Acaro rosso nei polli: tutto quello che c'è da sapere

I parassiti sono comuni nell'industria avicola, poiché gli animali sono spesso tenuti in ambienti poco salmastri e a densità molto elevate.
Acaro rosso nei polli: tutto quello che c'è da sapere

Ultimo aggiornamento: 05 luglio, 2021

Come tutti i vertebrati, anche il pollame domestico può essere infetto da parassiti a breve e lungo termine. L’acaro rosso nei polli è un chiaro esempio di parassitosi in questi animali, poiché si stima che fino all’83% degli allevamenti europei ne sia infetto in misura maggiore o minore.

L’acaro rosso (Dermanyssus gallinae), noto anche come acaro del pollame, colpisce allo stesso modo tutti i luoghi di produzione di pollame, indipendentemente dalla concentrazione di animali e dal ruolo della struttura. Se vuoi saperne di più sull’acaro rosso nei polli, continua a leggere.

Cos’è l’acaro rosso?

L’acaro rosso (Dermanyssus gallinae) è un ectoparassita ematofago del pollame. È un artropode aracnide della sottoclasse Acari e, come tale, condivide alcuni tratti con quelli tipici.

In primo luogo, va notato che il corpo degli aracnidi è diviso in 2 sezioni o tagmi: cefalotorace (prosoma) e addome (opistosoma), ma gli acari hanno sperimentato una fusione di entrambi durante l’evoluzione. Questa specie in particolare presenta 4 paia di zampe, un addome che si gonfia quando l’esemplare si nutre e cheliceri con la testa marcata.

Inoltre, gli esemplari adulti non superano il millimetro di lunghezza. Il loro colore naturale è semitrasparente, nerastro o biancastro quando non si nutrono, ma acquista una tonalità rossastra dopo che i parassiti si sono nutriti del sangue dell’animale che li ospita.

Un esemplare di acaro rosso al microscopio.

Ciclo di vita dell’acaro rosso nei polli

Come indica l’Università della Florida, questa specie non rimane legata al suo ospite per tutto il suo ciclo di vita, che si svolge nel modo seguente:

  1. Gli esemplari adulti depongono le uova nei luoghi in cui si nascondono. Questi includono aree di scarto, spazi vuoti nei muri del recinto e spazi tra le rocce. Le femmine rilasciano le uova in lotti da 4 a 8 unità, per un totale di 30 uova nel corso della vita.
  2. Dopo la schiusa, nascono delle larve a 6 zampe che sono molto goffe e non si nutrono. Dopo la prima muta, queste acquisiscono le 8 zampe tipiche della specie nella loro forma protoninfa in 1-2 giorni, e a quel punto iniziano a nutrirsi di sangue.
  3. Le protoninfe passano allo stato deuteroninfa, e da quest’ultimo all’essere degli esemplari adulti, il tutto nutrendosi del sangue del pollo. L’intero processo dalla larva all’adulto avviene in un massimo di 10 giorni.
  4. Gli adulti continuano a succhiare sangue e iniziano a produrre uova.

La più grande sfida segnalata da questa specie nel trattamento dell’infestazione nel pollaio è la sua resistenza. Deuteroninfe e adulti sono in grado di resistere all’essiccamento e di vivere fuori dall’animale anche fino a 8 mesi. Pertanto, rimuovere il carico di parassiti da una gallina isolata è completamente inutile.

Durante il giorno gli esemplari adulti si rifugiano nelle zone buie del pollaio, e di notte escono per nutrirsi.

Acaro rosso nei polli: sintomi

L’acaro rosso nei polli provoca danni sia diretti che indiretti. Oltre a causare perdite di sangue quantificabili in presenza di elevati carichi di parassiti, agisce anche come vettore di malattie, tra cui il paramixovirus della malattia di Newcastle, il virus dell’encefalite di San Luis o virus dell’encefalomielite equina orientale, occidentale e venezuelana.

I sintomi dell’infestazione in ogni animale possono essere molto vari, a seconda della quantità di acari presenti sulla sua superficie, della sua età e del suo precedente stato di salute. Vediamo i più rilevanti:

  • Anemia: come indica la rivista scientifica Parasites and Vector, il segno clinico più comune è l’anemia subacuta. Le galline ovaiole possono perdere fino al 3% del loro volume sanguigno ogni notte a causa di questo parassita. La mancanza di globuli rossi nell’animale si traduce in apatia, mancanza di attività e malessere generale.
  • Lesioni fisiche visibili e irritazione al torace e alle gambe.
  • Aumento dello stress nel pollaio e cicli del sonno disturbati.
  • Perdita di piume.
  • Pallore della cresta, dovuto all’anemia già menzionata.
  • Nei casi più estremi, morte per gravi quadri anemici. 

Come rilevare l’acaro rosso?

I sintomi nei polli infetti sono molto evidenti se il carico di parassiti è elevato, ma all’inizio l’infestazione può essere un po’ difficile da rilevare. Se sospetti la presenza di acaro rosso nel tuo pollaio, ti consigliamo di seguire i seguenti passaggi:

  1. Prova a cercare segni di colonie di acari rossi vicino all’area di riposo della gallina. Se il pollaio ha trespoli e altri accessori, estraili ed esaminali. A volte le uova stesse presentano piccoli punti mobili rossastri sulla superficie del guscio. In questo caso, si tratta di acari adulti.
  2. Analizza il pollaio di notte. Come abbiamo detto, questi esemplari si attivano di notte. Usando una torcia, cerca tracce di acari rossi sulla superficie delle galline.
  3. Conta il numero di uova prodotte giornalmente. Le galline anemiche ne producono di meno.
  4. Passa un panno bianco sulle superfici più utilizzate dagli animali. Se ci sono acari, vedrai sangue sul panno.

In sintesi, il modo migliore per rilevare l’acaro rosso è controllare periodicamente i polli e l’intero pollaio. Soprattutto, cerca di fare delle incursioni notturne di tanto in tanto, perché è qui che si osservano più facilmente gli acari.

Trattamenti per l’acaro rosso nei polli

Ora sai come rilevare l’infestazione da acaro rosso nei polli e i principali danni che il parassita può generare. Porre fine alla peste è un compito complesso, ma è possibile liberarsene con i seguenti trattamenti multidisciplinari.

Spinosad (Elettore PSP®)

Secondo fonti professionali, Spinosad è un prodotto insetticida naturale della fermentazione del batterio Saccharopolyspora spinosa. La sua tossicità è molto bassa per i vertebrati di grandi dimensioni, ed è molto utile per uccidere i parassiti degli artropodi. In questo caso, è necessario applicarlo sotto forma di spray su tutte le superfici del pollaio.

Fluralaner (Exzolt®)

Questo farmaco viene comunemente usato per uccidere le infestazioni di acari nei cani e nei gatti. Va aggiunto all’acqua delle galline in 2 lotti, il secondo 7 giorni dopo la prima dose. È considerato un composto efficace al 99% in questi quadri clinici.

Ivermectina

Questo farmaco deve essere somministrato localmente a polli con evidenti carichi di parassiti. La dose è unica, ma deve essere ripetuta dopo 10-14 giorni, per combattere eventuali generazioni sopravvissute.

80% di zolfo

Le polveri e le soluzioni di zolfo sono comunemente usate nei parassiti degli acari agricoli. In questo caso specifico, la polvere di zolfo viene applicata direttamente alle galline, a tutte le superfici del pollaio e nelle zone dove i volatili fanno i “bagni di fango”.

Aumento della temperatura

In aree estese, a volte si decide di aumentare la temperatura del pollaio a circa 45 ºC in modo sostenuto, oltre ad altre soluzioni già citate. Queste condizioni climatiche uccidono tutti gli acari e le larve sopravvissuti.

Ci sono più di 30 diversi acaricidi per il trattamento di questa condizione. Discuti l’opzione migliore con il tuo veterinario di fiducia prima di metterti al lavoro.

Mangime per pollame.

Come hai potuto constatare, l’acaro rosso nei polli è sfuggente, dannoso e difficile da sradicare. Se rilevi questo fastidioso artropode nel tuo pollaio, ti consigliamo di affidarti a un professionista del parassitismo nel settore avicolo. Prima di iniziare un trattamento a lungo termine, assicurati che sia sicuro per i tuoi animali.

Potrebbe interessarti ...
Sette consigli per allevare le galline
I Miei AnimaliLeggi in I Miei Animali
Sette consigli per allevare le galline

Se avete la fortuna di possedere un giardino, un orto o un cortile nella vostra casa, vi daremo alcuni consigli per allevare le galline.



  • UF/IFAS, Featured creatures. Recogido a 1 de julio en https://entnemdept.ufl.edu/creatures/livestock/poultry/chicken_mite.htm
  • Flochlay, A. S., Thomas, E., & Sparagano, O. (2017). Poultry red mite (Dermanyssus gallinae) infestation: a broad impact parasitological disease that still remains a significant challenge for the egg-laying industry in Europe. Parasites & Vectors, 10(1), 1-6.
  • Nordenfors, H. (2000). Epidemiology and control of the poultry red mite, Dermanyssus gallinae (No. THESIS SUAC 93).
  • Sparagano, O. A. E., George, D. R., Harrington, D. W. J., & Giangaspero, A. (2014). Significance and control of the poultry red mite, Dermanyssus gallinae. Annual review of entomology, 59, 447-466.
  • Chauve, C. (1998). The poultry red mite Dermanyssus gallinae (De Geer, 1778): current situation and future prospects for control. Veterinary parasitology, 79(3), 239-245.
  • Bellanger, A. P., Bories, C., Foulet, F., Bretagne, S., & Botterel, F. (2008). Nosocomial dermatitis caused by Dermanyssus gallinae. Infection Control & Hospital Epidemiology, 29(3), 282-283.