Aye-aye, la scimmia più rara del mondo

· 24 Febbraio 2019
Questa scimmia, chiamata aye-aye, è l'unico membro esistente della famiglia, ed è il solo animale imparentato con l'aye-aye gigante, che si è estinto circa 1000 anni fa

Esistono molte specie di primati al mondo, e alcune sono sconosciute, come il caso dell’aye-aye. 

Questo parente dei lemuri ha un aspetto molto strano, e per questo la popolazione locale lo teme. Conosciamo meglio l’aye-aye.

Conosciamo la scimmia più rara del mondo

La scimmia più rara del mondo è probabilmente l’aye-aye, (Daubentonia madagascariensis), un primate strepsirrino che vive solo in Madagascar ed è l’unico membro della sua famiglia e del suo ordine.

Si conosce solo un animale imparentato con l’aye-aye, ed è l’aye-aye gigante, un primate che si è estinto meno di 1000 anni fa e che pesava almeno il doppio della specie attuale.

Caratteristiche della scimmia più rara del mondo

L’aye-aye ha un pelo lungo e una coda folta, tanto che all’inizio veniva confuso con uno scoiattoloE’ completamente nero tranne che sul muso, che è più chiaro, anche se si possono trovare degli esemplari marroni.

Aye-aye su albero

Pesa circa 3 kg e misura più o meno quanto un gatto domestico adulto, e può vivere fino a 23 anni.

Ha degli occhi grandi e gialli che gli donano un aspetto abbastanza inquietante.

L’aye-aye partorisce solo un cucciolo, in modo simile al lemure. Questo sta sulle spalle della madre per vari mesi. 

Attira l’attenzione perché, come altri mammiferi come il coati, costruisce dei nidi – dove si rifugia durante il giorno – simili a quelli degli uccelli, che si trovano sempre a più di 12 metri dal suolo.

Lo strano dito della scimmia più rara del mondo

Dalle abitudini notturne, l’aye-aye vive sugli alberi e si alimenta di larve di insetti. Il suo modo di localizzare il cibo è molto particolare: possiede un terzo dito lungo e ossuto che utilizza per scovarli.

Lo fa colpendo in modo ritmico il legno, e insieme alle sue enormi orecchie percepisce quando ci sono dei buchi e del legno in decomposizione sotto la corteccia.

Questo comportamento è molto simile a quello di alcuni uccelli come i picidi, ma non si era mai visto nei mammiferi.

Aye-aye su tronco albero

Questo strano dito è anche fonte di leggende: l’aye-aye è considerato un animale di malaugurio, quindi la gente del posto teme di essere indicata da questo dito deformato e poi di ammalarsi gravemente. 

La sua dieta non si basa solo sulle larve, ma anche sulla frutta e sulle foglie. Li consuma in modo strano, ecco perché è considerato il primate più raro. L’aye-aye rosicchia il guscio delle frutta e poi estrae la polpa con il suo terzo dito.

Habitat dell’aye-aye

Vive nella foresta tropicale del Madagascar, principalmente ad est dell’isola. La distruzione della foresta a causa degli incendi e per il taglio degli alberi è la principale minaccia per questa specie.

Di fatto, si pensava che questa scimmia fosse scomparsa anche se è stata ritrovata nel 1961. Attualmente viene protetta e si contano 2500 esemplari.