I documenti per viaggiare con animali domestici dentro e fuori UE

22 Luglio 2019
Per viaggiare con animali domestici, sia a livello nazionale che internazionale, esistono alcuni obblighi che i padroni devono rispettare in merito ai documenti che devono portare con sé. Qual è la documentazione richiesta?

Fortunatamente, viaggiare con animali domestici all’interno e all’esterno dell’Unione Europea è sempre più facile. Le compagnie aeree, gli hotel, i negozi e i siti di interesse culturale sono sempre più flessibili nei confronti della presenza di animali all’interno dei propri locali.

Ciononostante, prima di intraprendere un viaggio con il vostro animale domestico, è fondamentale che vi procuriate le documentazione necessaria per trasportarlo e introdurlo nel luogo della vostra destinazione. Per aiutarvi, in questo articolo riassumeremo tutto ciò che avete bisogno di sapere prima di viaggiare con il vostro miglior amico.

Informazioni utili da assumere prima del viaggio

Per viaggiare con animali domestici, la prima cosa da fare consiste nel sapere quali sono i requisiti richiesti dalla vostra destinazione per l’ingresso con animali, perché ogni paese o comunità possiede la propria legislazione in merito.

Si consiglia sempre di cercare in anticipo queste informazioni, in modo da poter preparare le pratiche e i documenti necessari. In particolar modo quando si desidera viaggiare con animali domestici esotici o con razze di cani considerate potenzialmente pericolose.

La maggior parte dei paesi e delle comunità stabilisce un limite alla quantità di animali domestici che una persona può introdurre nel proprio territorio. Nel caso dell’UE, la normativa vigente afferma che ogni persona può viaggiare portando con sé un massimo di cinque animali. Esistono però delle eccezioni, come nel caso dei viaggi svolti per concorsi, gare o esibizioni.

Nel caso in cui si tratti di un viaggio aereo, sarà anche necessario verificare quali compagnie accettano di trasportare il vostro animale domestico. Ci sono compagnie, come Air Europa e Iberia, che consentono agli animali domestici di viaggiare in cabina accanto ai propri padroni.

Bisogna ricordare che il peso massimo dell’animale, sommato a quello del trasportino, deve essere al massimo di otto chili, e che le dimensioni del trasportino non possono superare i 50 centimetri di lunghezza, i 40 di larghezza e i 20 di profondità.

D’altra parte, però, esistono anche compagnie che offrono il servizio di trasporto di animali esclusivamente in stiva, indipendentemente dal loro peso, dimensioni o razza. Inoltre, alcune compagnie non accettano di trasportare cani potenzialmente pericolosi, mentre altre vietano del tutto la presenza di animali a bordo.

per viaggiare con animali domestici sono necessari alcuni vaccini obbligatori

Documentazione necessaria per viaggiare con animali domestici nell’UE

Per entrare in qualunque paese dell’Unione Europea, ogni padrone dovrà portare con sé la seguente documentazione del suo animale domestico, debitamente aggiornata:

  • Passaporto europeo per gli animali da compagnia: il documento ufficiale del vostro animale domestico deve essere firmato e timbrato da un veterinario professionista. Deve contenere i dati relativi all’animale domestico e al suo padrone, il numero del suo microchip, i vaccini effettuati sull’animale con la data di somministrazione e le specifiche tecniche richieste.
  • Vaccini obbligatori: per entrare nei paesi membri dell’UE, l’unico vaccino obbligatorio è quello antirabbico. Deve essere somministrato almeno 21 giorni prima della data del viaggio e la sua durata massima è di un anno.
  • Sverminazione: è necessario che il cane abbia subito un trattamento antiparassitario (più specificamente, contro la tenia) almeno tre o cinque giorni prima del viaggio.
  • Prelievo del sangue: alcuni paesi, come il regno Unito, richiedevano un’analisi del sangue 30 giorni dopo la vaccinazione contro la rabbia. Se la vostra destinazione richiede che questo requisito sia soddisfatto, è utile fare una ricerca per informarsi in merito.
  • Microchip omologato: gli animali domestici che viaggiano verso l’UE devono essere debitamente identificati mediante un microchip omologato. Il dispositivo, alloggiato sotto la pelle dell’animale, deve soddisfare i requisiti dello standard internazionale ISO 11784 o dell’allegato A della normativa ISO 11785.

Per sapere come ottenere il Passaporto europeo per gli animali da compagnia, vi consigliamo di leggere le informazioni offerte dalla Federazione dei Veterinari d’Europa, nella quale vengono descritti in dettaglio i requisiti richiesti per lo svolgimento di questa pratica. Per accedere alle informazioni della FVE, cliccate qui.

per viaggiare con animali domestici dentro l'UE è necessario un passaporto europeo per gli animali da compagnia

Requisiti per viaggiare con animali domestici al di fuori dell’UE

Alcuni paesi che non sono membri dell’UE possono esigere la presentazione di un certificato ufficiale per l’ingresso con animali domestici nel proprio territorio. Anche in questo caso, vi raccomandiamo di consultare la normativa specifica della vostra destinazione, per sapere con precisione quali sono le pratiche necessarie.

Nelle righe che seguono, vi riassumiamo la documentazione fondamentale per viaggiare con animali domestici al di fuori dell’UE:

  • Libretto sanitario aggiornato: in questo documento devono essere riportate le vaccinazioni, le sverminazioni e gli eventuali trattamenti e interventi chirurgici ai quali è stato sottoposto l’animale.
  • Certificato di buona salute: dovrà essere emesso da un veterinario e avrà una validità di 7 o 10 giorni, in base al paese.
  • Vaccini: la maggior parte dei paesi richiede solo la vaccinazione antirabbica. È possibile, però, che siano necessarie anche quelle contro il cimurro, il parvovirus, l’epatite o la leptospirosi.
  • Sverminazioni: si raccomanda che vengano effettuate nella stessa settimana del viaggio, al massimo cinque giorni prima della partenza.
  • Certificato ufficiale: equivale al passaporto europeo e deve essere emesso dall’organo competente del paese dietro presentazione del certificato di buona salute dell’animale. Alcuni paesi richiedono che l’animale domestico sia presente al momento dell’emissione del certificato.

Grazie a queste informazioni, vi sarà molto più facile godervi le vostre vacanze in compagnia del vostro miglior amico. Inoltre, ricordate che il vostro animale domestico deve abituarsi al trasportino almeno un mese prima del viaggio.

  • exteriores.gob.es. Viajar con animales de compañía. Extraído de: http://www.exteriores.gob.es/Consulados/BATA/es/Consulado/Documents/VIAJAR_CON_ANIMALES_ES_ES%20AENA.pdf
  • Maria Burguera Barrera, Maria Cardona Roig, Carola Capdevila Bertrán. Transporte de animales de compañía en la Unión Europea. Extraído de: https://ddd.uab.cat/pub/trerecpro/2011/80079/transporte_de_animales_de_compania_en_la_union_europea.pdf