Alimenti pericolosi per i pappagalli

· 14 agosto 2018

L’alimentazione dei pappagalli è uno degli aspetti cruciali se tenete questi animali esotici in casa. Ci sono molti cibi proibiti, da evitare assolutamente, che potrebbero provocare intossicazione o persino la morte dei vostri amatissimi uccelli colorati. Ecco allora una guida completa che vi aiuterà a conoscere gli alimenti pericolosi per i pappagalli.

Cosa mangiano i pappagalli?

Come regola generale, i pappagalli dovrebbero mangiare mangimi bilanciati, elaborati appositamente per loro. Senza scordare frutta fresca e semi, che servono per integrare e arricchire la loro dieta. Come regola generale, comunque, è meglio non fare mai esperimenti e, in caso di dubbio, chiedete sempre aiuto e consiglio al vostro veterinario di fiducia. Prima di parlare dei possibili alimenti pericolosi per i pappagalli, vediamo di ricordare qualche informazione pratica:

  • Sebbene ampiamente utilizzate, le miscele di semi hanno lo svantaggio di permettere ai pappagalli di scegliere solo quelli che gli piacciono di più. In particolare semi di girasole e arachidi, che sono quelli che contengono più grassi.
  • Per quanto riguarda gli alimenti e i mangimi, questo tipo di cibo è di solito molto più equilibrato ed, essendo basato su un mix di semi e frutta, il pappagallo non avrà possibilità di scegliere il cibo meno sano. Ecco perché può essere una buona opzione da usare nella dieta, a condizione che sia sempre di alta qualità.
  • La frutta è molto amata da questi uccelli. In particolare banane, melone, pesche, ciliege, mandarini, arance, mango, mele, kiwi, papaia, albicocche o uva.
  • Crescione, cavoli, spinaci, sedano, carciofi, pepe verde, cavolfiori, broccoli, cetrioli, carote o pomodori possono essere forniti a questi uccelli. Anche se le verdure possono essere un po’ più noiose, è una buona idea provarle tutte e capire quale sono le preferite del vostro esemplare.

Una dieta corretta

Una dieta varia ed equilibrata, senza cibi tossici o nocivi, è senza dubbio la più vantaggiosa. Probabilmente, è meglio basare l’alimentazione su mangimi di alta qualità, e questo per almeno il 50% della dieta.

Per quanto riguarda la frutta e la verdura, di cui vi abbiamo dato qualche esempio concreto, dovrà sempre variare. Dategliene ogni giorno, senza però superare il 20-40% della porzione giornaliera di cibo.

Alimentazione del pappagallo

Infine, miscele di semi e legumi potrebbero arricchire la dieta, ma dovrebbero essere prodotti occasionali. Anche latticini senza sale né zucchero possono essere un buon metodo per arricchire e rendere meno monotona l’alimentazione di questi coloratissimi volatili.

Per soddisfare i bisogni etologici di questi animali, vi suggeriamo di depositare il cibo non in ciotole basse ma di usare alimentatori speciali, che serviranno come arricchimento ambientale per il vostro animale domestico.

Alimenti pericolosi per i pappagalli: frutta e verdura

Naturalmente, la maggior parte degli alimenti trasformati per il consumo umano, sono da considerarsi cibi proibiti per i pappagalli. Ecco perché, poco fa, abbiamo preferito specificare quelli che sono i prodotti sani e giusti da dare a questi animali. E’ una vostra responsabilità quella di tutelare la salute alimentare dei vostri amici volatili.

Non tutta la frutta fa bene ai pappagalli. Ci sono frutti molto pericolosi e tossici a cui dovrete fare molta attenzione. Per esempio l’avocado: ha un elemento chiamato persina, che causa uno shock cardio-respiratorio. Un altro frutto che non è raccomandato è l’anguria, a causa del suo alto contenuto di glicoalcaloidi.

Melanzane, patate e altri tuberi contengono solanina, una tossina per la maggior parte delle specie animali. Questi possono essere eliminati dalla cottura completa, ma è preferibile evitarli del tutto. Aglio e cipolla sono altri alimenti pericolosi per i pappagalli, così come per la maggior parte delle specie animali, in quanto possono generare anemie abbastanza forti.

Pappagallo mentre si ciba da un alimentatore all'aria aperta

Il consumo di semi di frutta è sconsigliabile, poiché molti contengono cianuro, letale se assunto in dosi eccessive. Sebbene gli agrumi a volte appaiano come cibo proibito per i pappagalli, possono essere somministrati perfettamente, senza abusarne. Il rischio è di provocare un attacco di diarrea nel volatile.

Altri alimenti pericolosi per i pappagalli

Il miele è un ingrediente scarsamente digeribile da questi animali, dato che altera il microbiota intestinale e produce infiammazione dello stomaco, nota come gastrite.

Anche caffè e tè sono alimenti pericolosi per i pappagalli, a causa dell’elevato contenuto di caffeina e teina. Producono l’iperattività e persino problemi cardiaci.

Un altro alimento tossico è il cioccolato, il grande veleno per cani e molti altri animali, compresi questi uccelli. La teobromina stimola il sistema nervoso e può causare convulsioni, vomito, diarrea e morte. Non dovrete mai dare della cioccolata a nessun animale. In caso di ingestione accidentale, vi consigliamo di portare immediatamente il pennuto dal veterinario.

Anche se è ovvio, l’alcol, il sale o il cibo per cani (e gatti) sono tutti alimenti molto pericolosi per il vostro pappagallo, che non dovranno mai essere somministrati, per nessun motivo.

Se avete un pappagallo in casa, segnatevi con attenzione queste informazioni di base riguardanti gli alimenti pericolosi per questi uccelli. Grazie alla conoscenza e alla prevenzione, potrete evitare problemi gravi di salute a questi volatili che, come abbiamo visto, hanno delle esigenze alimentari specifiche e che, per il loro benessere, vanno sempre rispettate.