4 cose di cui i cani hanno molta paura

22 Aprile 2017

Anche se uno dei nostri principali motivi di orgoglio è il fatto che “il mio animale è il più coraggioso del mondo”, ci sono alcune cose che lo possono far tremare di paura. In questo articolo vi spieghiamo quali sono le cose di cui i cani hanno molta paura, così saprete come aiutarlo a ridurre la propria angoscia in queste situazioni.

Attacchi di panico e paure nei cani

Anche se crediamo che gli animali non soffrano come le persone, non è vero. I nostri amici a 4 zampe soffrono di fobie, attacchi di panico e paura. Per non parlare dello stress o dell’ansia che provocano loro certe situazioni o certi cambiamenti.

Per capire se un cane è terrorizzato, possiamo prestare attenzione ad alcuni segnali:

  • Abbaia troppo e con tono acuto
  • Cerca il modo di fuggire o evadere
  • Si distende eccessivamente sul pavimento
  • Cerca disperatamente un posto dove rifugiarsi
  • Urina o defeca in luoghi vietati (anche nella sua cuccia)
  • Trema
  • Ringhia e mostra i denti
  • Tira indietro le orecchie
  • Apre bene gli occhi e le sue pupille si dilatano
  • Mette la coda fra le zampe posteriori

Come aiutare un cane spaventato?

Spesso vogliamo fare qualcosa affinché il nostro cane possa superare la crisi e otteniamo l’effetto contrario: che abbia ancora più paura! Per questo vi raccomandiamo, in primo luogo, di non rimproverarlo né parlargli in tono imperativo. In questi momenti la cosa meno utile è gridare o fare qualcosa che aumenti la sua disperazione.

Non va neanche bene accarezzarlo per cercare di consolarlo, dato che l’animale può interpretare questo gesto come una situazione al di fuori del normale e pensare che esista un qualche tipo di pericolo. Un altro consiglio che vi può essere d’aiuto è quello di non trattenerlo contro la sua volontà. Ciò vuol dire non stringerlo né tirarlo verso di voi, perché ciò gli metterà ancora più ansia e potrebbe anche farlo diventare pericoloso e spingerlo ad aggredirvi.

Infine, non cambiate la vostra routine né dimostrategli che c’è qualche problema. Cercate di agire come se niente fosse e il cane, da solo, si rassicurerà e tornerà alla normalità.

I cani hanno molta paura di…

Sebbene ogni animale sia diverso e ci siano alcune razze o animali considerati “paurosi” in confronto ad altri esemplari, la verità è che in maggiore o minore misura i cani hanno molta paura di:

1. I rumori molto forti

Ciò comprende i tuoni, i temporali, i fuochi artificiali, le grida, gli aspirapolvere, i tosaerba, il phon, le sirene dei vigili del fuoco, ambulanze o polizia, ecc. L’udito dei cani è più fine del nostro (fino a 4 volte più sensibile) e riesce a registrare… 35 mila vibrazioni al secondo! Immaginate come deve essere per loro sentire una pioggia forte che colpisce la finestra.

2. Gli altri cani

Anche se è cresciuto con altri animali domestici in casa, il cane tende a sentirsi un po’ a disagio quando si trova di fronte ad un suo simile. Non si tratta di gelosia, semplicemente non desidera condividere lo spazio con qualcuno della sua specie. Nella maggior parte dei casi, un animale che ha paura degli altri è perché non ha avuto una buona socializzazione da piccolo o è stato allontanato troppo presto dalla madre.

Se a ciò aggiungiamo il fatto che tendiamo ad umanizzare i nostri animali e trattarli come figli, non saranno molto amanti della vita all’aria aperta né dell’interagire con altri simili.

3. Le persone

Tutto dipende dalle esperienze vissute quando era cucciolo. Se, per esempio, in passato è stato maltrattato, è più probabile che abbia paura di qualcuno o qualcosa che sia simile o abbia qualcosa che gli ricordi quel momento traumatico (il manico di una scopa, una cintura, una scarpa, ecc.). I cani non serbano rancore, ma fanno molta fatica a fidarsi nuovamente.

4. I cambiamenti

Se l’animale è troppo viziato e non esce spesso, è probabile che abbia paura delle nuove esperienze come per esempio viaggiare in auto, stare con un bambino piccolo o traslocare.

Queste sono solo alcune delle cose di cui i cani hanno molta paura. Cercate di prevenirle e correggerle per quanto possibile.