Quando il cucciolo piagnucola durante la notte

· 4 Novembre 2015

Se il vostro cucciolo piagnucola durante la notte, armatevi di pazienza e cercate di trovare una soluzione pensando al benessere dell’animale e del resto della famiglia.

Innanzitutto, bisogna capire perché il cucciolo piange: è spaventato. È appena arrivato in una nuova casa, è stato separato dalla madre e dai fratellini, si trova in un luogo sconosciuto circondato da persone sconosciute.

Molto probabilmente il cucciolo piangerà solo durante le prime notti, giusto il tempo di adattarsi alla nuova situazione. Generalmente il malessere dura tra i 3 e i 7 giorni. Se trascorso questo tempo, i piagnucolii continuano, allora dovete cambiare il vostro modo di trattare l’animale.

Cosa fare se il cucciolo piagnucola durante la notte

 

carezza-cucciolo-cane

I pareri su quale debba essere il comportamento del padrone in tali circostanze sono molti e spesso discordanti tra loro.

Alcuni ritengono che il piccolo cane debba dormire da solo fin dal primo momento, nel posto che gli è stato assegnato. E che nonostante piagnucoli, il padrone non deve precipitarsi a consolarlo.

Dicono infatti che se il padrone cede, rischia di creare nell’animale una sorta di dipendenza che darà origine a disturbi comportamentali come l’ansia da separazione

Altri, invece, sono del parere opposto. Se il cucciolo non viene consolato, diventerà un adulto timoroso e con panico alla solitudine.

Tra queste due correnti di pensiero diametralmente opposte, ce ne sono moltissime altre. E, proprio come accade nelle persone, ogni cane è diverso dall’altro e non c’è un’unica soluzione che vada bene per tutti.

Idee per evitare il pianto notturno del cucciolo

Supponiamo che avete deciso di lasciare il cane da solo durante la notte e di ignorare, anche se con estremo dolore, il suo pianto. Tuttavia, non si possono passare le notti in bianco; la mattina bisogna andare in ufficio, portare i bambini a scuola, fare le faccende, ecc.

Se invece avete pensato di far dormire il cucciolo con voi, è molto probabile che smetta di piangere. Dovete essere coscienti però che sarà estremamente difficile farlo abituare poi alla sua cuccia. È comunque una decisione di tutto rispetto.

Ci sono molte persone che dormono con il loro animale da compagnia, nello stesso letto o nella stessa stanza. 

Come abbiamo detto prima, tra questi due atteggiamenti così diversi fra loro, esistono molteplici alternative. Per esempio, il cucciolo può iniziare a dormire accanto al vostro letto, e poi, man mano che si abitua alla nuova casa, potete insegnargli a stare nella sua cuccia.

Esistono inoltre alcuni trucchi, che possono avere più o meno successo a seconda dell’animale, come ricorrere all’uso dei feromoni artificiali che ricordano all’animale quelli della madre e che di solito riescono a calmarlo.

Altri consigli per evitare che il cucciolo pianga

cucciolo-dormendo1

Quando il cagnolino arriva a casa, diventa immediatamente il centro d’attenzione per tutta la famiglia. Di giorno, tutti gli stanno addosso per coccolarlo e, quindi, se è lasciato solo di notte e al buio, è normale che si senta abbandonato e che pianga.

Per questa ragione è importantissimo che il cucciolo impari a rimanere da solo. Assentatevi per poco tempo varie volte nell’arco della giornata e fate in modo che dorma nella sua cuccia. Così facendo, eviterete che l’esperienza notturna del cucciolo sia traumatica. 

È importante:

  • Dare al cucciolo segnali chiari. Non fatelo impazzire con atteggiamenti e ordini contraddittori.
  • Non rimproveratelo perché piagnucola. Questa è sempre una pessima idea.
  • Giocate un po’ con lui prima di andare a letto. Se si stanca, dormirà di più e non piangerà tanto.
  • Preoccupatevi di fargli fare i bisogni prima di dormire. Così sarà più difficile che si svegli perché deve urinare o defecare e che cominci a piangere di nuovo.

La cosa più importante è che, se un cucciolo piagnucola durante la notte, prendiate tutte le misure necessarie per alleviare il suo malessere.

Chiedete consiglio anche al vostro veterinario di fiducia e informatevi. Sicuramente troverete la soluzione che fa al caso vostro e che metterà fine al pianto notturno del cucciolo.