11 animali in pericolo di estinzione

Sfortunatamente, l’azione umana ha contribuito a compromettere gran parte delle risorse della natura, mettendo in pericolo molti animali e pregiudicando la sopravvivenza stessa del mondo, così come siamo abituati a conoscerlo. Come sapete bene, alle soglie del Terzo Millennio sono già molti gli esemplari spariti dalla faccia del nostro pianeta. A tal proposito, abbiamo deciso di parlarvi di 11 animali in pericolo di estinzione.

Opinione pubblica, ONG e istituzioni si sono mobilitate, ormai da anni, per cercare di limitare i danni provocati dall’ambizione e dalla fame di denaro dell’uomo. Le Nazioni Unite, ad esempio, hanno deciso di celebrare il 3 marzo la Giornata mondiale della natura. Non solo per commemorare le tante varietà di specie scomparse ma, soprattutto, per sensibilizzare le persone circa questa seria emergenza.

Purtroppo, nonostante gli sforzi di molti, ci sono ancora più di 60 specie di animali in pericolo di estinzione.

Scopriamo gli animali in pericolo di estinzione

A prescindere dai motivi per cui questi animali sono in pericolo di vita, alla base si nasconde sempre l’impatto negativo dell’uomo, diretto o indiretto. Parliamo del cambiamento climatico, dell’inquinamento, della caccia o della distruzione dei loro habitat.

un lupo grigio messicano

Tonno rosso

Ricorderete sicuramente le campagne di molte associazioni e ONG riguardo al concetto di Pesca sostenibile che, tra le altre cose, invita a limitare le quantità e a non rendere questa attività eccessiva, per non incidere brutalmente nell’ecosistema.

Ebbene, oggi il tonno rosso è di moda, dal momento che è il più utilizzato nel sushi. La fame di soldi di ristoranti e supermercati sta facendo sì che questi pesci non abbiano più il tempo per riprodursi. Tra qualche anno, cesseranno di esistere.

Lupo grigio messicano

Questo bellissimo esemplare (nella foto in alto) fu inserito nell’elenco degli animali in pericolo di estinzione ben 40 anni fa. Gli sforzi per preservarlo sono stati insufficienti e oggi difficilmente si possono trovare esemplari nel loro habitat naturale. Un vero peccato.

Orcella asiatica

Questo particolare mammifero marino ha un naso completamente arrotondato e, a differenza dei delfini comuni, ama vivere in acqua dolce. Vive principalmente nel Sud-est Asiatico e si trova in serio pericolo per via della drastico aumento della salinità del fiume Irrawaddy.

Leopardo delle nevi

Questo è sicuramente uno degli animali più belli al mondo. È un peccato che un animale così nobile e affascinante venga lasciato scomparire. L’uomo ha invaso il suo habitat in molte regioni di Cina, India, Nepal e Pakistan.

Elefante asiatico

Questo animale che abbiamo sempre apprezzato e rispettato, presente in molte leggende e favole per bambini, sta scomparendo. Il bracconaggio per ottenere l’avorio dalle sue zanne è la causa principale della sua estinzione.

Gorilla di montagna

Non passeranno molti anni prima che questo famoso gorilla nero, dal fisico possente, smetta di calcare il suolo terrestre. La sua definitiva scomparsa è prevista per il 2025 circa.

Tigre

Non parliamo di alcuna specie particolare, ma della tigre comune, un animale che abbiamo visto in TV, in circhi, zoo e studiato a scuola. Il numero complessivo di questa specie è già stato ridotto del 60%. Le tre cause principali sono: l’invasione del suo habitat da parte dell’uomo, bracconaggio e la caccia per la produzione di farmaci cinesi.

Focena del Golfo di California

Questo bellissimo mammifero marino dal muso rotondo e dalla pelle maculata, simile ai delfini, sta per estinguersi. Fino al 2012 nei nostri oceani nuotavano liberi circa 200 esemplari, ma la pesca di frodo porterà presto questo animale a scomparire.

orsi polari tra animali in pericolo di estinzione

Orso polare

Il cambiamento climatico sta distruggendo l’habitat di questo antico e fiero animale. Il riscaldamento globale ha provocato la morte di moltissimi pesci e, di conseguenza, ciò influisce negativamente nell’alimentazione di questi enormi mammiferi.

Orso panda

Sono rimasti solo 2500 esemplari nel loro habitat. La caccia illegale è stata in gran parte responsabile dell’annientamento di questa specie che ha raggiunto, nel 2018, un numero così esiguo.

Pinguino di Magellano

Come per l’orso polare, le alte temperature hanno ridotto al minimo le possibilità di sopravvivenza di questi bellissimi uccelli che, per secoli, hanno occupato il sud dell’Argentina.

Come vedete le mani dell’uomo possono produrre conseguenze devastanti, inarrestabili e decisive per escludere intere specie dalla mappa del mondo. Ci sono molte cose che potete fare per migliorare questa situazione. Prendetevi cura dell’ambiente e, soprattutto, non comprate nulla che derivi dalla produzione, la caccia o l’allevamento di animali illegale.

Solamente grazie alla sensibilità e alla consapevolezza delle azioni di tutti, è possibile arrestare o per lo meno limitare questi danni secolari che verranno pagati non solo da tutti noi ma anche, e soprattutto, dalle incolpevoli generazioni future.

Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche