Come allevare colombe in casa

· 31 agosto 2018
La moda di allevare colombe in casa continua a conquistare seguaci in tutto il mondo. Vediamo perché.

Anche se piccioni e colombe appartengono alla stessa specie Columba livia, della famiglia dei Columbidi, è poco probabile che vediate una colomba svolazzare in città. I piccioni, al contrario, di colore grigio, rappresentano oggi una vera piaga in molte città. In questo articolo, vi spiegheremo come allevare colombe in casa.

Sono animali intelligenti e socievoli che possono essere facilmente addestrati. Inoltre, contrariamente a ciò che può sembrare, questi sono molto puliti e possono essere allevati in sicurezza. Non confondete, dunque, i piccioni con le colombe che, da moltissimi secoli, vengono selezionate dagli allevatori per diverse ragioni. Questo spiega come mai la moda di allevare colombe in casa continui a conquistare seguaci in tutto il mondo.

Origini e caratteristiche delle colombe

Come detto, genericamente si utilizza il termine “colomba” per indicare numerosi uccelli che compongono la stessa famiglia. Attualmente, ci sono più di 300 diverse razze di colombe distribuite in tutti i continenti. Di diverso colore e con piccole ma significative differenze, il piccione comune, al contrario è considerato una piaga in molti luoghi.

Se osserviamo le nostre strade, per esempio, troveremo numerosi esempi di colombe selvatiche, la razza più popolare al mondo. Queste furono usate come messaggeri per molti secoli e hanno contribuito in modo significativo all’evoluzione della comunicazione tra le persone.

In origine, le colombe mantenevano una dieta onnivora, composta principalmente da cereali, semi e alcuni frutti. Tuttavia, l’adattamento alle grandi città e i cambiamenti alimentari hanno trasformato radicalmente il loro organismo.

Piccioni su una grondaia

Piccioni e Colombe appartengono alla stessa famiglia. La differenza più significativa sta nel loro piumaggio. Inoltre, è difficile vedere in libertà delle colombe, di colore bianco, dal momento che si tratta di razze cresciute e selezionate da allevatori specializzati.

L’organismo delle colombe è simile a quello degli altri uccelli, come nel caso dei pappagalli. Se sono allevate in un ambiente pulito e positivo, si mantengono attive e in ottima salute. Ma quando vivono in luoghi malsani, diventano una possibile fonte di contaminazione e trasmettitori di varie zoonosi.

Allevare colombe: un’attività storica

Al di là di un hobby, l’allevamento di colombe è un’attività che risale a molti secoli fa. La sua diversità estetica, il carattere socievole e la facilità di apprendimento hanno reso possibile un addomesticamento di successo, semplice ed eccitante. Di seguito, riassumiamo le cure essenziali per un allevamento di colombe a casa vostra.

Colombi su una gabbia

Igiene adeguata per le vostre colombe

Le colombe sono animali puliti per natura. Ma come qualsiasi uccello, possono entrare in contatto con numerosi microrganismi e ospitare alcuni parassiti nel loro corpo. Pertanto, è essenziale adottare le corrette abitudini igieniche in modo che allevarle a casa sia totalmente sicuro.

Le gabbie, gli oggetti e gli accessori delle vostre colombe devono essere disinfettati due o tre volte alla settimana. È inoltre essenziale lavare quotidianamente la mangiatoia, la fontanella e il vassoio degli escrementi. In questo modo, sarà possibile evitare la proliferazione di agenti patogeni e mantenere l’allevamento in ottima salute, senza sorprese.

Un’altra buona abitudine è impedire l’accumulo di detriti, cibo o escrementi in qualsiasi accessorio o nella parte inferiore della gabbia. Dovrete offrire porzioni equilibrate di mangime agli uccelli per evitare sprechi e limitare i possibili rifiuti, sempre presenti alla fine di ogni giornata.

Controllo settimanale delle colombe

Una buona pratica, per chi desidera allevare colombe in casa, consiste nel controllare il corpo degli uccelli una o due volte alla settimana. È importante prestare particolare attenzione alle piume e alle zampe, dove solitamente si insinuano i parassiti. Nel momento in cui rilevate una lesione o un’alterazione dell’aspetto, è necessario portare l’animale da un veterinario specializzato.

Colomba bianca e marrone

L’importanza di una dieta equilibrata

Tutti gli animali hanno bisogno di ricevere una dieta equilibrata per rimanere sani, attivi e felici. Un’adeguata nutrizione consente alle colombe di rafforzare il loro sistema immunitario e sviluppare una migliore resistenza fisica.

La dieta di una colomba allevata in casa deve contenere una varietà di cereali capace di fornire grassi, carboidrati e proteine ​​al corpo. Nei negozi di animali ci sono mangimi bilanciati per questi animali. Potrete anche offrire loro dei piatti preparati in casa, con ingredienti naturali. Come mais, sorgo, avena, grano, orzo, riso, lenticchie, carruba, lino, fagioli e semi di girasole.

Si consiglia di offrire piccoli pezzi di frutta e verdura mescolati con i cereali e semi una o due volte alla settimana. Dovete anche ricordare che i pulcini devono ricevere mangimi con un indice proteico superiore, che in natura sarebbe ottenuto principalmente da piccoli insetti.

Preparare l’ambiente perfetto per allevare colombe

L’allevamento delle colombe prevede l’uso di gabbie o colombaie (come nella foto in basso) adeguate alla taglia della razza preferita dall’allevatore. È essenziale evitare la sovrappopolazione, per un fatto igienico e psicologico. L’ideale sarebbe tenere, al massimo, da due a tre uccelli per gabbia.

Casetta di legno per allevare colombe

Si consiglia di coprire il fondo delle gabbie con ghiaia o giornali per garantire sempre la massima igiene. Inoltre, dovrete offrire loro della paglia in modo che possano costruire i loro nidi e deporre le uova dopo la stagione riproduttiva.

Gli alimentatori e le fontanelle dovrebbero essere scelti in base alle dimensioni e alla morfologia della razza scelta per la riproduzione. In questo modo eviterete il costante spargimento di mangime e acqua che potrebbe portare a pericolose contaminazioni.

Dovrete prestare molta attenzione a scegliere la posizione delle gabbie. Le colombe non devono mai essere esposte alle intemperie. E, dato che sono native di climi temperati o caldi, sarà vostra cura mantenere la temperatura ambientale sempre attorno ai 24 gradi.