10 pesci per un piccolo acquario in casa

Se non avete molto spazio in casa, ma volete comunque addentrarvi nel mondo degli acquari, potete optare per una piccola vasca con piccoli pesci. Scopriamo insieme alcuni esemplari che potete introdurre.
10 pesci per un piccolo acquario in casa

Ultimo aggiornamento: 03 agosto, 2021

Volete aprirvi al mondo degli acquari ma non sapete da dove cominciare? Forse state cercando di ottenere un serbatoio grande con un volume elevato o, al contrario, potreste avere poco spazio e voler iniziare a esercitarvi con qualcosa di più modesto. Nel caso in cui consideriate l’ultima opzione, in questo articolo vi presentiamo 10 pesci per un piccolo acquario da creare in casa.

Innanzitutto, il termine “piccolo” deve essere circoscritto. Lavoreremo con volumi da 10 a 40 litri, poiché meno di ciò comporterebbe molta sofferenza praticamente in tutte le specie della lista. Inoltre, tenete presente che nelle vasche piccole bisogna misurare i parametri dell’acqua più spesso, poiché questi oscillano facilmente. Fatta questa premessa, vediamo quali esemplari potranno abitare questo acquario.

10 pesci per un piccolo acquario: Pesce combattente (Betta splendens)

Il pesce combattente è il re dei pesci d’acqua dolce. Originario del sud-est asiatico, questo pesce si adatta perfettamente ai piccoli acquari. Inoltre, disponendo di uno speciale organo labirinto soprabranchiale, è in grado di prelevare ossigeno direttamente dall’ambiente. Pertanto, a differenza di altri esemplari, non ha bisogno che l’acqua sia ben ossigenata.

Tuttavia, il fatto che il pesce combattente sia resistente non significa che può essere tenuto in un bicchiere d’acqua o in un acquario con dei pesci palla. In queste condizioni, finirà per soffrire di infezioni fungine e batteriche, e alla fine morirà. Vi consigliamo, non importa quanto modesto possa essere il serbatoio, di procurarvi un riscaldatore di base e un sistema di filtraggio per i vostri pesci.

  • Dimensione minima dell’acquario: 10 litri.
Una betta.

Galaaxy Rasbora (Danio margaritatus)

Questo animale, appartenente allo stesso genere del pesce zebra (Danio rerio), è stato scoperto a metà del 2006 in Asia. È una delle specie introdotte più di recente nell’acquariofilia, ma ha conquistato i tutor con le sue pinne rossastre e le fossette giallastre su tutto il corpo.

Questo pesce è molto piccolo (massimo 1,5 centimetri), ma richiede più spazio di un pesce combattente in termini di volume della vasca. Essendo una specie di branco, devono essere acquisiti almeno 6 esemplari in modo che non si deprimano e muoiano nel tempo.

  • Dimensione minima dell’acquario: un minimo di 20-30 litri per 6 esemplari.
Uno dei pesci per un piccolo acquario.

Gambusia (Gambusia affinis)

Questo pesce è abbastanza simile al guppy in termini di corpo, ma non presenta colori così vistosi. Sono pesci ideali per piccoli acquari, poiché le femmine non superano i 7 centimetri di lunghezza e i maschi non misurano più di 4 centimetri. Le loro piccole dimensioni e le loro curiose abitudini li rendono un’opzione molto interessante.

Sfortunatamente, questa specie è elencata come uno dei 100 invasori più dannosi al mondo. È stata introdotta in molti ecosistemi per uccidere le larve di zanzara e si è insediato troppo bene, spostando la fauna indigena da molte regioni. Inoltre sono animali gregari, quindi si consiglia di aumentare il volume della vasca per mettere più esemplari.

  • Dimensioni minime dell’acquario: circa 20 litri per un trio potrebbero andar bene. In ogni caso si consiglia una vasca da 60 litri per ospitare insieme circa 25 esemplari.
Uno dei migliori pesci per un piccolo acquario.

Guppy (Poecilia reticulata)

Che dire di questa affascinante specie? I guppy sono pesci ideali per un piccolo acquario, poiché i maschi variano in lunghezza fino a circa 2 centimetri e le femmine non superano quasi mai i 5 centimetri. Sono ancora più piccoli della gambusia e mostrano anche affascinanti colori sulla coda. Senza dubbio, una delle migliori opzioni per i principianti del mondo degli acquari.

  • Dimensione minima dell’acquario: 40 litri per un gruppo di allevamento. Sono molto prolifici, quindi sarà necessario considerare di trasferirli in un posto più grande in futuro.
Il guppy è uno dei pesci migliori per i principianti.

Pesce zebra (Danio rerio)

Parente del galaxy rasbora, il pesce zebra è un’altra opzione accattivante per un acquario di dimensioni modeste. Naturalmente, tenete presente che si tratta di una specie un po’ più grande, poiché varia da 2 a 4 (e a volte anche 5) centimetri. Sono anche animali da branco, quindi si consiglia di riunire almeno 6 esemplari insieme nella stessa vasca.

  • Dimensione minima dell’acquario: circa 40 litri per un branco di 6 pesci. Se il volume viene aumentato, meglio è, perché in questo modo possono adattarsi più membri.
Un pesce zebra in un acquario.

Guppy nano (Poecilia wingei)

Questo pesce appartiene allo stesso genere del guppy e può persino ibridarsi con esso. La sua coda non è così sorprendente come quella del suo parente, ma il resto del corpo è sbalorditivo con i suoi toni neri, blu fosforescente e rossastri. È un pesce ideale per piccoli acquari, poiché di solito non supera i 4 centimetri di lunghezza e resiste molto bene ai cambi d’acqua.

  • Dimensioni minime dell’acquario: alcuni tutor sono riusciti a mantenere un piccolo gruppo in vasche da 20 litri. In ogni caso l’ideale è un minimo di 40 litri per un gruppo di 5-6 esemplari.
Un animale da acquario.

10 pesci per un piccolo acquario: chili rasbora (Boraras brigittae)

Questo è uno dei pesci più piccoli che troverete nell’intero hobby. Gli esemplari non misurano più di 2 centimetri nella loro fase adulta, una cifra imbattibile se ci guardiamo indietro e la confrontiamo con il resto dei rappresentanti della lista. Senza dubbio, questa è la specie di nano per acquario per eccellenza.

  • Dimensioni minime dell’acquario: un gruppo può essere tenuto in una vasca da 18 litri.

Neon (Paracheirodon innesi)

Un altro dei pesci ideali per un piccolo acquario grazie alle sue piccole dimensioni, non più di 3 centimetri. Nonostante il loro bel colore e la mini morfologia, va notato che è meglio tenerli in vasche da 80-100 litri. Se avete solo 4 o 5 individui insieme, alcuni dominanti diventeranno aggressivi verso il resto e vivranno in uno stress costante. Ogni vasca deve essere composta da almeno 6 pesci.

  • Dimensione minima dell’acquario: 40 litri per un gruppo di 6 neon. Se si vuole evitare stress e litigi, meglio optare per uno da 80 litri e ospitare un gruppo da 10 a 12 persone.
Uno dei pesci d'anatra per principianti.

Nothobranchius rachovii (Nothobranchius rachovii)

Usciamo un po’ fuori dai canoni con questa nona posizione, visto che il nothobranchius rachovii è un killifishben diverso dalle specie già citate. Il maschio ha vividi colori blu-rossastri e la femmina è grigia. Entrambi raggiungono un massimo di 6 centimetri di lunghezza. È una specie abbastanza aggressiva e i maschi tendono a combattere tra loro, quindi è meglio che nell’acquario non sia più di un partner.

  • Dimensione minima dell’acquario: 40 litri per una coppia.

Purtroppo questi pesci vivono pochissimo: un anno o un anno e mezzo.

Uno dei pesci più belli.

10 pesci per un piccolo acquario: gurami pigmeo (Trichopsis pumila)

Poche persone conoscono questa specie, in quanto non si è ancora ambientata troppo nell’hobby. In ogni caso è uno dei pesci più indicati per un piccolo acquario, tanto più che gli esemplari adulti non superano mai i 4 centimetri di lunghezza. Il gurami pigmeo può essere tenuto in gruppo e si adatta molto bene ai cambiamenti dell’acqua.

  • Dimensione minima dell’acquario: 18 litri per un trio di allevamento.

Cosa ne pensate di questi 10 pesci per un piccolo acquario? Senza dubbio, il gurami pigmeo e il chili rasbora si aggiudicano il premio in termini di dimensioni ridotte, ma tutte le specie qui citate possono essere conservate comodamente in una piccola vasca da 40 litri di volume. Cosa aspettate a costruire il vostro primo acquario?

Potrebbe interessarti ...
4 tipi di substrato per l’acquario: scegliete quello giusto
I Miei AnimaliLeggi in I Miei Animali
4 tipi di substrato per l’acquario: scegliete quello giusto

I tipi di substrato per acquario possono essere buoni e cattivi allo stesso tempo. Il modo migliore per sceglierne uno è conoscere i pesci.



  • Courtenay Jr, W. R., & Stauffer Jr, J. R. (1990). The introduced fish problem and the aquarium fish industry. Journal of the world Aquaculture Society, 21(3), 145-159.
  • Lecchini, D., Polti, S., Nakamura, Y., Mosconi, P., Tsuchiya, M., Remoissenet, G., & Planes, S. (2006). New perspectives on aquarium fish trade. Fisheries Science, 72(1), 40-47.
  • Roberts, H., & Palmeiro, B. S. (2008). Toxicology of aquarium fish. Veterinary clinics of North America: exotic animal practice, 11(2), 359-374.