Che snack dare al cane?

Esistono snack per cani di diversi tipi, come bastoncini, pappette, cibi disidratati, ossa e biscotti. La loro composizione non cambia, quindi la scelta dipenderà dalla preferenza di proprietari e animali domestici.
Che snack dare al cane?
Cesar Paul Gonzalez Gonzalez

Scritto e verificato da il biologo Cesar Paul Gonzalez Gonzalez.

Ultimo aggiornamento: 05 gennaio, 2023

Dare uno snack al cane è una pratica comune tra la maggior parte dei proprietari, in quanto serve da incentivo quando l’animale si comporta bene o semplicemente perché vogliamo darglielo. Anche se dargli un bocconcino di tanto in tanto non fa male, questo potrebbe diventare un problema se gli vengono dati snack inappropriati.

Nei negozi di animali si trova un’ampia varietà di snack per cani. Mentre alcuni forniscono nutrienti o vitamine essenziali alla sua dieta, altri sono formulati per influire su aspetti più specifici come le articolazioni o i denti. Continuate a leggere questo articolo e scoprite che tipo di snack si può dare al cane.

Perché gli snack per cani sono importanti?

Contrariamente a quanto si pensa, lo snack non serve solo a far felice il proprio animale domestico, ma funziona anche come ottimo metodo di rinforzo positivo. Ciò significa che, con un corretto addestramento, incoraggia inconsapevolmente i buoni comportamenti. In questo modo, i cani possono imparare trucchi, seguire i comandi e comportarsi meglio.

Inoltre, gli animali adorano il sapore degli snack e sono felici di mangiarli. Tale associazione è così forte che la considerano un evento fantastico nella loro vita quotidiana. Quindi, incoraggiano lo sviluppo di sentimenti di gratitudine nei confronti dei loro proprietari, il che rafforza notevolmente il loro legame.

Snack per cani

Tipi di snack disponibili per il vostro cane

Gli snack per cani rappresentano un settore economico in forte espansione. Per questo motivo, diversi marchi hanno sviluppato le proprie formule con specifici contenuti nutrizionali. Sebbene molti di questi prodotti servano a soddisfare il palato dell’animale, altri vanno oltre e cercano di fornire ulteriori benefici per la salute. Alcuni degli snack disponibili sono i seguenti:

  • Snack per la cura dei denti (dental stick): utilizzati nei cani adulti o con denti permanenti. Vengono realizzati con ingredienti duri che fungono da abrasivi per rimuovere i batteri della placca.
  • Snack a basso contenuto di grassi e calorie: adatti ai cani in sovrappeso o obesi.
  • Snack con nutrienti aggiuntivi: servono da integratori che aiutano a compensare la carenza di alcuni composti, come calcio, L-carnitina o proteine.
  • Snack con acidi grassi omega: aiutano a migliorare l’idratazione e l’aspetto della pelle e del pelo.
  • Snack per rinforzare le articolazioni: contengono glucosamina e condroitina, agenti condroprotettori che rinforzano la capsula articolare e ne prevengono la degenerazione.
  • Snack ipoallergenici: snack formulati appositamente per eliminare i componenti che causano la maggior parte delle allergie del cane.
  • Snack naturali (cibi freschi come frutta, verdura e carne): sono un’alternativa agli snack commerciali. Contengono molti nutrienti benefici per l’animale, anche se il loro consumo deve essere ben regolato.

È necessario dare gli snack ai cani?

È importante fare presente che gli snack non sono una componente essenziale nella dieta del cane. Ciò significa che non vi è alcuna reale necessità biologica che giustifichi il ricorso ai premietti. Infatti, anche se alcuni comportano ulteriori benefici nutrizionali, possono essere sostituiti da altri tipi di integratori più efficaci.

Vista in un’altra maniera, gli snack sono un modo originale e piacevole di somministrare nutrienti e rendere felice l’animale. Ecco perché i veri benefici degli snack vanno oltre la soddisfazione dei loro bisogni biologici, in quanto gli piacciono molto e costituiscono una fonte di piacere.

Snack e premi dovrebbero essere dati con moderazione.

Attenzione agli snack in eccesso

Come per qualsiasi alimento, l’abuso nel consumo di snack può essere dannoso per la salute del cane. In generale, la maggior parte delle tabelle nutrizionali contempla in genere anche i premi nelle porzioni di cibo giornaliere. Questo perché forniscono più o meno nutrienti che sono eccedenze rispetto alla loro dieta normale.

Di conseguenza, è possibile provocare uno squilibrio metabolico e condizioni come obesità, sovrappeso o il manifestarsi di patologie più gravi come il diabete mellito. Per questo motivo, è meglio fare attenzione alle quantità. È preferibile offrire uno snack al vostro cane solo quando la situazione lo richiede.

Come potete vedere, esiste un’ampia varietà di snack che vengono utilizzati per premiare i cani. Anche se è un bene avere molta scelta, dovreste sempre essere cauti e non aggiungere integratori alimentari di cui l’animale non ha bisogno. Prendetevi cura di lui e cercate di ottenere il suo benessere, senza esporlo a problemi inutili.

Potrebbe interessarti ...
Vantaggi e svantaggi del cibo naturale per cani
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Vantaggi e svantaggi del cibo naturale per cani

Il cibo naturale per cani è un'alternativa al mangime commerciale che può apportare alcuni vantaggi e svantaggi. Scopriteli qui.



  • Laflamme, D. P. (2005). Nutrition for aging cats and dogs and the importance of body condition. Veterinary Clinics: Small Animal Practice, 35(3), 713-742.
  • Greenebaum, J. B. (2010). Training dogs and training humans: Symbolic interaction and dog training. Anthrozoös, 23(2), 129-141.
  • Morelli, G., Marchesini, G., Contiero, B., Fusi, E., Diez, M., & Ricci, R. (2020). A survey of dog owners’ attitudes toward treats. Journal of Applied Animal Welfare Science, 23(1), 1-9.
  • Morelli, G., Fusi, E., Tenti, S., Serva, L., Marchesini, G., Diez, M., & Ricci, R. (2018). Study of ingredients and nutrient composition of commercially available treats for dogs. Veterinary Record, 182(12), 351-351.

I contenuti de I miei animali sono redatti a scopo informativo. Non sostituiscono la diagnosi, la consulenza o il trattamento professionale. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.