L’aggressività nei cani per un atteggiamento iperprottetivo

· 20 gennaio 2018

Prendervi cura dei vostri animali e donargli amore è fondamentale per garantire loro uno sviluppo salutare e felice, però l’umanizzazione eccessiva potrebbe causare aggressività per un atteggiamento iperprottetivo. Ciò è pericoloso sia per le persone che per gli animali.

Aggressività nei cani per iperprotettività: i pericoli dell’umanizzare un animale

Prima di tutto, è necessario farvi capire che quando umanizzate un animale, non rispettate più la sua natura. Se lo obbligate o lo incentivate a comportarsi come un essere umano, potreste provocargli dei disturbi fisici o comportamentali.

Non è difficile trovare esempi di umanizzazioni pericolose nella vita quotidiana di un animale domestico. E l’alimentazione sembra essere l’aspetto più lampante.

Se dividete il cibo con il vostro amico a 4 zampe, il risultato sarà inevitabilmente negativo. Nel migliore dei casi, getterete le basi per un addestramento incosciente e dannoso. Oltre a questo, provocherete delle patologie gravi al suo apparato digerente.

Indumenti e accessori

Un altro esempio è la produzione di scarpe per cani. Sebbene risultino attraenti da un punto di vista estetico, i loro effetti non sempre sono positivi per la salute dell’animale. Tra le altre cose, perché il tessuto di cui sono fatte impedisce alle zampe di respirare, e si consumano a poco a poco per il contatto con il suolo.

cane con maglioncino verde nel prato

L’umanizzazione causa anche dei problemi comportamentali. E la cosa peggiore è che le persone si pentono e rifiutano tali condotte in seguito.

L’aggressività e la possessività nei cani per un atteggiamento iperprotettivo da parte dei padroni sono dei disturbi gravi, e vengono associati spesso ad un’educazione basata sull’umanizzazione eccessiva. Di norma, derivano dal fatto che il proprietario non è in grado di dividere il suo spazio da quello del suo animale.

Perché siamo iperprotettivi nei confronti dei nostri animali?

L’iperprotettività inizia quando proiettiamo l’immagine di un bebè innocente sul nostro animale. Iniziamo a credere che il cane abbia bisogno di essere difeso e allontaniamo qualsiasi tipo di minaccia esterna.

Sebbene sembri una dimostrazione d’affetto, le cure eccessive rappresentano l’inizio dell’umanizzazione. Proteggere troppo il vostro animale non aumenterà la sua forza e la sua resistenza, ma tutto il contrario. Impedirà al vostro amico peloso di sviluppare i suoi istinti correttamente, rendendolo ancora più vulnerabile.

Perché è così difficile trattare gli animali come animali e le persone come persone?

La maggior parte degli psicologi affermano che ciò è un chiaro segno della trasformazione del concetto di famiglia. All’inizio, questo fenomeno era rivolto verso l’individualismo dei nostri tempi, mentre oggi un animale appare come l’unico anello di collegamento per molte famiglie.

Tuttavia, ciò dimostra la difficoltà umana di comunicare con i propri simili. Inoltre, si tende a dubitare della fedeltà degli esseri umani e a considerare gli animali più onesti.

Esistono vari studi sulla psicoanalisi che indicano che questa svalutazione eccessiva porta a danneggiare la nostra autostima e la nostra capacità di socializzazione.

Come evitare l’aggressività nei cani causata da un atteggiamento iperprotettivo?

Sono i padroni di animali a dover fare il primo passo per evitare l’aggressività nei cani. Ciò significa smettere di umanizzarli e iniziare a stabilire dei limiti tra i vostri momenti e i loro momenti.

cane sul letto

Il cane deve imparare a rispettare gli spazi riservati alle persone, e tutto parte da delle piccole dimostrazioni. Per esempio: non abituatelo a salire sul letto o a chiedere del cibo mentre state a tavola.

Dovete tenere in considerazione anche il fatto che gli animali hanno le proprie necessità, un loro modo di capire e di percepire il mondo che li circonda. Il loro organismo non è come il nostro, e neanche il linguaggio e il modo in cui si esprimono. Se capirete tutto questo, rispetterete il vostro migliore amico e gli donerete una corretta educazione.

Dovete far sentire l’animale parte integrante della famiglia, ma non il leader della casa. Un cane che assume il ruolo di alfa sviluppa  più facilmente dei comportamenti aggressivi per il fatto di dover proteggere il suo “branco“. E per questo, ovviamente, dimostrerà  la sua iperprotettività verso altre persone e animali sconosciuti.

E’ fondamentale imparare a dirgli di no. Che vi piaccia o meno, negare qualcosa è necessario per una convivenza pacifica.

A questo proposito, molti specialisti sottolineano l’importanza di insegnare al cane i comandi di base e ad ubbidire. E’ importante anche iniziare il processo di socializzazione durante le sue prime 20 settimane di vita.

Per ottimizzare il processo di apprendimento dell’animale, è fondamentale usare il rinforzo positivo per ricompensare i buoni comportamenti; oltre al non utilizzare qualsiasi tipo di violenza “correttiva”.

Infine, è importante ricordare che l’aggressività per un atteggiamento iperprotettivo può presentarsi in cani di tutte le razze ed età. Quindi, è fondamentale educare il vostro amico a 4 zampe già dalle prime settimane di vita.