5 animali con le zanne

· 12 agosto 2018

I denti possono essere di diversa dimensione e spessore, ma quando diventano estremamente lunghi e sporgono persino dalla bocca chiusa, diventano delle armi di difesa e attacco davvero eccezionali. In questo articolo vi parleremo di alcuni degli animali con le zanne più interessanti che esistono sul nostro pianeta.

L’esigenza di difendere il territorio, respingere gli attacchi dei predatori o anche solo ottenere il controllo su un harem di femmine, ha portato molti esseri viventi a sviluppare queste possenti protuberanze. Ci sono molti animali con le zanne che sono erbivori e, apparentemente, possono sembrare innocui. Ma nel momento in cui si sentono minacciati, non esiteranno nemmeno un momento ad utilizzarle contro chicchessia.

Quali sono gli animali con le zanne più forti?

Le zanne sono veri e propri denti. Certo, notevolmente più lunghi del solito e svolgono una funzione di deterrente, oltre che pratica, come già accennato. In passato, avevano dimensioni assolutamente “normali” ma, le condizioni dell’habitat e le esigenze di sopravvivenza, hanno portato a una radicale modifica di tali estremità.

Non tutte le zanne occupano la stessa zona della bocca: possono essere canini o incisivi, situati nella parte superiore o inferiore, ma non solo. Queste “armi” micidiali hanno un’origine molto antica, come dimostrano esemplari ormai estinti da millenni, come la formidabile tigre dai denti a sciabola o il mammut.

Vi piacerebbe conoscere alcuni degli animali con le zanne più interessanti? Ebbene, eccovi 5 esemplari che non vi lasceranno indifferenti:

1. Elefante

Se vi chiedessimo di dirci il nome di un animale con le zanne, molti di voi menzionerebbero probabilmente questo famoso pachiderma. L’elefante – nella foto che apre questo articolo – è più grande animale terrestre e sfoggia due incisivi prominenti che sporgono dalla mascella superiore e crescono curvati, ai due lati del tronco.

Queste zanne servono per combattere, per marcare il territorio, strusciandole sugli alberi o anche per abbattere possibili ostacoli e aprire la strada alla mandria. Essendo fatte di avorio, rappresentano una vera condanna per questi nobili animali. Decine di esemplari vengono uccisi ogni settimana per ottenere questo prezioso materiale, usato in tutto il mondo per confezionare oggetti di alto valore.

2. Ippopotamo

Più piccole di quelle degli elefanti, ma non meno forti o pericolose, le zanne dell’ippopotamo si sviluppano a partire da canini e incisivi, anche se i primi sono notevolmente più voluminosi. Entrambi crescono progressivamente con l’età. Ciò significa che un ippopotamo adulto ha una forza distruttiva superiore a quello di un esemplare giovane.

Ippopotamo barrisce con la bocca aperta nell'acqua

Grazie ai loro micidiali denti, questi enormi mammiferi possono masticare meglio la materia vegetale di cui è composta la loro dieta. Inoltre, possono sferrare terribili morsi, sia in acqua che sulla terraferma, provocando ferite letali ai propri simili o anche a predatori di tutto rispetto, come leoni e leonesse.

3. Tricheco

È un altro degli animali con le zanne più famosi. Vive nelle zone artiche, appartiene alla famiglia dei pinnipedi e include ben tre sottospecie: il tricheco Atlantico, quello Pacifico e quello del mare di Laptev.

Tricheco appena uscito dall'acqua sul ghiaccio

Entrambi i sessi sfoggiano zanne sporgenti, che crescono verso il basso e possono superare il metro di lunghezza. Nei maschi, i denti possono avere un diametro maggiore, aumentando il loro livello di pericolosità. Sono strumenti di difesa eccezionali che permettono ai maschi dominanti di lottare contro orsi polari e orche.

4. Cinghiale

Le zanne di questo mammifero artiodattilo, considerato una delle specie più infestanti al mondo, sono piccole, rispetto alle altre specie fin qui descritte. Tuttavia, unite al suo peso e alla velocità che può raggiungere in corsa, rappresentano un’arma non indifferente e capace di infliggere gravi danni anche a veicoli e fabbricati.

Un cinghiale nero in un bosco autunnale

Il cinghiale possiede una testa grande, occhi piccoli e denti sporgenti verso l’alto. Segue una dieta prevalentemente onnivora e varia, consumando ghiande, bacche, tuberi, radici ma anche funghi, piccoli insetti e persino carne e uova. Usa le zanne durante il periodo della riproduzione per scacciare possibili rivali e conquistare così le femmine.

5. Narvalo

Chiudiamo la nostra rassegna dedicata a questi interessantissimi animali con le zanne con un cetaceo che vive prevalentemente nel Mar Glaciale Artico. E’ l’unico animale marino che presenta una “zanna”, un dente frontale che cresce solo negli esemplari maschi.

Narvalo in acqua

La zanna del narvalo ricorda un grosso corno, emerge dalla mascella e perfora la pelle. Può misurare due metri e pesare ben 10 chili. Si dice che serva per l’ecolocalizzazione, ma anche per rilevare determinate caratteristiche nell’ambiente esterno. Ovviamente, è l’arma principale usata contro altri maschi dominanti, per assicurarsi il controllo delle femmine disponibili.