Animali sui mezzi pubblici: cosa dice la legge?

La sicurezza degli animali quando si pensa ai loro viaggi e spostamenti è il principale fattore da prendere in considerazione; per questo motivo, esistono dei regolamenti a livello europeo e nazionale.
Animali sui mezzi pubblici: cosa dice la legge?

Ultimo aggiornamento: 04 giugno, 2021

Il possesso di un cane implica responsabilità e l’adozione di abitudini corrette in ogni circostanza. Fortunatamente, è consentito viaggiare con i nostri animali sui mezzi pubblici. Tuttavia, è necessario farlo nel pieno rispetto delle leggi vigenti.

Esistono sia delle disposizioni legislative nazionali, come il Codice della Strada e i regolamenti emanati dalle varie province e comuni per il trasporto extraurbano e urbano. Inoltre, anche le singole compagnie aeree e di navigazione, possono stabilire alcuni limiti al trasporto degli animali. A continuazione, passeremo in rassegna i diversi mezzi di trasporto.

Viaggiare in aereo dipende da ogni compagnia aerea

Viaggiare in aereo con gli animali domestici è stato uno dei punti più controversi negli ultimi tempi in termini di protezione degli animali. Oggigiorno, molte compagnie aeree forniscono questo servizio. Tuttavia, essendo compagnie private si riservano il diritto di ammissione.

Viaggiare in aereo con il proprio cane.

In pratica, ogni compagnia aerea decide se permettere il trasferimento di animali e stabilisce le regole che ritiene necessarie. A livello legale, ciò che è richiesto è l’identificazione tramite microchip e il passaporto speciale dell’animale. Quest’ultimo serve a dimostrare che il cane sia stato vaccinato contro la rabbia e ha avuto altri trattamenti preventivi.

Di solito, l’animale viaggia in uno speciale trasportino. Nel caso dell’Unione Europea, ogni paese ha le proprie regole per permettere il passaggio di animali domestici stranieri. Per esempio, i cani devono essere trattati preventivamente contro il parassita Echinococcus per entrare in Finlandia, Irlanda e Malta.

Condizioni per viaggiare in treno con gli animali domestici

Esistono alcune autorizzazioni e regolamenti per viaggiare in treno con gli animali domestici. Di solito, con i cani di piccola taglia è possibile viaggiare con il trasportino sulle ginocchia. Ad esempio, Trenitalia consente anche il trasporto di cani di grossa taglia, tuttavia, è bene informarsi prima sui requisiti e limitazioni. In ogni caso, dipende anche dal tipo di treno, se regionale, suburbano o lunga distanza.

Animali sui mezzi pubblici, in treno col cane.

Per esempio, nei treni per pendolari esistono alcune restrizioni sugli orari. Ad esempio, negli orari di punta alcune aziende di trasporto non consentono di salire a bordo con animali. Mentre, nelle fasce orarie consentite, è possibile viaggiare con gli animali. I cani di piccola taglia potranno viaggiare con un trasportino, mentre quelli di grossa taglia dovranno essere mantenuti al guinzaglio e con la museruola.  Ovviamente, il proprietario è responsabile di qualsiasi danno commesso dal suo animale domestico.

Inoltre, in base alla taglia dell’animale, può essere necessario acquistare un biglietto ridotto. Solitamente, negli animali di piccola taglia non è necessario acquistare un biglietto. Anche nel caso dei cani guida per non vedenti, non è richiesto l’acquisto di un titolo di viaggio per l’animale.

Animali sui mezzi pubblici: possono viaggiare in metropolitana?

Anche nel caso della metropolitana, è consentito viaggiare con i propri animali. Tuttavia, è necessario conoscere i regolamenti che possono cambiare da un azienda di trasporto ad un’altra o da un comune all’altro.

Viaggiare col cane sulla Metro.

Naturalmente, le regole sono di solito più stringenti su questo tipo di mezzi. Questo perché è uno spazio chiuso che ospita un gran numero di persone. Ad esempio, nel caso della Metro di Milano, si devono rispettare i seguenti requisiti:

  • Cani, gatti e altri animali domestici di piccole dimensioni custoditi in apposito contenitore il cui lato maggiore non superi le dimensioni di 50 cm (massimo due contenitori per passeggero).
  • Cani di piccola o media taglia muniti di museruola e tenuti al guinzaglio sono ammessi dall’inizio del servizio fino alle 7.30, dalle 9.30 alle 17.30 e dalle 20.30 a fine servizio. È ammesso il trasporto di un cane per vettura.
  • I cani che accompagnano persone non vedenti o ipovedenti sono ammessi in vettura senza limitazioni di orario, anche se non muniti di museruola. Il cane dovrà indossare la museruola solo se esplicitamente richiesto dal personale ATM o dai passeggeri.
  • Gli animali trasportati devono essere tenuti in modo da non arrecare disturbo ad altri passeggeri; non devono ingombrare i passaggi né le porte di salita e discesa.
  • I passeggeri che accompagnano animali ne sono responsabili e quindi sono tenuti al risarcimento di eventuali danni causati a persone, mezzi o cose.

Animali sui mezzi pubblici: Autobus e altri mezzi di trasporto

Nel resto dei casi, tutto dipende di solito dall’azienda in questione. Ci sono linee di autobus che permettono il trasporto di animali in determinate condizioni di protezione. Tuttavia, la maggior parte delle aziende di trasporto ammettono gli animali domestici. Il passeggero deve avvisare del viaggio e, in molti casi, comprare un biglietto speciale.

Nei taxi e nel car sharing la questione è simile: tutto dipenderà dai servizi offerti da ogni compagnia. Mentre, per quanto riguarda il trasporto marittimo, è sempre stato più adatto agli animali. In questi casi, ci sono di solito aree attrezzate per offrire agli animali domestici un soggiorno. In breve, questa è la realtà di viaggiare con i propri animali sui mezzi pubblici.

Potrebbe interessarti ...
Come viaggiare sui mezzi pubblici con un animale domestico
I Miei AnimaliLeggilo in I Miei Animali
Come viaggiare sui mezzi pubblici con un animale domestico

È possibile viaggiare sui mezzi pubblici con un animale domestico: basta rispettare le regole del posto e rispettare il suo processo di adattamento.