Cure di base per un'iguana domestica

30 aprile, 2018
 

Negli ultimi decenni, il numero di persone interessate a tenere in casa dei rettili, come animali domestici, è sensibilmente aumentato. Per questo motivo, in questo articolo vi mostreremo quali dovrebbero essere le cure di base per un’iguana domestica.

Rettili in casa: aspetti legali e responsabilità

L’allevamento di molti rettili è vietato per prevenire e combattere il traffico di animali esotici. Si tratta di un mercato nero purtroppo molto florido e che garantisce milioni di euro di profitti alle organizzazioni criminali, in molti paesi del mondo. E, soprattutto, rappresenta una seria minaccia per la sopravvivenza di molte specie.

Inoltre, è necessario tenere conto del fatto che il possesso in cattività di specie a rischio di estinzione è considerato un crimine. Anche in Italia, il proprietario può subire sanzioni economiche e finire persino dietro le sbarre.

Pertanto, è essenziale assicurarsi sempre della provenienza dell’animale e scegliere consapevolmente dove acquisirlo. Evitate privati che nono forniscono alcuna garanzia e rivolgetevi esclusivamente a negozi o realtà riconosciute legalmente.

una piccola iguana su un tavolo in casa
 

Cosa sapere prima di comprare un’iguana?

L’iguana appartiene alla famiglia dei rettili ed è la specie di lucertola più comunemente allevata in cattività. Di solito vive circa 20 anni in ambienti favorevoli al suo sviluppo e con una buona alimentazione.

Questo affascinante essere vivente può perdere la coda per scappare davanti a un predatore ma è in grado di rigenerarla almeno una volta. Ma il colore e la lucentezza della pelle della coda non saranno così vivi come quella originale.

Le iguane sono diventate molto popolari come animali domestici in paesi dell’America e dell’Asia. Ma potrebbero non essere l’opzione migliore per chi non ha mai avuto un rettile prima. Sono esemplari grandi, richiedono una particolare cura della dieta e possono diventare assai territoriali quando sono adulti.

Anche l’aspetto economico è rilevante, perché le iguane possono essere animali molto costosi. Tutto inizia con l’acquisto legale dell’animale. Il secondo passo riguarda il comprare un terrario di dimensioni adeguate. Senza scordare le cure veterinarie specializzate, vitamine e integratori per mantenere un ottimo livello di salute.

Un ultimo aspetto molto importante, per decidere consapevolmente se prendere o no un’iguana, è tenere presente che questi rettili sono animali molto indipendenti. Ecco perché riescono a sopravvivere nel mondo selvaggio. Da loro non potrete mai aspettarvi coccole né affetto. Quando è così, meglio adottare allora un cane o un gatto.

 

Scegliere il terrario giusto per la vostra iguana

La prima cosa fa fare è preparare l’habitat dell’iguana. Ciò significa riprodurre condizioni ottimali per lo sviluppo sano della sua specie.

Tutto inizia scegliendo il terrario giusto per il vostro rettile. Non è molto saggio lasciare una lucertola in giro per casa. In particolare, non prima che si sia adattata alla nuova casa.

Le iguane possono misurare tra i 180 e i 200 cm di lunghezza nella fase adulta. Tuttavia, un cucciolo di solito rimane sotto i 20 centimetri. Ciò significa che il terrario deve essere preparato per la sua rapida crescita.

Inoltre, ogni animale ha bisogno di spazio per muoversi liberamente e girarsi. È una condizione fondamentale per preservare il peso ed evitare varie malattie.

Pertanto, si raccomanda che il terrario superi almeno 4 volte la dimensione dell’animale quando è adulto.

Il clima giusto per un rettile domestico

Le iguane sono native di ambienti tropicali con molta luce e altissimi livelli di umidità. Pertanto, non vanno mai in letargo, come invece altri tipi di rettili.

Per allevare correttamente un’iguana in cattività, è necessario fornire un microclima adeguato, soprattutto durante i mesi invernali.

Il clima ideale per il vostro amico rettile dovrebbe prevedere un’umidità dell’aria tra il 70% e l’80%. Per fare le cose come si deve, dovrete allestire anche una piccola piscina o una pozza artificiale che permetterà al rettile di rinfrescarsi, idratarsi e rispettare altre sue abitudini. Le iguane hanno l’abitudine di arrampicarsi sugli alberi e di saltare in acqua quando percepiscono un pericolo.

 

La temperatura generale dovrebbe rimanere tra i 30 e i 40 gradi in estate, e diminuire leggermente in inverno. Nella stagione fredda, saranno tra i 25 e i 35. È anche importante variare delicatamente le temperature di notte e di giorno.

Cibo: un fattore chiave per la salute dell’iguana

La maggior parte delle malattie delle iguane, allevate in cattività, derivano da un’alimentazione scorretta. Pertanto, il cibo è il fattore chiave nella cura di base di questo rettile.

un'iguana prende il sole su una roccia all'aperto

Ricordate, sono strettamente vegetariane. Non consumano alcun tipo di proteina animale, per non parlare della carne cruda.

Cosa mangia un’iguana domestica?

  • Verdure a foglie verdi: rappresentano il 60% della dieta. Date la preferenza a: broccoli, indivia, cavolo, carota e foglie di cavolfiore, crescione, prezzemolo, spinaci, scarola, sedano, cavolo e rucola.
  • Legumi: completano il 25% della dieta giornaliera. Potete mescolare mais, carote, barbabietole, patate dolci e piselli.
 
  • Frutta: rappresentano il 15% della sua dieta. Un mix tropicale comprende mela, pera, pesca, banana, arancia, papaya, mango, melone, anguria, fico, ecc.
  • Calcio: le iguane in cattività potrebbero dover assumere supplementi di calcio per integrare la loro dieta naturale.