Conosciamo il Basenji, il cane che non abbaia

9 Dicembre 2016

Sapevate che esiste un cane che non abbaia? Potrebbe essere un’ottima scelta per chi vive in un condominio di vicini sensibili. Scherzi a parte, questo cane appartiene ad una razza rara chiamata Basenji e oggi vi diremo tutto quello che c’è da sapere.

Un cane che non abbaia è forse un animale che difficilmente si riesce a immaginare; continuate a leggere se volete saperne di più.

Il Basenji

Origini

Questo cane che non abbaia è originario dell’Africa e inizialmente veniva utilizzato per la caccia e il riporto. Nell’antico Egitto il basenji era già conosciuto e della sua presenza resta traccia in alcune immagini a bassorilievo.

L’origine di questo cane radica soprattutto nella Repubblica democratica del Congo.

Caratteristiche fisiche

Il basenji è un bel cane dalle orecchie a punta e di dimensioni contenute: 43 cm di altezza alla croce nei maschi e 40 cm per le femmine.

Il pelo è corto e setoso e può essere di tre colori: nero, dorato o tigrato. Si possono trovare anche esemplari tricolori (nero, dorato e bianco). La coda è lunga e arricciata sopra la schiena.

Il peso oscilla tra gli 11-13 chili negli esemplari maschi e 10-12 chili nelle femmine.

Ha le zampe corte, cosa che contribuisce a renderlo un cane di dimensioni ridotte.

Carattere

C’è chi sostiene che il basenji sia un cane per adulti, tuttavia è anche vero che si tratta di un’ottima compagnia per i bambini, grazie al suo carattere tranquillo e affettuoso. Anche da cucciolo è giocherellone, con un certo gusto per distruggere tutto quello che incontra sul suo cammino. Questo è uno dei motivi per cui è importante cominciare con gli esercizi di addestramento da subito.

È irrequieto, testardo e indipendente, ecco perché a volte viene soprannominato il “gatto” dei cani. Ciò nonostante, crea un forte legame con il suo padrone e mal sopporta quando questo lo ignora. Gli si affeziona molto, forse troppo.

Il basenji è un cane obbediente ma anche suscettibile; se avete fatto qualcosa che non gli è piaciuto e subito dopo vi disobbedisce, non pensiate che non abbia capito la vostra richiesta. È pura vendetta, disobbedienza premeditata.

Cure particolari

basenji

Prendersi cura del basenji non è complicato, anche se questa razza è soggetta alla sindrome di Fanconi, una malattia che colpisce i reni. Se non trattata in tempo, può causare nel vostro cane problemi di salute molto gravi.

Può anche soffrire di disturbi visivi o agli occhi, come l’atrofia della retina oppure intestinali; una dieta di qualità è essenziale per evitare questo tipo di problemi.

I cani basenji sono molto puliti e sono caratterizzati dal non avere un odore simile a quello degli altri cani. È bene spazzolarli ogni giorno con una spazzola di setole naturali; così facendo esalterete la setosità e la lucentezza innata del pelo di questo cane particolare.

Ha bisogno di esercizio quotidiano, è un animale attivo, curioso e sempre in movimento. Se ne avete la possibilità, procurategli un fratellino della stessa razza: insieme scaricheranno un po’ di energia in eccesso e vi alleggeriranno questo compito. Inoltre, avere accanto un cane della stessa razza e specie lo renderà felice e lo farà vivere meglio.

Il basenji è un cane poco conosciuto ma adatto a tutti. Se vi danno fastidio i latrati, questo è il cane ideale per voi e per i vostri vicini di casa. Senza contare che, come potete vedere dalle immagini, è un animale davvero meraviglioso. Cosa si può chiedere di più?