Come comportarsi quando il cane si frattura un osso

13 Dicembre 2016

Le cadute, le botte e gli incidenti stradali sono le cause più comuni di fratture alle ossa nei cani. Ma non tutte le fratture sono uguali – nei casi più gravi, senza un pronto intervento, l’animale rischierà di morire.

Passi da seguire se il cane si frattura un osso

cane-e-veterinario

Se siete a conoscenza di qualche nozione di primo soccorso, potrete procedere voi stessi ad immobilizzare la zona lesa usando una rivista o un giornale lungo l’estremità colpita, legandolo o posizionandolo a mo’ di benda. In ogni caso, sarà fondamentale recarsi quanto prima dal veterinario, facendo attenzione a muovere il meno possibile l’arto del cane durante il viaggio.

Se non siete sicuri su come immobilizzare la zona o non avete alcun esperienza nello steccare un arto, si raccomanda di non mettervi mano. Così facendo, infatti, correreste soltanto il rischio di danneggiare maggiormente la zona.

Inoltre, è bene sapere che le fratture al di sotto del gomito o del ginocchio e quelle alle articolazioni sono maggiormente inclini a peggiorare qualora il cane si muovesse nel modo sbagliato.

Sappiate che, dopo essersi fratturato una parte del corpo, il vostro cane potrebbe perdere conoscenza. In questi casi, fate in modo di trasportarlo mantenendo la testa sollevata e assicurandovi di non piegare o fare pressioni sul suo collo. Eviterete così che ingoi la lingua e lascerete le vie respiratorie libere. Inoltre, ridurrete il rischio che subisca lesioni nella zona cervicale.

Se avete il sospetto che il vostro cane si sia dislocato o fratturato una parte del corpo, portate l’animale dal veterinario per una consulenza. Evitate inoltre di dargli da mangiare e da bere, poiché potrebbe essere sottoposto ad anestesia, pratica a cui il veterinario ricorrerà sia per un semplice controllo, sia in casi più gravi richiedenti un’operazione chirurgica.

Emergenza sanitaria

Quando si trasporta il cane dal veterinario, è fondamentale agire con prontezza e rapidità. Se l’incidente capita durante il fine settimana o in un giorno festivo, esistono cliniche che offrono servizi di pronto soccorso disponibili 24 ore su 24.

Inoltre, molti centri di soccorso dispongono di ambulanze per il trasporto di animali feriti gravemente. Tenete sempre a mente che, nonostante la frattura possa apparire superficiale, potrebbero essere presenti lesioni interne che renderanno la situazione molto più grave.

Secondo gli specialisti, le fratture che compromettono le ossa piatte si saldano da sole; al contrario, quelle che riguardano ossa lunghe come il femore, e che hanno portato alla rottura del tessuto, guariranno con maggior difficoltà. In alcuni casi potrebbe essere addirittura necessario l’intervento chirurgico o l’applicazione di un gesso, che servirà ad immobilizzare l’arto per un determinato periodo di tempo.

Prevenire le fratture nei cani

cani-che-non-danno-allergia-schnauzer

Il metodo più efficace per prevenire le fratture nel cane è evitare che si avvicini a zone rischiose che possano provocargli il trauma. Esistono alcuni elementi potenzialmente pericolosi come tombini, grondaie, tubi di scarico ecc, che possono causare incidenti con maggiore frequenza. Può persino capitare che l’animale cada dalla finestra, o che incastri la sua zampa da qualche parte, con conseguente fattura.

Se in casa avete un giardino, assicuratevi che non ci siano punti pericolosi in cui l’animale rischi di farsi male. Tappate per bene tutti i buchi in cui potrebbe inserire la zampa e rimanere intrappolato. Se al vostro cane piace affacciarsi alla finestra – soprattutto nel caso si tratti di un cucciolo o sia particolarmente nervoso o attivo –, vi converrà chiudere le finestre o collocare delle balaustre così che non cada di sotto.

Anche gli incidenti stradali sono un’importante causa di fratture per i nostri amici cani, e possono mettere fortemente a rischio la loro vita. Per evitarli, è fondamentale l’utilizzo del guinzaglio. Se fate una passeggiata in campagna e lo lasciate libero, sappiate che spinto dall’istinto di vigilare su di voi, potrà allontanarsi in qualsiasi momento e restare vittima di un incidente per strada, così come cadere in un pozzo o burrone e farsi male.

Casi di maggior rischio

  • I cani anziani corrono maggiori rischi in questo senso. A partire dai 10 anni di età, le loro ossa sono più fragili e le fratture impiegheranno più tempo a saldarsi. Le carenze di calcio dovute all’età, ritardano infatti la guarigione della frattura.
  • Decalcificazione e osteoporosi. In questi casi, le ossa sono più deboli e anche il più piccolo colpo potrà dare origine a una frattura.
  • Cani dinamici, attivi o cuccioli. Soprattutto se l’animale ha libero accesso a un giardino, si consiglia di tenerlo sempre sotto controllo, onde evitare che cada o subisca colpi di qualche tipo.