Un cane non riconosce il suo padrone dopo che questi ha perso 20 chili

· 11 luglio 2017

È ben noto il legame che esiste tra gli animali e le persone. Molte volte ci sorprendiamo di come un animale riesca ad identificare la sua famiglia dopo aver trascorso diversi giorni senza vederla. Può anche riuscire ad avvertirla a chilometri di distanza quando torna da un viaggio. In questo caso ci sorprende la storia di un cane che non riconosce il suo padrone dopo che questi ha perso 20 chili. Qui di seguito vi raccontiamo questa storia.

Il cane che non riconosce il suo padrone

Da secoli i cani e le persone si intendono a meraviglia. A tal punto che è normale dire che sono i migliori amici del’uomo. Ma a volte questa “connessione” può fallire, soprattutto se il padrone ha cambiato tanto il suo aspetto.

Un uomo era stato per diverse settimane in ospedale. A causa di una malattia perse molto peso. Con più di 20 kg in meno torna a casa, sperando di potersi godere un poco le coccole e i giochi con il suo cane.

Tuttavia, appena mette piede in casa, non riceve il benvenuto che si aspettava. Il suo cane non lo riconosce! L’uomo lo chiama con il suo nome e l’animale cerca di trovare il proprietario di quella voce che suona uguale a quella del suo amico…

Intanto, abbaia a quell’”intruso” che è entrato in casa sua e non sa di chi si tratti. Tutto cambia quando finalmente il cane trova il coraggio di avvicinarsi alla persona in questione e di annusarla un po’.

Si rende subito conto che si tratta del suo padrone, anche se qualcosa è cambiato! In quel momento non riesce a nascondere la sua gioia e comincia a saltargli attorno.

È molto divertente vedere la reazione dell’animale. All’inizio è diffidente, poi è confuso, poi ancora curioso e infine felicissimo.

I cani riconoscono il volto dei loro padroni

Che cosa è successo a questo cagnolino che non è riuscito a riconoscere il suo padrone perché era dimagrito e aveva un aspetto tanto diverso? Sicuramente sarebbe potuto succedere anche ad altri animali nella sua situazione. Secondo alcuni studi, i cani hanno la capacità di distinguere le fattezze dei volti “conosciuti”, sia di persone che di altri cani.

Finora si è ritenuto che questa abilità appartenesse soltanto ai primati e agli esseri umani. Ma ora una ricerca ha confermato che la possiedono anche i cani. Il contatto visivo con il cane è molto importante. Per questo, molte volte ci stupisce il modo in cui ci guarda fisso quando gli parliamo.

Il fatto è che in questo modo può “ricordare” le fattezze di quella persona conosciuta. E anche i suoi movimenti tipici: muovere la bocca quando sorride, aggrottare la fronte quando è irritata, ecc.

Per poter effettuare tale indagine sono state valutate le reazioni di un gruppo di cani volontari nel momento in cui vedevano alcune fotografie dei loro padroni, di persone sconosciute e di altri cani.

Lo studio ha rivelato che i cani si soffermavano a guardare con più attenzione il volto di quelli che erano i loro “familiari”. Mentre, quando non riconoscevano la persona o il cane nell’immagine, vi prestavano meno attenzione e si “dirottavano” verso altri oggetti nell’ambiente circostante.

Uno degli aspetti che più stupì i ricercatori fu il fatto che, anche se i cani riuscivano a riconoscere gli esseri umani, si interessavano di più agli altri cani. Conosciuti o meno. Ciò può essere dovuto al fatto che si sentono più identificati. Cercano di capire se si tratta di una minaccia o di un leader e come agire di fronte a loro.

Quindi, ora lo sapete. Se il vostro cane vi guarda fisso, è perché vi sta raffigurando nella sua memoria e sta riconoscendo le vostre fattezze. A meno che non abbiate perso molti chili in poco tempo e non vi veda da diversi giorni, come è accaduto all’uomo della storia sopracitata. Altrimenti, il vostro cane vi riconoscerà tra milioni di persone.

Fonte dell’immagine: https://i1.wp.com