Cosa simboleggia l’origami della gru?

22 luglio 2018

La cultura giapponese è piena di tradizioni ancestrali legate agli animali. In questo articolo vi parleremo dell’origami della gru, uno de più famosi nel paese nipponico. Oltre a parlarvi della sua storia, vi sveleremo qual è il suo significato e perché è un simbolo così diffuso, ultimamente anche in Occidente.

Se vi interessa la cultura orientale e vi siete sempre chiesti cosa rappresenta l’origami della gru, non perdetevi il seguente articolo.

Il significato dell’origami della gru

L’origami è l’arte di creare oggetti con la carta e ha migliaia di anni. Tuttavia, l’origami della gru che tutti conosciamo così bene è stata “inventata” abbastanza recentemente: meno di un secolo fa.

Bisogna ritornare con la memoria alla II Guerra Mondiale, quando venne sganciata sulla città di Hiroshima la prima bomba atomica all’uranio (“Little Boy”) il 6 agosto 1945. Questo episodio provocò la morte immediata di 60 mila persona, una cifra che salì a 100 mila dopo pochi giorni, per via delle radiazioni. Tra le persone colpite, c’era anche una giovane bambina, di nome Sadako Sasaki.

Mentre era in ospedale, la sua amica Chizuko le consigliò di fare degli origami della gru, perché se arrivasse a mille avrebbe potuto esprimere un desiderio. Certo, il suo sarebbe stato quello di guarire dalla malattia che l’affliggeva, ma voleva anche che la guerra finisse.

origami della gru appesi

La bambina, purtroppo, morì dopo aver terminato l’origami numero 644. Ma i suoi amici continuarono con la “missione” che sarebbe diventata nota in tutto il mondo e che avrebbe lasciato una grande influenza culturale, come simbolo della lotta contro tutte le guerre.

In onore di Sadako Sasaki venne costruita una statua dove viene ritratta con una gru nella mano. Ogni 6 agosto, i bambini di tutto il paese e del mondo inviano i loro origami in segno di offerta e rispetto, per ricordare questa piccola eroina.

In Giappone, gli origami della gru vengono regalati per augurare salute, felicità, benessere e prosperità ad una persona cara. Ad esempio, quando una coppia si sposa, quando nasce un bambino o quando qualcuno è malato. Spesso è anche un simbolo di amore e viene scambiato all’interno delle coppie.

La gru come simbolo nella cultura giapponese

Al di là del significato dell’origami della gru, è bene sapere quale sia il simbolismo che ruota attorno a questo uccello trampoliere, dotato di zampe e collo lunghissimi. Nella cultura giapponese, è un animale associato alla lealtà e all’onore, oltre che alla forza. Per questo motivo, è stato scelto dalla casta dei samurai per adornare armi e scudi.

Quando qualcuno vede una gru in Estremo Oriente, è considerata di buon auspicio. E’ chiamato anche “uccello della pace” o “della felicità”. Per questo motivo, le persone che fanno origami, scelgono spesso questo essere vivente come modello.

due gru delle nevi camminano insieme

Secondo una leggenda, la gru protegge i deboli con le sue grandi ali e trasporta le persone verso i più alti livelli spirituali. Quando qualcuno muore, si dice che porti la sua anima in paradiso.

La gru giapponese è un trampoliere con piume bianche e nere che si caratterizza per la sua eleganza, la sua agilità e la sua capacità di reagire al pericolo. Inoltre, è uno degli uccelli viventi più longevi: può vivere per ben 40 anni, anche se un mito giapponese afferma che potrebbe raggiungere i 1.000. Per questo motivo, è legata ai saggi anziani e alla ricerca del sentiero spirituale nel buddismo.

Abitano nell’isola di Hokkaido e proteggono i loro nidi a qualsiasi costo. Anche per questo motivo è un simbolo di protezione della famiglia e di buona fortuna.

Ora che avete scoperto il significato dell’origami, della gru e la commovente storia di Sadako Sasaki, perché non provate a farne uno e regalarlo ad una persona cara? Inoltre, se vi va, il 6 di agosto potreste inviare la vostra piccola gru di carta in Giappone, un modo per ricordare quella bambina coraggiosa che si oppose, con i suoi sogni, alla barbarie dell’ennesima guerra voluta dagli adulti.

Guarda anche