12 segni che indicano che un gatto è stressato

I gatti sono animali molto riservati e si allontanano facilmente da ciò che non gli piace. Rilevare le ragioni di stress è essenziale per una buona convivenza.
12 segni che indicano che un gatto è stressato

Ultimo aggiornamento: 20 ottobre, 2021

Come saprà qualsiasi tutor felino, i gatti sono animali piuttosto riservati ed a volte è difficile rilevare i cambiamenti nel loro comportamento. Conoscere i sintomi di un gatto stressato è essenziale, dal momento che questi animali sono abbastanza inclini a sintomi emotivi di fronte a cambiamenti minimi.

Poiché questi animali mantengono uno spiccato istinto selvaggio, sono esperti nel nascondere le proprie emozioni per non mostrarsi vulnerabili. Sia da fattori di stress esterni che da malattie nel loro stesso corpo, i gatti possono essere stressati e molto probabilmente il tutor non se ne accorgerà nemmeno.

Continuate a leggere per rilevare questa immagine emotiva nel vostro animale domestico, poiché presentiamo 12 sintomi che indicano che un gatto è stressato. Se notate un o più di questi segni per più di qualche giorno, non esitate a recarvi dal veterinario (o da un educatore, nel caso si escludano malattie fisiche).

1. Un gatto stressato urina fuori dalla lettiera

Un gatto che urina fuori dalla lettiera non è mai un buon segno. I felidi sono animali molto puliti e di routine per natura, quindi non cambieranno mai posto per i propri bisogni senza motivo. Può essere che lo stress sia un fattore scatenante o, al contrario, che l’incontinenza urinaria derivi da un problema fisiologico.

2. Tiene le orecchie basse

I mammiferi comunicano in modo eccellente grazie alla muscolatura presente nelle (e vicino) le orecchie. Gli esseri umani non possono spostarle, ma i gatti sono in grado di dirigere le orecchie nella direzione degli stimoli per localizzarli meglio. Usano anche questi muscoli facciali per mostrare le loro emozioni, anche se succintamente.

Uno dei sintomi più comuni per cui il vostro gatto è stressato è tenere le orecchie “piatte” e girate indietro. L’animale tenderà anche ad appoggiare il corpo al suolo e ad arruffarsi i baffi. Se il felino assume questa posizione, è meglio non toccarlo. 

Un gatto molto arrabbiato fuori casa.

3. E’ meno tollerante

I gatti non sono esseri molto socievoli, ma questo non significa che di tanto in tanto non godano della compagnia del loro compagno umano. Se quando provate ad avvicinarvi al vostro gatto, scappa subito o vi attacca quando cercate di catturarlo, è molto probabile che sia molto stressato. Questa mancanza di socialità può essere dovuta a un fattore di stress esterno o a una scarsa educazione.

Se adottato, la mancanza di tolleranza del felino potrebbe essere dovuta a passate esperienze traumatiche.

4. Si nasconde in modo eccessivo

I felini sono maestri nel nascondersi: se non vogliono essere visti, un umano può passare giorni senza incontrarli. È normale che questi animali abbiano i loro luoghi di riposo preferiti, ma se sono sempre lì (o cercano aree ancora più appartate) è tempo di diffidare. C’è un nuovo membro della famiglia? C’è stato rumore in casa di recente?

5. Ha la diarrea

Lo stress favorisce l’accelerazione dei movimenti intestinali. Se la velocità di digestione aumenta, il corpo dell’animale assorbe meno liquidi, quindi è probabile che le feci siano più frequenti e acquose. Per questo motivo la diarrea è considerata uno dei principali sintomi di stress nel gatto.

6. Un gatto stressato può mangiare troppo

Il termine corretto per riferirsi all’aumento dell’assunzione di cibo in un essere vivente è polifagia. L’ambiente può incoraggiare il gatto a mangiare molto più del normale, ma i centri dell’appetito dell’animale possono anche essere alterati da un disturbo cerebrale.

Questo sintomo è molto più soggettivo di altri di quelli citati. Per questo motivo è meglio che si vada dal veterinario prima di mettere a dieta o ridurre il cibo che si dà al gatto. Ricordate che il ritmo di alimentazione degli animali varia naturalmente a seconda dell’età e dello stato fisiologico.

7. Mangia poco

Questo è un sintomo molto più comune di stress nei gatti rispetto al precedente. Quando un animale è cronicamente stressato o ansioso, la prima cosa che fa è smettere di nutrirsi (e riprodursi). In questo caso, potete notare come il felino perde peso nel tempo, iniziando a mostrare le proprie costole.

8. Un gatto stressato mangia cose che non dovrebbe

L’assunzione di elementi che non riportano valore nutritivo (plastica, tessuti, terra e altri) è nota clinicamente come pica. Questo comportamento può essere uno dei sintomi di stress nel gatto, anche se a volte indica anche un disturbo grave che può essere risolto solo con l’aiuto di un educatore. È una cosa seria, poiché la pica favorisce i blocchi intestinali.

9. Si lava troppo

Come abbiamo detto, i gatti sono famosi per la loro ossessione per la pulizia. È normale per loro leccare lo strato di peli per disinfettarsi, ma non possono farlo fino a rendere l’area calva o a favorire la fuoriuscita di sangue. L’eccessiva leccatura può indicare un problema fisiologico o una mancanza di stimolazione ambientale (in quanto a volte fa parte del gruppo delle stereotipie).

Le stereotipie si verificano quando l’animale è privo di stimoli. Leccarsi eccessivamente, cacciare la coda e “cacciare le mosche” sono comportamenti comuni nei gatti.

10. Ha letargia generale

Un gatto dorme in media dalle 12 alle 16 ore al giorno. È normale vedere l’animale sdraiato per la maggior parte della giornata, ma che non voglia giocare o che non risponda agli stimoli è motivo di preoccupazione. I felini stressati o malati perdono interesse per ogni attività fisica: qualunque sia l’innesco, questo sintomo implica una visita dal veterinario.

11. Un gatto stressato vocalizza troppo

Una delle cose più esasperanti per un tutor è che il suo felino non smette di miagolare. Se vedete che il vostro animale domestico vocalizza costantemente, cercate di individuare lo stimolo che attira la sua attenzione. È probabile che non troverete nulla e, in questo caso, è necessario andare dal veterinario. Miagolare può essere un segno di dolore causato da una malattia.

12. Si muove in modo esagerato

Uno dei sintomi di stress nel gatto è rappresentato dalla velocità dei suoi movimenti. Questi animali sono veloci e precisi, ma non è normale che saltino mezzo metro di altezza ogni volta che si chiude una porta o quando una persona parla. La facilità di spavento e la risposta di volo esagerata indicano che l’animale non si sente al sicuro nel suo ambiente.

Un gatto di Singapore.

Come potete vedere, i segni di stress nei gatti sono molto succinti. Come tutor, dovete prestare particolare attenzione al comportamento del vostro felino per evitare che questa condizione diventi cronica. Il primo passo per rilevare uno di questi sintomi è andare dal veterinario e ricevere una diagnosi. Dopodiché, dovete lavorare sodo per ridurre lo stress del vostro amico a quattro zampe.

Potrebbe interessarti ...
Problemi di comportamento dei gatti: ecco i più comuni
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Problemi di comportamento dei gatti: ecco i più comuni

I problemi di comportamento dei gatti possono avere varie cause e vanno dall'aggressività al defecare e urinare in luoghi insoliti.