5 interessanti uccelli nazionali americani

· 20 ottobre 2018
Siete pronti per conoscere questi magnifici volatili che rappresentano l'unità nazionale di molte nazioni delle due Americhe?

Conoscete i principali uccelli nazionali americani? Sono molti i paesi che adottano degli animali come simbolo. Di solito, viene scelta una delle specie più rappresentative del territorio o che, per storia e cultura, riescono a rappresentare determinati valori comuni. In questo articolo vi parleremo dei più importanti uccelli nazionali americani.

Uccelli nazionali americani: 5 specie da conoscere

La maggior parte degli uccelli nazionali americani d’America – e con questo termine intendiamo Nord, Centro e Sud – possiedono un titolo onorifico “ufficiale”. Altri sono emblemi dei governi territoriali e altri ancora sono utilizzati in maniera ufficiosa. In ogni caso, quasi tutti sono facilmente osservabili nel territorio del rispettivo paese. Siete pronti per conoscere questi magnifici volatili che rappresentano l’unità nazionale di molte nazioni delle due Americhe?

1. Condor

È l’uccello nazionale di diversi paesi sudamericani: Bolivia, Cile e Colombia. Inoltre, è presente nella bandiera ecuadoriana ed è uno degli abitanti più famosi della catena montuosa delle Ande, la famosa Cordigliera. È una specie grande, con piume prevalentemente nere, collo bianco e ali grigio scuro.

Condor su una roccia

Il condor è un animale spazzino, nidifica a più di 1.000 metri di altitudine su formazioni rocciose, conosciute come posatoi, e può vivere fino a 75 anni, in stato di libertà. È monogamo, fedele per tutta la vita alla medesima compagna e in ogni stagione la coppia cova un singolo uovo per quasi due mesi, da cui nascerà un pulcino che sarà nutrito con carne rigurgitata, per circa sei mesi.

2. Fenicottero

Indubbiamente, è uno degli uccelli nazionali americani più colorati che esiste ed è stato scelto come simbolo dalle Isole Bahamas. Può però anche essere trovato in Honduras, Messico, Colombia, Venezuela, Antille e Isole Galapagos. Preferisce laghi poco profondi e acque costiere.

Fenicottero rosa

Il fenicottero è un volatile snello e le sue piume sono color rosa o arancio, a seconda della quantità di crostacei che cattura con il suo lungo becco ricurvo. Per quanto riguarda la riproduzione, i maschi più colorati sono quelli che hanno maggiori possibilità di ottenere femmine. Depongono un singolo uovo e lo covano, con l’aiuto del loro partner, per un mese. Alla nascita, i pulcini sono grigi.

3. Aquila

A onor del vero, dovremmo parlare di tre sottospecie di aquile che sono considerate uccelli nazionali americani: l’Aquila di mare testabianca negli Stati Uniti, l’Aquila reale in Messico e l’Aquila arpia a Panama.

Aquila testabianca

Il primo esemplare è certamente il più noto, poiché appare persino sulla bandiera, sulla valuta e sugli scudi del paese yankee. Per quanto riguarda l’aquila reale, ha molto a che fare con le leggende e le storie di divinità dai tempi degli Aztechi. Infine l’arpia è la più poderosa di tutti gli uccelli rapaci, dal momento che può superare i due metri di apertura alare.

4. Fornaio rossiccio

È l’uccello nazionale dell’Argentina, noto per la forma unica dei suoi nidi: li costruisce in modo circolare e con una grande “porta” laterale, che consente di vedere fuori. Per questo compito maschio e femmina, insieme, usano principalmente rami e fango, modellati grazie al loro speciale tipo di saliva. Una volta terminata la stagione degli amori, lo abbandonano.

Nido di un Fornaio rossiccio

Il Fornaio rossiccio è un piccolo uccello, molto comune nelle città, dove usa lampioni o finestre per nidificare. Ovviamente vive anche in zone rurali, ed è facile vederlo.

Si può udire cantare in duetto con il proprio partner. Le melodie che emettono sono quasi l’unico modo per identificare il sesso, poiché gli esemplari dei due generi sono uguali per dimensioni e piumaggio.

5. Pavoncella del Cile

L’ultimo uccello nazionale di questa lista è quello scelto dall’Uruguay ed è anche l’animale che viene usato per chiamare la locale squadra di rugby (“los Teros” in spagnolo). La Pavoncella del Cile è originaria del Sud America, preferisce abitare in aree aperte, vicino a lagune e canyon.

una pavoncella del Cile cammina sul prato

Ha zampe rosse e lunghe, in relazione al suo corpo, piume di color marrone grigiastro con petto e faccia bianchi e neri. Si apprezza una lunga piuma dietro la testa. Si nutre di insetti, piccoli vertebrati e persino carne cruda. Vive in stormi. nidifica sul suolo ed è molto attenta alla difesa del proprio rifugio.