Il vostro cane è ubbidiente?

Il fatto che il vostro cane faccia tutto ciò che gli dite può non essere sufficiente per rispondere a questa domanda. E affermiamo ciò perché, a volte, il cane può ubbidire agli ordini solo in presenza del proprio padrone, per poi fare ciò che vuole non appena resta da solo a casa.

Questi ordini possono essere non salire sul letto o sul sofà, non portare i resti della spazzatura in giro per casa, oppure non mordere le scarpe. È evidente che se, al vostro ritorno, vi rende conto che il vostro cane ha combinato una di queste marachelle, allora non si tratta di un animale ubbidiente.

La questione è perché il vostro cane è ubbidiente solo quando siete presenti. La risposta è ovvia: perché gli avete insegnato che certi comportamenti prevedono un castigo. Lo castigate anche quando scoprite che ne ha combinata un’altra delle sue, mentre voi non eravate in casa?

Insegnategli a essere ubbidiente cane-ubbidiente

Autore: Barcelona · Three Looks

Vi sono una serie di ordini fondamentali e non potete permettere che il vostro cane li ignori. Ecco quali sono:

Insegnare al vostro cane a essere ubbidiente e rispettare i seguenti ordini richiede tempo e pazienza, aiutandovi sempre con le mani, per far vedere all’animale ciò che volete che lui faccia.

Per esempio, se volete che molli la presa, potrete avvicinare la vostra mano mentre dite “Molla”, in modo che il cane possa collegare l’azione al comando. Se volete che salga su qualcosa, tamburellate con la mano sul posto dove volete che vada il cane, mentre dite “Su”, se invece volete farlo scendere, indicategli il pavimento mentre dite “Giù”.

Quando il cane avrà imparato ad associare tutte queste parole con le relative azioni da compiere, utilizzate delle piccole “esche”, per mettere alla prova l’obbedienza del vostro amico peloso, e per continuare ad allenarlo. Se, ad esempio, morde le vostre scarpe, lasciatele in bella vista per vedere come si comporta quando non lo guardate. Ovviamente fate attenzione a non perderlo di vista, se non volete dire addio per sempre alle vostre scarpe.

A questo punto è molto probabile che il vostro cane si lanci su di esse, però se sarete costanti in questo tipo di esercizio e gli direte “No!” ogni volta che cerca di mordere le vostre scarpe, imparerà ad associare questa azione con il vostro comando e capirà che è meglio smetterla. Dopo un certo periodo, quando ormai il cane avrà imparato a non divorare le vostre scarpe, provate a lasciarle fuori mentre voi siete via, per vedere, al ritorno, qual è stata, questa volta, la sua reazione.

Al vostro rientro, se vedete che il vostro amico a quattro zampe non ha toccato le vostre scarpe, complimenti: il vostro è davvero un cane ubbidiente! Se, in cambio, vi ritrovate con un paio di scarpe da buttare, non perdetevi d’animo e continuate a provarci. Ovviamente usando il paio di scarpe già rotte.

Date un premio, ma anche una lezione

cane-che-mangia

È assolutamente provato che la miglior maniera di educare un cane è premiarlo quando si comporta nel modo corretto e castigarlo quando, invece, si comporta male. Ovviamente quando parliamo di castigo, non intendiamo mai quello fisico e nemmeno ci riferiamo ad azioni che possano spaventare il cane o che potrebbero causargli un trauma.

Durante le sessioni di addestramento con il vostro amico peloso, premiatelo ogni volta che si dimostra ubbidiente, anche se dovesse ubbidire solamente una volta ai vostri ordini. Fategli vedere sempre la sua “ricompensa” ma, se non ubbidisce, non dategliela. Mentre fate ciò, potete parlargli dolcemente e affettuosamente, mentre cercate di insegnargli ad essere ubbidiente e gli dite cosa deve fare se vuole ottenere il suo premio.

Eccovi alcuni semplici consigli per insegnare al vostro cane ad essere ubbidiente:

  • Organizzate la sessione di addestramento dopo aver fatto un po’ di attività fisica. Gli animali da appartamento accumulano grandi quantità di energia e risulta davvero faticoso per l’animale concentrarsi durante l’addestramento se non ha avuto modo di sfogarsi . Se gli darete la possibilità di fare esercizio prima di passare all’addestramento, senza però stancarlo troppo, sarà molto più facile insegnargli ad essere più ubbidiente.
  • Non mettete troppa carne al fuoco. Fatevi un programma e decidete cosa insegnare al vostro amico di volta in volta: se cercate di insegnargli tutto in una sola volta, correte il rischio di saturare il vostro cane con troppe informazioni e il povero animale andrà in confusione, senza capire nulla.
  • Non permettetegli di fare ciò che vuole. A volte i cani fanno cose buffe che ci fanno ridere, anche quando non stanno ubbidendo. Cercate di correggere e reprimere questo impulso, perché siete voi che comandate e l’animale deve capirlo. Dovete essere coerenti con ciò che gli chiedete e con ciò che gli permettete di fare.