Come aiutare un cane che ha la fobia dei rumori

· 6 luglio 2017

Tutti i cani corrono a nascondersi quando sentono i fuochi d’artificio, la sirena di un’ambulanza o qualche suono forte a cui non sono abituati. Tuttavia, bisogna capire quando questa paura si è trasformata in fobia. Ci sono cani che saltano al minimo rumore e che non sopportano un suono leggermente più alto del normale. A seguire vi presentiamo tutto quello che bisogna sapere sui cani che hanno la fobia dei rumori.

Possono innervosirsi ed avere persino la tachicardia. Con il tempo, questa condizione potrebbe essere altamente nociva per la loro salute, dunque è nostra responsabilità aiutarli a superare tale fobia.

Perché sorge la fobia dei rumori?

Anche se la fobia dei rumori viene associata quasi sempre ad un trauma subito, non è così nel 100% dei casi, come ci viene spiegato dai veterinari.

Se il cane ha la fobia dei rumori come conseguenza di un trauma, è sufficiente un forte rumore per spaventarlo. Può reagire in modo inaspettato e sviluppare una fobia nei confronti di questo ed altri rumori per tutta la vita.

La fobia dei rumori può essere curata se si interviene in tempo. Tuttavia, un ritardo può causare gravi conseguenze all’animale.

Un animale con la fobia dei rumori, inoltre, può essere aggressivo, sfuggente e persino distruttivo. Caratteristiche che si ripercuoteranno negativamente anche su di noi.

Sono capaci di prevederli

Gli animali con la fobia dei rumori sono capaci di prevedere quando stanno per verificarsi.

Secondo uno studio di etologia dell’Università Autonoma di Barcellona, “il 30% dei cani è capace di anticipare che si produrranno rumori di cui hanno paura. Questo li porta ad esprimere la loro angoscia persino prima che i rumori si verifichino e a provare a scappare verso un luogo che considerano sicuro”.

Non è una novità, ciò è ampiamente relazionato con il meccanismo di riflesso. Si tratta di un meccanismo di cui disponiamo anche noi esseri umani e che ci aiuta ad agire proprio nel momento precedente al verificarsi di un evento.

Sette passaggi per aiutare un cane con la fobia dei rumori

Se il vostro cane ha la fobia dei rumori e volete aiutarlo, non lasciatevi scappare questo protocollo che permette di creare una zona di sicurezza in casa nella quale il cane si senta tranquillo e non abbia la necessità di scappare.

Prima di tutto dovete determinare se il vostro cane ha la fobia dei rumori o meno. In caso affermativo, procedete come segue:

  • Creare una zona di sicurezza. Dovrà essere un luogo nel quale entri solo il vostro animale e che sia buio. L’animale dovrà sentirsi protetto in esso, così da rifugiarcisi quando sentirà rumori di cui ha estrema paura. In questo modo, eviterà di farsi male sbattendo contro mobili o altri oggetti in giro per casa quando inizia a correre impazzito.
  • L’ingresso alla zona deve essere sgombro. In un primo momento potrete usare il trasportino, ma in ogni caso l’accesso alla zona deve essere sempre libero e aperto in modo che l’animale vi possa entrare quando lo desidera. È una buona idea coprirlo con una coperta in modo che attutisca il rumore.
  • Cercare una zona tranquilla. Scegliete lo spazio più tranquillo della casa e create in esso il rifugio del cane; potete farlo anche nella zona in cui è solito fuggire quando sente i rumori.
  • Mantenere la calma. Se il vostro animale vi vede nervosi perché lui è nervoso, ciò peggiorerà di molto le cose. Lasciatelo tranquillo e non provate a calmarlo, i nervi potrebbero indurlo a fare qualcosa che non vuole, ad esempio mordervi.
  • Accompagnarlo. Potete accompagnarlo stando accanto a lui nella stanza in cui vi è il suo rifugio, semplicemente affinché noti la vostra presenza. Sussurrategli parole di conforto perché si calmi.
  • Non obbligarlo ad uscire. Sa di poter uscire quando vuole, quindi dategli il suo tempo. Quando si sentirà rilassato e sicuro, lo farà. Non forzatelo, dato che questo non lo aiuterebbe affatto.

Per concludere

Questo è quanto potete fare per il vostro cane. È superfluo, inoltre, ricordare che spaventarlo con certi rumori non è affatto uno scherzo divertente. Se vedete che gli viene sempre più difficile calmarsi o che la fobia aumenta, portatelo da uno psicologo per animali.