemi di comportamento degli animali che, in molti casi, sono generati dall’uomo, non è per nulla chiuso. 

Molte associazioni per la difesa degli animali si oppongono al fatto che si cerchino di cambiare chimicamente i comportamenti degli animali che non piacciono ai padroni e che potrebbero essere semplicemente frutto -ad esempio- della mancanza di adeguato esercizio fisico. Alcune ne consigliano l’uso se la diagnosi lo prevede e se viene abbinato ad altri trattamenti.

Molti ne giustificano l’utilizzo, inoltre, perché esso ha permesso di salvare dal sacrificio e dall’abbandono animali con disturbi gravi di comportamento (tendenze distruttive, aggressività ecc.).

In quali casi si usa il Prozac nei cani?

Molti segnalano che l’uso del Prozac e di altri psicofarmaci nei cani abbia dato risultato positivi in caso di:

  • Dermatosi da stress
  • Disturbi ossessivi compulsivi
  • Aggressività
  • Traumi
  • Stress
  • Ansia da separazione
  • Paure e fobie
  • Evacuazione inadeguata (se il cane urina o defeca in luoghi inopportuni)

Come essere certi del fatto che il cane abbia bisogno del Prozac?

La questione principale, però, è che il cane non può spiegare all’etologo o al veterinario ciò che davvero gli sta succedendo. E se per i professionisti è già abbastanza complicato comprendere ciò che succede ai propri pazienti umani, la questione si complica quando sono le persone a dover spiegare cosa succede al proprio animale. Tutto ciò senza dimenticare il piccolo dettaglio che è molto probabile che siano gli stessi padroni le cause dei problemi di comportamento del proprio cane.

Inoltre, i cani non possono nemmeno raccontare ad uno specialista gli effetti prodotti dai farmaci che stanno assumendo. Dunque, mentre il proprietario interpreta il risultato come positivo, in quanto vede il suo animale più calmo, magari invece l’animale prova tutt’altro ma non ha l’opportunità di comunicarlo.

Evidentemente sono molti gli studi che devono ancora essere svolti sul tema per comprendere davvero quanto siano benefici gli psicofarmaci sugli animali.

Ciò che risulta chiaro, anche in questi casi, è che per nessuna ragione bisogna dare il Prozac od altre droghe al vostro cane senza la dovuta prescrizione medica. 

veterinario mostra Prozac a cane marrone

Un dibattito che continuerà ad essere aperto

Il dibattito per la cosiddetta droga della felicità, quella che incrementa i livelli di serotonina nel cervello, certamente continuerà con una maggiore o minore intensità nell’arco del tempo.

L’ideale sarebbe non doversi chiedere se uomini e cani abbiano bisogno del Prozac per affrontare la vita di tutti i giorni.

Se i problemi di fondo non vengono risolti, il ricorso o meno a questa droga diviene irrilevante.