Quando il cane abbandona questo mondo

· 16 luglio 2015

Accettare la morte del proprio animale domestico non è facile, soprattutto se ci ha tenuto compagnia per diversi anni. Molte volte sono i bambini a soffrire di più la loro assenza. Proviamo a dare qualche consiglio a chi sta passando questo difficile momento.

Come spiegare ad un bambino la morte del suo cane?

cane-con-bambino

 

Se vostro figlio ha meno di 7 anni e si sente triste, non cercate di evitare al bambino l’esperienza di questo sentimento. La tristezza fa parte della vita, è necessario che impari a superarla. In questo modo il suo sviluppo emotivo sarà più completo.

Non indorategli la pillola. Spiegate a vostro figlio la situazione in modo semplice e chiaro. Rispondete a tutte le sue domande, ditegli la semplice verità. Se il bambino è piccolo usate con cautela la parola “sogno” o “si è messo a dormire”. Potrebbe non capire bene e sviluppare paure legate al sonno.

Se il vostro cane mostra i segni finali della vecchiaia o della malattia, dite al bambino che il veterinario si incaricherà di fornirgli tutte le cure possibili. Potrebbe chiedervi se il cane morirà. In questo caso provate a rispondergli che non potete saperlo, ma che il veterinario farà di tutto per farlo stare meglio.

Se sapete che il vostro animale sta peggiorando è meglio tenere aggiornato vostro figlio sulle sue condizioni, è un modo per comunicare la notizia gradualmente. Ricordate che per i vostri figli siete un modello di come bisogna reagire e comportarsi. Se il vostro comportamento manifesta tristezza, state autorizzando vostro figlio a sentirsi triste.

Se il bambino chiede cosa ne sarà del cane potete provare a dire che il veterinario conosce un luogo dove si porta il corpo degli animali. Questo ovviamente in accordo ai vostri piani. Insieme al bimbo potrete onorare la scomparsa del cane ricordando quanto erano amici.

Non fate sparire subito gli oggetti appartenuti al vostro cane, come la ciotola o i giocattoli.  La presenza dei suoi oggetti aiuterà vostro figlio a ricordare quanto lo amava e quanto ne sente la mancanza. Il tempo, dopo tutto è la migliore medicina.

Infine, fate passare un po’ di tempo prima di prendere con voi un altro animale domestico. I bambini hanno bisogno di vedere che non ci si limita a rimpiazzare qualcuno a cui abbiamo voluto bene.

Cosa fare nell’immediato?

cane-malato

Se il vostro cane è morto in casa, magari di notte, forse vi troverete nella situazione di dover tenere il suo corpo per un breve periodo di tempo, indipendentemente da quello che avete deciso per lui. Un corpo refrigerato si può mantenere per un massimo di 24 ore.

Anche se è difficile, bisognerebbe avvolgere l’animale e collocarlo nel frigorifero. Se avete deciso di fargli fare un’autopsia per determinare la causa della morte, il corpo non dovrà essere congelato e dovrete contattare il veterinario subito.

Se l’animale è troppo grande per essere messo nel frigorifero potete collocare il corpo sul cemento. In questo caso non avvolgetelo o copritelo, altrimenti intrappolerete il calore e impedirete al corpo di raffreddarsi.

Come ultima soluzione, se non avete a disposizione un frigorifero appropriato, né una lastra di cemento, depositate il corpo nella zona più fredda della casa, lontano dal sole, coperto da borse del ghiaccio. In questo caso il corpo deve essere collocato in una busta di plastica per evitare che si bagni.

Il corpo non si decompone immediatamente, per cui non preoccupatevi dell’odore.

 Cremazione singola o comunitaria

È molto comune che il padrone di un cane prenda la decisione di far cremare l’animale. Esistono impianti che offrono questo servizio, a volte alcuni veterinari si occupano del ritiro. Dopo la cremazione forse, deciderete di voler conservare le ceneri dell’animale come ricordo. In questo caso, dovete deciderlo prima e scegliere una cremazione singola che vi assicurerà la restituzione delle ceneri. In genere, le imprese che offrono la cremazione individuale degli animali da affezione prevedono la fornitura di urne dove potrete collocare le ceneri.