Anche gli animali domestici possono soffrire di acne

14 maggio 2018

Forse potrà sembrarvi impossibile, eppure anche cani e gatti possono soffrire di acne. Come nelle persone, anche negli animali domestici questo problema può essere dovuto a vari fattori. Per esempio, disturbi ormonali o fattori ereditari associati a questa condizione.

L’acne negli animali domestici è dovuta all’infezione di un follicolo pilifero sulla pelle. Sebbene non abbia importanti conseguenze mediche, è bene non sottovalutarla e curarla adeguatamente.

Questa eruzione cutanea può presentarsi durante la pubertà animale, tra i 3 e i 12 mesi di vita. Solo in casi sporadici, l’acne si presenta in esemplari adulti.

Cos’è l’acne negli animali domestici?

Questo disturbo può colpire la testa, le zampe e la colonna vertebrale del vostro animale. E’ possibile che l’acne si presenti anche su muso e genitali. Questa infezione della pelle è più comune nei cani a pelo corto, poiché i follicoli vengono ostruiti più facilmente dal sebo. La presenza di brufoli, comunque, può essere riscontrata anche nei gatti.

cane bianco sdraiato sul prato
Autore: Cody Wellons

Va notato che l’acne negli animali domestici si verifica come nelle persone: piccoli arrossamenti della pelle, con presenza di pus. In alcuni casi, il brufolo si sviluppa internamente. Provoca maggior fastidio, ma non sviluppa la classica protuberanza di color biancastro.

Molte volte i brufoli possono passare inosservati, quindi è importante controllare bene la pelle dell’animale, per esempio quando lo lavate. Anche quando lo coccolate o eseguite la spazzolatura giornaliere, dovrete fare attenzione a notare eventuali protuberanze.

Negli animali, l’acne può causare prurito o fastidio, portando cani e gatti a grattarsi in modo eccessivo. Se si verificano delle lesioni, dovrete evitare che si creino ulteriori infezioni. Mantenete pulita e disinfettata la zona colpita da questo problema.

Come curare l’acne negli animali domestici?

L’acne si evolve e migliora una volta raggiunta l’età adulta. Quando l’animale compie un anno, i brufoli iniziano a scomparire o diventano impercettibili.

Tuttavia, in presenza di acne potete prendere alcune contromisure per migliorare l’aspetto del vostro animale. Allo stesso modo, potrete trattare i disturbi connessi alla patologia.

  • In primo luogo, è importante mantenere il cane pulito. L’uso di uno shampoo per animali riduce la presenza di grasso o di sebo nella pelle, che causa l’intasamento dei pori.

La pulizia diventa ancora più necessaria se la quantità di brufoli è più evidente. Ovviamente, in base al tipo di razza e di pelo, è sconsigliabile lavare il cane ogni giorno. In alternativa, vi consigliamo di trattare la zona colpita da acne con del cotone bagnato con acqua ossigenata.

  • I prodotti non adatti agli animali non dovrebbero mai essere applicati. Tra le altre cose, perché potrebbero ulteriormente irritare l’area interessata o innescare qualche allergia.
  • Prodotti sviluppati per la cura dell’acne nelle persone, possono seccare troppo la pelle degli animali.
  • I brufoli non vanno spremuti. Questo può aggravare l’infezione e persino provocare un ascesso. Una volta che il brufolo matura, si apre da solo e scompare.
  • È sempre importante visitare il veterinario. Lo specialista analizzerà il caso per escludere eventuali squilibri ormonali, specialmente nel caso di un animale adulto.
  • Solo in alcuni casi è consigliabile utilizzare antibiotici o antinfiammatori, in genere quando l’acne è cronica. Ricordate sempre che la fornitura di qualsiasi farmaco deve essere effettuata sotto la supervisione dello specialista.

Rimedi naturali contro l’acne animale

Ancora una volta, vi ricordiamo che ogni cura dovrà sempre essere prescritta dal veterinario. Ad ogni modo, ci sono alcuni trattamenti topici che potrete usare per curare l’acne dei vostri animali domestici. Il primo passo è sempre quello di pulire l’area interessata.

un cagnolino con la testa e la zampa appoggiate su una tavola
Autore: Tim
  • Ad esempio, la calendula è una pianta nota per i suoi effetti antinfiammatori e antisettici. Si consiglia di diluire 5 gocce di tintura di calendula (e non la pianta direttamente, che può essere dannosa) in 100 millilitri di acqua. Poi applicate l’impacco sull’area interessata.
  • Un altro trattamento consigliato prevede l’uso di aloe vera, che potrete trovare in diversi formati. Gel, tintura e crema. Se possibile, scegliete sempre la formula più naturale, dal momento che i prodotti commerciali presentano spesso profumi o coloranti. L’aloe vera è una pianta astringente che riduce rapidamente l’acne.
  • Anche le foglie di tè verde hanno proprietà curative contro brufoli e arrossamenti della pelle. È possibile applicarle come impacco o direttamente sulla zona interessata. Serviranno come un comodo anti-infiammatorio naturale.
Guarda anche