5 comportamenti dei cani in procinto di attaccare

Avere un cane per la prima volta può essere paragonato ad essere appena diventati genitori. Non sapete bene cosa fare con lui, avete paura di fargli male quando lo prendete, non riuscite a decidervi sul cibo che volete comprargli e, ovviamente, ci sono molti atteggiamenti del cane che non comprendete.

Noi de I Miei Animali, non solo ci preoccupiamo degli animali e dei loro sentimenti, ma anche di voi e dei vostri sentimenti. Dato che sappiamo che potreste essere confusi da alcuni atteggiamenti del vostro cane, oggi ve ne spiegheremo uno che ci sembrano particolarmente rilevante: quando un cane è in procinto di attaccare.

A nessun “genitore” piace che il suo cucciolo sia aggressivo, né da piccolo,h né quando cresce. Identificare i comportamenti del vostro cane che portano a problemi di questo genere e, cosa più importante, eliminarli alla radice, vi aiuterà ad avere un cane equilibrato, sia da cucciolo che da grande.

Atteggiamenti di un cane in procinto di attaccare

cani in procinto di attaccare sul prato

Autore: Jon Hurd

Vediamo adesso come possiamo capire se il nostro cane è in procinto di attaccarne un altro.

  • Abbaia aggressivamente da lontano verso un altro cane. Se siete per strada e il vostro cane comincia ad abbaiare senza un apparente motivo, ma quando alzate gli occhi scorgete un altro cane, non abbiate dubbi: è pronto ad attaccare. Ovviamente parliamo di abbaiare aggressivamente, non di borbottii o sbuffi che significano solo che il cane vuole andare a giocare con un nuovo amico.
  • Tira al guinzaglio. Se quando vede un altro cane comincia a tirare al guinzaglio in modo anormale, deciso a lanciarsi sull’avversario, probabilmente vuole attaccare in modo aggressivo. Non confondete questo gesto con quello che compie quando tira e scodinzola piangendo allo stesso tempo: in quel caso non vuole attaccare, ma solo giocare.
  • Ha una postura eretta e lo sguardo fisso. Se quando vede un altro cane, il vostro si mette in posizione eretta e lo guarda fisso, con la coda dritta, e comincia a ringhiare, siete dinnanzi a uno dei comportamenti che precedono un attacco.
  • Guarda di sottecchi. Se il vostro cane è vicino ad un altro e improvvisamente comincia ad appartarsi e a guardare l’altro di sottecchi, non rappresenta necessariamente un segnale che è pronto ad attaccare, ma potrebbe comunque esserlo.
  • Corre verso l’altro. Se il vostro cane non è al guinzaglio e, dopo aver notato altri tra gli atteggiamenti sopra elencati, comincia a correre verso l’altro cane, è certamente pronto ad attaccare.

Come prevenire questi comportamenti

Se il vostro cane si comporta in questo modo, avete un problema. Ricordate che il cane è sotto la vostra responsabilità e se risulta essere aggressivo, potreste avere problemi anche con la legge. Per questa ragione, è importante eliminare alla radice questi comportamenti se notate che il vostro cane già li possiede. Ecco alcuni pratici consigli per farlo.

Fatelo socializzare

Sin da piccolo il cane deve abituarsi a stare con altre persone e con altri cani. Ciò farà sì che le relazioni facciano parte della sua vita e siano qualcosa di assolutamente normale, così quando vedrà altri cani, l’unica cosa che vorrà fare sarà andare a salutarli.

Insegnategli ad obbedire ai vostri ordini

Se il vostro cane impara ad ubbidire ad ordini come “tranquillo”, “vieni qui” o “no”, avrete molti meno problemi quando diventerà adulto; infatti la sua obbedienza verrà sempre prima del suo istinto. Vi darà ascolto e non attaccherà.

Fategli fare lunghe passeggiate

samoiedo al guinzaglio

A volte la voglia di un cane di attaccarne un altro deriva da un forte stress accumulato. Le lunghe passeggiate elimineranno questo stress e il vostro cane sarà molto più rilassato.

State attenti alla sua alimentazione

Ogni cane ha bisogno di una quantità di cibo e delle porzioni diverse dagli altri. Cercate di capire quante volte al giorno il vostro cane ha bisogno di mangiare.

Portatelo sempre al guinzaglio

Non importa se il vostro cane è ubbidiente o no, portatelo sempre al guinzaglio. Lasciarlo libero è contro la legge e rischierete di mettervi nei guai. Lasciatelo libero solo in spazi solitari in cui non ci siano altri cani finché non siete sicuri di non aver notato nessuno degli atteggiamenti descritti in questo articolo.

Il fatto che il vostro cane voglia attaccare, può essere dovuto a qualche tipo di trauma o ad altri motivi psicologici. Se temete che il vostro cane possa aver avuto di questi problemi, consultate un veterinario.