5 animali che vivono in Australia: scopriteli

· 20 ottobre 2018
L'Australia è un territorio unico in cui convergono molti fattori che rendono la sua fauna così speciale.

L’Australia fu scoperta solamente nel 1606 e, ancora oggi, conserva al suo interno alcune delle specie più incredibili e uniche dell’intero pianeta.

La biodiversità di questo paese è davvero incomparabile. Per questo motivo, vale la pena conoscere meglio la sua fauna, iniziando da alcuni dei più importanti animali che vivono in Australia.

Quali sono gli animali che vivono in Australia?

L’Australia è un territorio unico in cui convergono molti fattori che rendono la sua fauna così speciale. Quasi l’85% dei mammiferi e il 90% dei rettili che si trovano in questo paese sono endemici. Cioè, non vivono in nessun’altra parte del pianeta.

Per cominciare, l’Australia è un’isola molto vasta che è rimasta separata dagli altri continenti per migliaia di anni.

Per tale motivo, gli animali e le piante che vi abitano si sono riprodotte e si sono evolute senza mescolarsi con quelle di altri luoghi.

Lo scambio con l’esterno è stato praticamente nullo e le specie hanno così mantenuto una certa “purezza” genetica.

Inoltre, questo continente ha sempre registrato una limitata attività geologica: non ci sono state grandi catastrofi, come terremoti o eruzioni vulcaniche, che hanno distrutto o annichilito migliaia di animali in un breve periodo di tempo.

Essendo un posto tranquillo, la vita in Australia ha proliferato e oggi possiamo ammirare animali davvero molto curiosi:

1. Emù

L’emù – nella foto che apre questo articolo – è il secondo uccello più grande del pianeta, superato solo dallo struzzo. Gli emù sono animali endemici dell’Australia e, sebbene fossero conosciute tre specie, al giorno d’oggi due di loro sono estinte e sopravvive solo l’emù comune. Vivono solo nel sud dell’isola e in Tasmania.

Gli emù sono uccelli particolari, che non possono volare. Hanno un colore grigio brunastro, in tonalità che possono variare, mentre il collo presenta un blu molto acceso.

La femmina depone delle uova di colore verde scuro, molto diverse dalle uova del resto degli uccelli.

2. Canguro

Il canguro è uno degli animali più famosi tipici dell’Australia. Di tutte le sue specie, il più grande è il canguro rosso: i maschi misurano più di un metro e mezzo e pesano più di 85 chilogrammi.

Sono caratterizzati dall’avere due zampe posteriori grandi e potenti e una coda lunga e muscolosa, con cui si mantengono in equilibrio (come vedete nella seguente foto).

Piccolo canguro fermo

Sono animali marsupiali: cioè, sono mammiferi che trascorrono meno tempo nell’utero materno e finiscono di svilupparsi in una speciale “sacca”.

Tutti i canguri sono erbivori, anche se la loro dieta specifica dipende dalle aree del paese in cui vivono e dalle piante che crescono in questo territorio.

3. Koala

Anche i docili e simpatici koala rientrano nel gruppo dei marsupiali. Questi animali endemici dell’Australia sono molto più piccoli dei canguri. Sono lunghi meno di un metro e pesano tra gli 8 e i 15 chilogrammi.

Sono caratterizzati per essere privi di coda e hanno uno sguardo molto espressivo: la testa è grande, rotonda e con orecchie pelose.

un koala mangja delle foglie di eucalipto

Mangiano solo foglie di eucalipto, che forniscono loro pochissima energia e sostanze nutritive. Per questo motivo, i koala dormono fino a 20 ore al giorno e conducono una vita assai poco attiva.

Sono animali solitari che non vivono in gruppi e il loro habitat è limitato all’area ad ovest dell’isola.

4. Ornitorinco

Quando i primi esploratori europei tornarono dal loro primo viaggio in Australia e cercarono di spiegare cosa fosse un ornitorinco, la comunità scientifica non riusciva a comprendere l’esistenza di un tale animale.

E’ certamente uno degli esseri viventi più strani che si conoscano.

Ornitorinco in acqua con un lombrico nel becco

È un mammifero, ma depone le uova: ci sono solo cinque specie conosciute che lo fanno.

Ha un corpo peloso, ma un becco e piedi palmati, come un’anatra. Ha una coda che ricorda quella di un castoro e conduce una vita simile a quella degli anfibi. Difatti, può vivere sia in acqua che sulla terraferma.

Oltre a tutto ciò, occorre tenere presente che l’ornitorinco è velenoso: i maschi possiedono delle spine tossiche vicino alle zampe posteriori.

La puntura può essere molto dolorosa per gli umani, ma è letale solo per i piccoli mammiferi.

5. Diavolo della Tasmania

Il diavolo della Tasmania non è solo un’invenzione dei cartoni animai. Esiste per davvero ed è la specie marsupiale più grande che esista.

Ha le dimensioni di un piccolo cane, pesa tra i 6 e gli 8 kg, con zampe molto corte e una lunga coda che può misurare la metà di tutto il corpo.

Due esemplari di Diavolo della Tasmania

Questi mammiferi dell’Australia sono di colore nero con macchie bianche e sono molto competitivi ma non territoriali.

Possono cacciare le loro prede, ma in realtà si nutrono in maniera opportunistica: se trovano carogne preferiscono approfittarne invece di correre il rischio di rimanere a bocca asciutta, inseguendo una nuova preda.

Ci sono molti animali endemici in Australia che possiedono caratteristiche curiose o uniche rispetto alle altre specie del pianeta.

Non solo i mammiferi o gli uccelli si sono evoluti senza interferenze causate dalle migrazioni: anche gli insetti e persino i pesci dell’Australia sono molto diversi da quelli che è possibile trovare altrove.