9 cause di vomito nel cane

28 Novembre 2016

Il vomito del cane può dipendere da diverse cause. In generale, si tratta di un malessere passeggero che non rappresenta un grave rischio. Se l’episodio si ripete, però, potrebbe essere il sintomo di qualche altra condizione più o meno grave e richiede una visita del veterinario. Ecco le principali cause di vomito nel cane.

Vomito nei cani: quando preoccuparsi?

Sappiate che le cause per cui i cani vomitano sono molte e che, in linea generale, sono di facile soluzione. Ad esempio, accade quando ingeriscono troppo cibo o lo fanno troppo velocemente. Oppure quando svolgono attività fisica subito dopo aver mangiato. Tuttavia, se il vomito si ripete, potrebbe essere il sintomo di un disturbo che richiede l’attenzione di un medico.

Tenete a mente, inoltre, che nei cani più anziani che soffrono già di altri acciacchi e nei cuccioli, il vomito spesso rappresenta un pericolo in più.

Fate quindi attenzione ai seguenti segnali; potrebbero indicare che il vostro cane sta vomitando per un motivo che richiede un controllo veterinario:

cane-tristeAutore della foto: Christine e David Schmitt
  • Vomito continuato, anche dopo diverse ore di digiuno.
  • Vomito misto a sangue rosso vivo o dall’aspetto che ricorda i chicchi di caffè (sangue che è stato parzialmente digerito).
  • Diarrea.
  • Letargia.
  • Gonfiore.

I cani possono vomitare per vari motivi e con diversi livelli di gravità. Vi elenchiamo alcune delle cause di vomito nei cani.

Alcune cause che possono provocare vomito nei cani

Vi descriviamo nove cause che possono indurre il cane a vomitare. Al minimo dubbio che l’animale non stia bene, fatelo visitare dal vostro veterinario di fiducia.

1- Ostruzione

Il cane potrebbe aver inghiottito un osso, un pezzo di giocattolo o un altro oggetto che è rimasto bloccato nello stomaco o nell’intestino. Come atto riflesso, l’animale cercherà di vomitare per rimuoverlo. A volte ci riesce. Naturalmente, se sospettate che il vostro cane si trovi in questa situazione, portatelo immediatamente dal veterinario.

2- Virus

Se il cane è stato infettato da parvovirus, cimurro o coronavirus, è probabile che presenti vomito e altri sintomi, come perdita di appetito e diarrea. I cuccioli sono spesso i più colpiti.

3- Avvelenamento e intossicazione

Nel caso in cui l’animale abbia ingerito una sostanza tossica o velenosa, il corpo cercherà di espellerla attraverso il rigurgito. Se pensate che il vostro cane stia soffrendo di un qualche tipo di intossicazione o avvelenamento, cercate di identificare la sostanza responsabile e portatelo dal veterinario senza perdere un minuto di più.

4- Parassiti intestinali

I due parassiti intestinali che più comunemente causano vomito, diarrea e perdita di peso, sono l’anchilostoma e la giardia.

5- Ulcere allo stomaco

Quando il vomito contiene sangue o presenta un colore nerastro e scuro, è molto probabile che il cane abbia un’ulcera allo stomaco.

6- Cambiamenti nella dieta

Qualsiasi cambiamento nella dieta può essere causa di rigurgito nel vostro animale domestico: cambiamenti nella marca o nel tipo di cibo, offerta di alimenti extra come premio e perfino tutto quello che il cane ingerisce durante l’esplorazione della spazzatura, in casa o all’esterno.

7- Infiammazione intestinale

cane-malato

Se il cibo vomitato dal cane è di colore biancastro o contiene fluidi provenienti dallo stomaco è possibile che soffra di infiammazione intestinale cronica. In questo caso è d’obbligo una dieta rigorosa prescritta dal veterinario.

8- Acidità di stomaco

Se invece il cane vomita un liquido giallastro, in genere subito dopo aver mangiato, la causa potrebbe essere una sovrapproduzione di acidi biliari o gastrici. In questi casi, sarà bene alimentare il cane più spesso, ma con porzioni più piccole.

9- Tumore

I cani anziani hanno più possibilità di sviluppare un tumore. Se colpisce il fegato, i reni o l’apparato digerente, è molto probabile che l’animale presenti vomito insieme ad altri sintomi. Se il vostro cane è anziano, sottoponetelo regolarmente a controllo medico, per garantirgli la migliore qualità di vita possibile.