Qual è il cane con le zampe più forti?

· 27 ottobre 2018

Per quanto riguarda l’anatomia del cane, le sue zampe sono spesso oggetto di studio. Oltre a sostenere tutto il peso dell’animale, sono la cartina tornasole del normale sviluppo di ogni esemplare. Ebbene, vi sorprenderà sapere che il cane con le zampe più forti non è necessariamente quello più grande.

In base alla loro morfologia, i cani possono essere classificati in tre tipi. Di corpo sottile e snello (ectomorfi), con una buona percentuale di grasso (endomorfi) o con una struttura assai muscolosa (mesomorfi). In generale, i cani con le zampe più forti si trovano in quest’ultimo gruppo.

Le zampe del cane

Sono composte da artigli, cuscinetti, piano metacarpale, carpale e sperone. L’intero peso dell’animale è tenuto sulle dita, rientrando nel gruppo degli animali digitigradi.

Il lavoro dei cuscinetti e del metacarpo consiste nel minimizzare gli impatti delle impronte. Il piano metacarpale funge da freno su pavimenti possibilmente scivolosi.

La struttura delle zampe del cane presenta delle differenze tra le zampe anteriori e posteriori. Per la maggior parte, le prime sono conosciute come “piedi di gatto”. Ricevono questo nome perché sembrano molto simili a quelle di questi felini. Al contrario, quelle posteriori sono chiamate “zampe di lepre”, dal momento che ricordano quelle dei leporidi.

Attraverso le loro zampe, i cani sudano e si mantengono freschi nonostante il calore del terreno. Anche i cuscinetti hanno uno strato di grasso che isola il corpo del cane dal contatto con l’esterno.

Grazie a queste caratteristiche, il cane non soffre il freddo nemmeno in ambienti con climi proibitivi. La sudorazione si verifica anche quando il cane è stressato o nervoso.

Mani di ragazzi e zampa di cane

6 razze canine con le zampe più forti

  1. Quando si parla di cani grandi e forti, il Terranova occupa i primi posti. È un animale che di solito vive in ambienti freddi, quindi non sorprende che abbia tra le zampe più forti. La forma e la disposizione dei suoi artigli lo rendono un eccellente nuotatore.
  2. Oltre ad essere grande, il San Bernardo è un cane robusto. Le sue zampe sono solitamente spesse e forti per essere in grado di muoversi sulla neve anche alta. Possono raggiungere fino ai 90 centimetri di altezza (al garrese).
  3. L’Alano può pesare fino a 100 chili e misurare più di due metri di lunghezza. Per supportare una taglia simile, richiede zampe molto forti. Inoltre, è un cane muscoloso, una peculiarità che si estende alle sue estremità. Le zampe sono generalmente potenti e lunghissime.
  4. Sebbene non sia alto come l’Alano, il Bullmastiff può raggiungere un peso simile. Questa è una delle ragioni per cui le sue zampe sono molto simili. Anche questa è una razza di origine inglese e deriva dall’incrocio tra il mastino inglese e il bulldog. Il risultato è un cane molto muscoloso.
  5. Rhodesian ridgeback. Questo cane di origine sudafricana ha una struttura stilizzata e ha molti muscoli. È caratterizzato dall’essere agile e veloce, quindi è ideale per gli sport di caccia. Le sue zampe anteriori sono solitamente molto forti, e gli garantiscono la spinta necessaria per correre.
  6. Basset hound. Sebbene la sua statura e la sua corporatura non siano vicine a quelle dei cani appena descritti, rientra di diritto nella lista dei cani con le zampe più forti. La sua struttura robusta e compatta porta le sue zampe corte a sviluppare una forza davvero considerevole.
Cagnolino dà la zampa al padrone

Come prendersi cura delle zampe del cane

  • In primo luogo, l’igiene è importante. Avendo un contatto diretto con il suolo, i cani sono inclini a contrarre funghi o infezioni. L’abitudine di pulire le zampe dopo ogni passeggiata è una buona raccomandazione da seguire sempre.
  • Mantenete le unghie corte. Anche in questo caso c’è il rischio che si diffondano i funghi camminando in strada o in un parco. Il modo per prevenire questo rischio è tenerle sempre corte.
  • Idratazione dei cuscinetti. Questo eviterà tagli o ferite a causa della secchezza. Inoltre, i cani gradiranno un buon massaggio in questa zona delle loro zampe. Evitate, però, di premere troppo forte.
  • Prestate attenzione alle variazioni di temperatura. Un suolo molto caldo può causare ustioni. Ecco perché è preferibile fare passeggiate quotidiane al mattino presto o nel tardo pomeriggio, specialmente nei mesi estivi.