Quanti pesci si possono mettere nell'acquario?

L'acquario è un ambiente finito e, quindi, anche il numero di membri che può ospitare è limitato. In questo articolo vi offriamo un paio di regole per calcolare questo valore.
Quanti pesci si possono mettere nell'acquario?

Ultimo aggiornamento: 01 ottobre, 2021

Sapere esattamente quanti pesci si possono mettere nell’acquario è essenziale per mantenerlo a lungo termine. Gli acquari sovraffollati sono destinati al fallimento, poiché è solo una questione di tempo prima che si verifichino degli squilibri chimici, un’eccessiva deposizione di materia organica e stress cronico dei suoi abitanti. Inevitabilmente, alcuni pesci finiscono per morire di conseguenza.

Per ragioni che si raccontano da sole, il sovraffollamento in acquario è un parametro da evitare a tutti i costi. Nelle prossime righe, vi mostriamo con fatti e cifre le regole generali relative al numero di abitanti nell’acquario. Non fatevelo sfuggire!

A cosa devo prestare attenzione durante l’allestimento del mio acquario?

Sapere quanti pesci si possono mettere nell’acquario è fondamentale prima di riempirlo, ma ci sono molti altri parametri che devono essere presi in considerazione. Ad esempio, è di scarsa utilità calcolare una cifra standardizzata dello spazio che ogni esemplare occuperà se in primo luogo il suo habitat non è adeguato alle esigenze della sua specie.

Una volta che vi siete informati sui requisiti di ciascun abitante dell’acquario, ponetevi le seguenti domande:

  1. Di quanto spazio utile hanno bisogno le specie: Alcuni pesci sono grandi e si muovono molto poco, mentre altri piccoli richiedono diverse aree ecosistemiche per portare avanti il loro ciclo di vita. Non guardate solo alle dimensioni dell’animale, ma alle sue esigenze vitali e allo spazio di cui ha bisogno per esercitare i suoi istinti.
  2. I pesci sono compatibili?: tutti i membri della vasca devono essere compatibili a livello chimico e comportamentale. Ad esempio, una specie che richiede una temperatura di 20°C non vivrà mai bene con un’altra che richiede 28°C. Lo stesso accadrebbe con un pesce carnivoro lungo 10 centimetri e un branco di piccoli esemplari.
  3. Com’è il sistema di filtraggio del mio acquario?: non importa quanto bene calcoliate gli spazi per ogni esemplare, un acquario senza sistema di filtraggio è destinato a fallire. Informatevi sulla potenza dei vostri filtri, poiché questo definirà anche il numero di pesci che l’acquario può avere.

Una volta che avete tutto chiaro, iniziate ad allestire l’acquario e fate un ciclo di 1-2 mesi prima di introdurre il primo pesce. Il processo è lento e costoso, ma alla fine ne vale sempre la pena.

Avere dubbi sull'acquario e sul suo funzionamento è normalissimo.

Quanti pesci potete mettere nell’acquario?

La risposta a questa domanda è sempre variabile. Ogni specie ha le proprie esigenze e, a seconda dello stadio di vita dell’esemplare, le dimensioni del suo ambiente in un dato momento possono aumentare in diversa misura. Tuttavia, ci sono una serie di regole generali che possono aiutarvi a fare una stima.

Generalmente, le persone per la prima volta seguono la stima secondo cui ogni pesce richiede 1 gallone d’acqua per pollice di lunghezza del corpo del pesce. Tradotto in altre unità, ciò significherebbe che ogni esemplare ha bisogno di 4 litri di volume d’acqua nell’acquario per ogni 2,5 centimetri del suo corpo. Questa misura fa dei calcoli “approssimativi”, poiché tiene conto solo delle dimensioni.

Un’altra misura si basa sul calcolo della superficie dell’acquario, poiché nello strato che separa il mezzo acquoso dall’aria avviene uno scambio gassoso molto importante. Tenere conto di questo parametro è fondamentale, poiché il pesce può respirare grazie all’O2 disciolto nell’acqua e alla capacità di rilascio di CO₂ del sistema.

Secondo le stime generali, un acquario può ospitare 1 centimetro di corpo di pesce per ogni 12 centimetri quadrati di superficie. Con questa idea in mente, le cifre di base sono le seguenti:

  1. Pesce tropicale: 26 centimetri quadrati per ogni centimetro di lunghezza di pesce.
  2. Pesce d’acqua fredda: 62 centimetri quadrati per ogni centimetro di lunghezza di pesce.

Come potete vedere, le cifre sono sempre superiori allo standard. Ad esempio, gli esemplari di acqua fredda della specie Carassius auratus (pesce rosso o goldfish) hanno bisogno di molto più spazio dei pesci tropicali con le stesse misure, poiché hanno un apparato digerente più ampio, mangiano di più e, quindi, producono più rifiuti.

Stime avanzate

Come indicato dal portale professionale Aquarium co-op, esistono stime chimiche un po’ più precise di quelle citate. In questo caso, è meglio monitorare il livello dei nitrati una volta assemblato l’acquario e assicurarsi che non superino i 40 ppm.

Se si segue questa regola, è facile presumere che i costituenti non producano abbastanza rifiuti da far collassare l’ecosistema della vasca. Sebbene possano esserci problemi su altri fronti, è escluso il pericolo di squilibri chimici derivanti dalla sovrappopolazione.

Ogni specie ha un parametro specifico

Sebbene quanto sopra possa aiutarvi in modo generale, va notato che sapere quanti pesci si possono mettere nell’acquario dipenderà molto dal numero di specie che volete ospitare al suo interno. Ogni pesce ha parametri specifici che devono essere rispettati, come vedrete nel seguente elenco:

  1. I Guppy richiedono 5 litri in più per ogni nuovo esemplare in vasca. Il volume basale dell’acquario per un gruppo di 6 sarà di 40 litri.
  2. I pesci rossi hanno bisogno di circa 40 litri per pesce. Quindi, l’ideale è che una coppia venga ospitata in un aquario da 100 litri.
  3. Un pesce combattente o pesce siamese combattente ha bisogno di un acquario minimo di 10-15 litri per stare bene. Deve essere sempre tenuto da solo.

Oltre a quanto sopra, va notato che molti piccoli pesci non si sviluppano bene nei nano acquari, in quanto sono specie di branco e richiedono un ampio spazio per svolgere i loro comportamenti naturali. Questo è l’esempio dello danio zebrato (Danio rerio): sebbene un esemplare adulto misuri da 2 a 4 centimetri, la specie deve essere allevata in gruppi di almeno 6 esemplari.

Pertanto, non è consigliabile mettere un gruppo di danio zebrati (6 e oltre) in un acquario con un volume inferiore a 60-80 litri.

Un pesce zebra in un acquario.

Come potete vedere, la risposta alla domanda “quanti pesci si possono mettere nell’acquario?” non è mai un numero esatto. Sebbene ci siano una serie di parametri generali con cui ci si può orientare, la cosa più appropriata sarà sempre quella di conoscere ogni specie e tenere conto delle loro esigenze individuali.

Potrebbe interessarti ...
Acqua torbida nell’acquario: cause e soluzioni
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Acqua torbida nell’acquario: cause e soluzioni

L'acqua torbida nell'acquario è sempre motivo di preoccupazione. Potrebbe esserci, ad esempio, una grave discrepanza nel serbatoio.