6 malattie tipiche dei gatti anziani

18 febbraio 2018

Così come succede agli esseri umani, con l’avanzare dell’età, la salute degli animali domestici inizia a diventare sempre più delicata. È essenziale quindi essere preparati, informarsi e prendersi cura del vostro migliore amico in modo adeguato. Per aiutarvi in questo compito, abbiamo deciso di parlarvi delle malattie tipiche dei gatti anziani.

Quali sono le malattie tipiche dei gatti anziani?

In età avanzata, i gatti hanno maggiori probabilità di soffrire di alcuni disturbi o patologie che raramente compaiono nei cuccioli o negli esemplari più giovani. A questi dobbiamo aggiungere i cambiamenti nel loro comportamento e la costante diminuzione di energia. Armatevi di pazienza e offrite tutto il vostro amore per poter accompagnare, nel modo migliore, il vostro amico a quattro zampe nella tappa più complicata della sua esistenza.

1. Artrite

È la più comune tra le patologie che interessano i gatti anziani. Si tratta di un’infiammazione delle articolazioni che causa forti dolori. Inoltre, il vostro micio non sarà in grado di eseguire determinate attività come saltare, arrampicarsi sugli alberi o persino camminare, mostrando zampe e fianchi rigidi. È probabile che l’animale sia un po’ più irritabile e aggressivo del solito, a causa dei fastidi cronici.

un gatto grigio sdraiato

Se il vostro animale soffre di artrite, vi consigliamo di portarlo dal veterinario in modo che possa verificare la presenza della malattia e così prescrivere un farmaco specifico per ridurre il dolore. L’artrite è più frequente a livello di gomiti e femore. La condizione della malattia può essere aggravata in caso di sovrappeso. Pertanto è sempre meglio fornire al micio adulto del cibo con pochi grassi.

2. Problemi ai denti

Disturbi a denti e gengive sono molto frequenti nei gatti di una certa età.  Anche in questo caso, è necessaria la consulenza dello specialista. Sebbene i cambiamenti parodontali inizino dopo i due anni, si accentuano quando il gatto si avvicina ai 10 anni. Di solito non mostra dolore fino a quando il problema appare ormai in modo evidente.

Infezioni alle gengive e nella bocca del gatto possono portare ad altre complicanze, come ascessi nella radice dei denti, infezioni nasali, frattura della mascella, ecc. Un buon modo per capire che il vostro micio ha problemi ai denti è controllare come respira. La pulizia orale dell’animale è molto importante in ogni fase della sua vita per prevenire questo tipo di disturbi.

3. Obesità

In molti casi, lo stile di vita sedentario dei gatti adulti innesca un pericoloso aumento di peso. Soprattutto i gatti sterilizzati hanno maggiori probabilità di soffrire di obesità (sia maschi che femmine), perché mangiano di più e sono meno attivi. Offrite loro un mangime adeguato in base alla loto età e alla quantità di attività che svolgono. Chiedete consiglio al veterinario affinché vi indichi alimenti a basso contenuto calorico e con pochi grassi.

4. Perdita dell’udito

È un’altra delle malattie più comuni nei gatti anziani. A poco a poco, il vostro amico a quattro zampe sentirà sempre di meno, come noterete facilmente dal suo comportamento. Per esempio, non si sveglierà più se lo chiamate, ignorerà alcuni suoni a cui prima rispondeva attivamente e, purtroppo, smetterà anche di rispondere al vostro richiamo. Dovreste portarlo dal veterinario per escludere infezioni o altre gravi malattie che possano interferire con l’udito.

Dovrete insegnargli come identificare i vostri gesti e, d’ora in poi, i giocattoli potranno essere anche sprovvisti di sonagli. Per fare in modo che il vostro micio interagisca con loro, sceglietene di molto vistosi e luccicanti: l’animale, per lo meno, potrà sfruttare la sua vista.

5. Problemi intestinali e urinari

È molto comune che, a una certa età, i gatti facciano i propri bisognini un po’ ovunque e non più nella lettiera. Questo cambiamento di comportamento può essere dovuto a diversi fattori, come la presenza di un’infezione o l’incombere di una malattia urinaria o intestinale. I gatti adulti hanno maggiori probabilità di soffrire di alcune di queste patologie:

un gatto persiano rossastro anziano

  • Colite.
  • Malattia infiammatoria intestinale.
  • Insufficienza renale o epatica.
  • Adenocarcinoma dei sacchi anali.

6. Perdita della vista

Come avete visto, purtroppo sono diverse le malattie che colpiscono i gatti anziani. Tra queste, com’è ovvio, ve ne sono diverse che interessano la vista. Per esempio, possono presentarsi problemi alla cataratta, con le pupille dell’occhio che appaiono coperte da una specie di “tessuto” o pellicola blu-grigia. Non dimenticate che per i gatti la vista è molto importante, perché permette loro di muoversi anche in ambienti bui. Grazie ad altri sensi come l’olfatto e l’udito, potranno comunque spostarsi dentro casa, con qualche precauzione. Se il vostro gattino è diventato cieco, tenete i corridoi liberi, eliminando possibili oggetti pericolosi e lasciando i mobili nella loro posizione. Ciò aiuterà il vostro amico ad orientarsi senza troppe difficoltà.

Fonte dell’immagine principale: Dmitriy Fomin.

Guarda anche