Bo e Sunny, i cani di Obama

Anche se ormai hanno dovuto abbandonarla, fino a poco tempo fa la Casa Bianca ha ospitato due inquilini molto speciali. Si tratta di Sunny e Bo. Oggi conosceremo insieme i cani di Obama.

Il secondo ad arrivare è stato proprio Sunny, pettinato di tutto punto, per fare compagnia insieme al suo “fratellino” al presidente nella famosa Stanza Ovale, accompagnandolo nelle sue passeggiate notturne.

Al tempo, l’arrivo di Bo nella Casa Bianca nel 2009 diede una visibilità incredibile a questa razza, famosa negli Stati Uniti ed introdotta per la prima volta negli anni ‘60.

Cani famosi: Bo e Sunny, i cani di Obama

Durante gli ultimi otto anni sono stati gli animali domestici più famosi in tutti gli Stati Uniti. Si chiamano Bo e Sunny e sono i due cani d’acqua portoghesi della famiglia Obama. La razza è stata scelta perché Malia, una delle due figlie di Obama, è allergica ai peli, e questa è una delle razze più indicate in questi casi. 

I due si distinguono perfettamente perché la pancia e le zampe di Bo sono bianche, mentre Sunny è nero da capo a piedi. Entrambi vantano dei riccioli speciali. Infine, Bo, al contrario di Sunny, è stato un regalo.

Accolgono le persone alle feste

Negli Stati Uniti li hanno amati tutti. Erano considerati dei veri e propri membri della famiglia presidenziale, partecipando a tutte le celebrazioni ufficiali Natalizie o di Pasqua.

Quando la fitta agenda dell’ex presidente degli Stati Uniti glielo permetteva, Barack Obama usciva a passeggio con i suoi cani per i giardini della Casa Bianca. Talvolta ha persino concesso loro di fargli compagnia nella Stanza Ovale.

Due star mediatiche pelose

Ma c’è di più. Oltre ad essere diventati i protagonisti di vignette umoristiche e programmi televisivi, i cani di Obama, Bo e Sunny, si sono rivelati gli sponsor ideali per tutte le migliori campagne dell’ex presidente degli Stati Uniti.

I due cani sono adorabili e, di fronte a tanta bellezza canina, sarebbe difficile non lasciarsi tentare di fronte a qualsiasi iniziativa in cui appaiano loro due.

Se il presidente e sua moglie lanciavano una campagna per il consumo di acqua negli Stati Uniti, ecco che uno dei loro cani diventava partecipe del progetto apparendo in numerosi video diffusi in rete. Se era previsto un incontro ufficiale con militari, state certi che non potevano mancare anche loro, Bo e Sunny.

La fitta agenda di Bo e Sunny, i cani di Obama

Sappiamo che la vita di un cane può arrivare ad essere alquanto monotona, eppure quella di Bo e Sunny, i cani di Obama, è sempre stata ricca di avventure e impegni. I due cani d’acqua portoghesi di certo non si limitano a mangiare e dormire tutto il giorno.

Bo, con la sua pancia e le sue zampe bianche, e Sunny, completamente nero, sono stati per un periodo gli ambasciatori canini della Casa Bianca, popolari almeno tanto quanto i loro corrispettivi umani.

Gli animali hanno raggiunto una tale fama da doversi munire di agenda e orari ben definiti. Come diceva Michelle Obama, Bo e Sunny hanno avuto un successo non da poco: “Tutti i loro fan vogliono vederli e farsi una foto insieme”, ha detto la Prima Donna. “A inizio mese ricevo un promemoria con tutte le richieste di incontro da organizzare”.

Un compito speciale

Il più grande della coppia canina ha ricoperto un ruolo importante accanto a Dale Haney, giardiniere capo della residenza presidenziale, il quale prevede lunghe corse per tutti i giardini di proprietà – considerati un vero e proprio parco nazionale.

Queste le parole della signora Obama: “Bo si sveglia tutti i giorni e accompagna Dale e tutti gli altri ragazzi che lavorano nel parco. È possibile vederlo in giro, a passeggiare ed annusare tutte le piante che incontra. Credo sia davvero convinto di avere un lavoro, ha preso il tutto molto sul serio… se, per esempio, sono in giardino e mi vede, mi ignora per restare con il suo “team di lavoro”.

Pericolo di sequestro

Bo e Sunny sono talmente amati e benvoluti dai membri della Casa Bianca che, nel gennaio del 2016, sono partiti gli allarmi a causa del tentativo da parte di un uomo di sequestrare i due animali. I Servizi Segreti hanno fermato a Washington un individuo del Dakota del Nord che ha tentato di portare via con la forza i due famosi cani.

Dei nuotatori provetti

I cani d’acqua sono da sempre considerati dei grandi nuotatori, spesso usati in operazioni di salvataggio in mare grazie alle loro grandi zampe.

La razza deve il suo nome al fatto che veniva utilizzata in Portogallo per accompagnare i pescatori. Oltre che come cane da guardia, i cani d’acqua portoghesi lavoravano negli allevamenti di pesci, per il recupero delle reti perse o rotte, e persino come messaggeri canini per le navi a terra.

Fonte delle immagini: www.nationalgeographic.es