8 specie di tartarughe particolari che dovete conoscere

· 11 ottobre 2018
Le tartarughe sono ovipari e incubano le loro uova a terra o nella sabbia. Ci sono diverse specie di cheloniani secondo la loro classe di alimentazione: erbivori, carnivori e onnivori.

Le tartarughe sono rettili che appartengono all’ordine Chelonia e sono caratterizzate dall’avere un guscio duro, che protegge i loro organi vitali. Solo la testa, le zampe e la coda sono retrattili e visibili chiaramente. Volete sapere quali sono le principali specie di tartarughe? Allora non perdetevi questo articolo.

Quante specie di tartarughe ci sono al mondo?

Le tartarughe sono ovipari e incubano le loro uova a terra o nella sabbia. Ci sono diverse specie di cheloniani secondo la loro classe di alimentazione: erbivori, carnivori e onnivori. Alcuni sono marini e altri terrestri. Ecco le 8 specie di tartarughe particolari che dovete conoscere:

1. Tartaruga mediterranea

Vive nei paesi europei che si affacciano sul Mar Mediterraneo. La femmina è più grande del maschio ed è una specie molto longeva, con esemplari che vivono fino a 110 anni.

Ha abitudini diurne, va in letargo durante l’inverno, ha una vista eccellente, può deporre le uova due volte l’anno ed è anche in grado di riconoscere le persone.

È anche un animale a sangue freddo, e deve stare parecchio tempo al sole per poter riscaldare il suo corpo e quindi accelerare le sue funzioni metaboliche.

Tartaruga dalle orecchie rosse

2. Tartaruga dalle orecchie rosse

Il suo nome scientifico è Trachemys Scripta Elegans e vive principalmente nelle zone vicino al fiume Mississippi, negli Stati Uniti, sebbene possa vivere sia in acqua che in terra.

Molte persone lo scelgono come animale domestico; può misurare fino a 30 centimetri e le femmine sono più grandi dei maschi. Inoltre, il suo corpo è verde scuro con macchie gialle, mentre i lati della testa presentano delle evidenti strisce rosse, da cui prende il nome.

3. Tartaruga liuto

È la più grande di tutte le specie di tartarughe marine, poiché misura fino a due metri e pesa 600 chili. In questo senso, le zampe anteriori sono più lunghe di qualsiasi altro chelonide.

I maschi non lasciano mai l’acqua e le femmine si dirigono sulla spiaggia solamente quando devono deporre le uova: possono raggiungere le 100 uova alla volta.

Vive nei mari tropicali e subtropicali, dove si nutre di meduse, che morde e poi deglutisce grazie al suo speciale esofago.

Uno dei principali nemici mortali delle tartarughe liuto è l’inquinamento del mare, poiché molti esemplari finiscono per mangiare sacchetti di plastica, confondendoli per meduse.

Secondo alcuni scienziati, ha la capacità di generare calore corporeo da sola, anche se si tratta di un rettile, quindi a sangue freddo.

4. Tartaruga di Horsfield

Questa specie vive in un vasto territorio formato non solo dalla Russia, ma anche dalla Cina, dal Pakistan e dall’Afghanistan.

Le femmine misurano 22 centimetri e i maschi 18 centimetri, e possono vivere fino a 50 anni in natura.

Per quanto riguarda l’estetica, ha un guscio arrotondato e quattro spunzoni su ogni zampa invece dei cinque che presentano il resto delle testuggini.

Non sopporta temperature superiori ai 28 gradi e di solito scava nel terreno per raffreddare il suo corpo.

Tartaruga di terra passeggia su un tappeto
Fonte: Fernando Pablo Castro Gutiérrez de Quevedo

5. Tartaruga dalle orecchie gialle comune

Si trova in Messico e negli Stati Uniti e abita nei mari tropicali e subtropicali. Il suo nome si deve alle strisce gialle sui lati della testa.

E’ un animale grande, pesa circa 200 chili e può misurare fino a 30 centimetri di lunghezza.

In natura può diventare aggressiva e viene solitamente scelta come animale domestico perché non richiede troppe cure. Infatti, è onnivora e mangia di tutto.

Inoltre, gli piace fare passeggiate al sole e preferisce acque calme o senza corrente, meglio se con fondi fangosi.

Questa tartaruga è in pericolo di estinzione a causa della caccia e dell’inquinamento dei mari. Durante la migrazione percorre oltre 2.600 chilometri per deporre le uova sulla spiaggia, e questo perché le femmine ritornano nel luogo dove sono nate, per completare la riproduzione.

La prole nasce dopo 75 giorni, di notte. I piccoli, spinti dall’istinto, fanno una corsa verso il mare per evitare di essere vittime dei predatori.

7. Tartaruga dalle orecchie arancioni

Questa tartaruga si sviluppa negli Stati Uniti, in particolare nel Tennessee e nel Kentucky. Il suo carapace è verde con macchie gialle e nere, misura fino a 21 centimetri di lunghezza e preferisce temperature calde (25-30 gradi).

Ha sempre bisogno di stare in contatto con la luce solare e si nutre di alghe, girini, pesci e gamberi.

8. Tartaruga embricata

Anche l’ultima delle specie di tartarughe in questa lista è in pericolo di estinzione. Mantiene caratteristiche tipiche di altri esseri marini con le sue pinne appiattite per nuotare e il muso appuntito.

Vive vicino alle barriere coralline, dove si nutre di spugne di mare. Nidifica ogni due o quattro anni, sempre tra aprile e novembre.

Foto: Mbz1 e Fernando Pablo Castro Gutiérrez de Quevedo.