9 curiosità sulle vongole

Le vongole sono fonte di diversi nutrienti benefici per la salute. Per questo, sono molto apprezzate nella cultura culinaria di vari paesi.
9 curiosità sulle vongole

Ultimo aggiornamento: 03 settembre, 2022

Le vongole sono famose per la loro utilità nella preparazione di vari tipi di piatti rinomati. Tuttavia, gli esemplari adoperati in cucina non sono gli unici esistenti. Le vongole appartengono a uno dei gruppi animali con la maggiore diversità biologica, tanto che diverse specie hanno caratteristiche, tratti e curiosità sorprendenti.

Formalmente, le vongole sono molluschi bivalvi caratterizzati dall’essere racchiusi all’interno di due gusci (valvole). Questo meccanismo di chiusura è in realtà una protezione per difendersi dai predatori, ma la morfologia e la colorazione dei loro gusci varia molto da esemplare a esemplare. Continuate a leggere questo articolo e scoprite alcune peculiarità curiose sulle vongole.

Curiosità sulle vongole

Anche se le vongole possono sembrare poco interessanti e persino noiose, celano alcune caratteristiche che potrebbero sorprendervi. Scoprite di più su questi organismi peculiari in questa lista di curiosità.

1. Sono in grado di muoversi

La maggior parte delle vongole vive in modo pacifico, sepolta nella sabbia o nel fango del loro habitat. Tuttavia, sono in grado di spostarsi per raggiungere delle zone che presentano condizioni migliori. Per farlo, utilizzano una struttura speciale chiamata piede, che è piuttosto forte e consente loro di spingersi per muoversi attraverso l’acqua.

Naturalmente, è raro che si trovino in movimento sul fondo dell’acqua, poiché ciò le espone più facilmente ai predatori. Tuttavia, questo fatto smentisce la convinzione che le vongole siano organismi immobili che nascono e muoiono nello stesso luogo.

tipi di vongole

2. Quando i loro gusci si aprono, muoiono

A differenza del pesce, la maggior parte dei commercianti cerca di mantenere in vita le vongole. Questo perché quando muoiono, la carne di questi animali si deteriora rapidamente, il che potrebbe causare problemi o malattie se consumate.

Questo spiega perché è così difficile aprire una vongola, poiché l’esemplare è ancora vivo e cerca di chiudere il guscio per salvarsi. Forzare l’apertura provoca la rottura dei muscoli e degli organi interni dell’animale. In altre parole, il semplice atto di aprire un guscio porta all’inevitabile morte della vongola.

3. Alcune producono perle

Vongole, ostriche e cozze fanno parte del gruppo dei bivalvi, quindi non sorprende che abbiano in comune alcune caratteristiche. Infatti, non sono solo le ostriche a essere in grado di produrre perle, ma lo fanno anche alcune specie di vongole.

I bivalvi si proteggono dall’esterno per mezzo dei loro due gusci. Tuttavia, quando un corpo estraneo si introduce all’interno, utilizzano un meccanismo di difesa che racchiude l’intruso in una capsula di carbonato di calcio. Con il tempo, questa capsula diventa più grande e si trasforma in quella che è conosciuta come perla.

4. Filtrano bene l’acqua

Una delle curiosità più interessanti delle vongole è che sono animali filtratori. Ciò significa che si nutrono di piccole particelle organiche presenti nell’acqua, il che ne migliora le condizioni nel tempo. Inoltre, i gusci di questi organismi sono in grado anche di trattenere una certa quantità di metalli pesanti.

5. Esistono vongole d’acqua dolce

Anche se le vongole d’acqua salata sono le più conosciute, esistono anche alcune specie che vivono in acqua dolce. Questi animali sono famosi per la loro capacità di riprodursi in cattività. Inoltre, la loro capacità filtrante è la più potente tra quelle di tutte le vongole, dal momento che si stima che un esemplare adulto possa filtrare 20 litri di acqua al giorno o anche di più.

6. Non si accoppiano per riprodursi

Le vongole hanno sessi separati, ma i loro movimenti sono così lenti che non sono in grado di trovare un compagno da sole. Per risolvere questo problema, durante la stagione degli amori rilasciano i loro gameti (spermatozoi e uova) nell’acqua in modo che le correnti d’acqua agevolino il processo di fecondazione.

7. Per mangiarle, è necessario aspettare 1 o 2 anni

In ambito commerciale, l’allevamento di vongole richiede molto tempo per dare risultati, poiché occorrono dai 13 ai 24 mesi perché raggiungano le giuste dimensioni per la vendita. Tuttavia, la loro produzione non richiede un eccessivo uso di risorse. Alcuni sistemi di allevamento si basano sull’occupazione di aree vicino al mare per la riproduzione. Grazie a ciò, si investe solo nella sorveglianza e nella raccolta.

8. Hanno un’aspettativa di vita sorprendente

La maggior parte delle vongole non ha un’aspettativa di vita specifica in quanto tale, poiché in genere muoiono per cause esterne. Tuttavia, in condizioni adeguate, alcune specie sono in grado di raggiungere un’età superiore ai 100 anni, rendendole gli animali più longevi esistenti. L’esemplare più antico mai registrato ha vissuto per circa 508 anni.

9. La loro età si misura in base al guscio

Le conchiglie crescono in modo intermittente, e su di esse si generano una serie di ondulazioni anulari tipiche di questi animali. Ogni “anello” che si osserva rappresenta un anno di vita dell’animale. In questo modo è possibile dedurre la loro età solo analizzando le valvole (gusci).

Conchiglie con anelli a vista

Come potete vedere, le vongole non sono animali semplici e noiosi, ma celano svariate caratteristiche e curiosità sorprendenti. Inoltre, sono animali della massima importanza sia per la natura che per l’umanità; per questo, potrebbero anche essere definite specie essenziali per l’ecosistema. Nonostante il loro aspetto poco appariscente, si tratta di creature acquatiche meravigliose con una peculiare complessità biologica.

Potrebbe interessarti ...
Come vivono le vongole?
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Come vivono le vongole?

Le vongole vivono nascoste nel fondo sabbioso di mari e oceani: nascondersi sotto la sabbia è il loro modo per stare al sicuro dai predatori.