Dati sulle associazioni per la protezione animali in Italia

11 Dicembre 2015

Le associazioni per la protezione animali in Italia sono numerose, e il loro impegno giornaliero è quello di portare avanti campagne di sensibilizzazione contro l’abbandono degli animali e a favore dei loro diritti, oltre a quello di raccogliere dalle strade gli animali dando loro rifugio. 

Il bilancio degli animali abbandonati in Italia nell’estate del 2015 è allarmante: ben 2.435 sono stati i ritrovamenti di animali investiti sulle autostrade del nostro paese. Le cifre risultano più che preoccupanti, e dimostrano che l’adozione di animali è in fase di stallo. I numeri lasciano vedere in certa misura che, nonostante le leggi in vigore, esistono ancora svariate lagune legali, e che ancora non si è diffusa una grande sensibilizzazione tra la gente.

Ma non tutto è perduto, e in Italia esistono una serie di organizzazioni che operano nel paese cercando di lottare contro le crudeltà sugli animali.

L’ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali) è ubicata a Roma, ma opera a livello nazionale. Il gruppo effettua ogni anno una serie di campagne per mostrare la situazione e insegnare ai padroni di animali domestici ad essere più responsabili. Dispongono anche di rifugi per animali domestici non desiderati.

Un’altra associazione per la protezione di animali a Roma è la LAV, il cui scopo è quello di fermare ogni forma di sfruttamento e di sofferenza degli animali con l’affermazione dei loro diritti, la promozione di nuove leggi e la loro applicazione.

L’Animal Equalityun’organizzazione internazionale per i Diritti Animali fondata nel 2006, è un’ulteriore opzione. Porta avanti campagne in difesa degli animali rinchiusi negli allevamenti e nei macelli, non dimenticando assolutamente quelli sfruttati per il vestiario, la sperimentazione e l’intrattenimento.

Leggi a favore del benessere degli animali

cani-parco

Autore: Juanedc

Per molto tempo si è considerato il benessere degli animali come un tema di minor conto, e sono molti i padroni di animali che hanno trattato il proprio esemplare senza riguardi.

La mancanza fino a poco fa di una vera legislatura, ha causato un numero elevato di casi di estrema crudeltà verso gli animali.

Ciò nonostante, negli ultimi anni si sono notati dei cambiamenti nella legge, grazie alle pressioni da parte di molte associazioni protettrici degli animali italiane.

Attualmente, per esempio, è delitto fare del male ad un animale domestico, e i casi di maltrattamento, abbandono, combattimenti e doping sono puniti con pene più severe e il reato non è più estinguibile con una cauzione.

Inoltre, sono in vigore regolamenti che regolano la proprietà di cani “pericolosi”. In poche parole, alcune razze di cane devono essere inserite nei registri delle autorità locali e possono essere adottati solo all’interno di case dotate delle istallazioni adeguate per evitare che scappino.

Esistono inoltre una serie di misure che controllano la vendita e l’acquisto di un animale domestico.

Il venditore deve possedere un certificato di vendita (contratto di compravendita), la prova che l’animale abbia un microchip o una tessera identificativa, libretto di vaccinazione – firmato dal proprietario dell’animale – e qualsiasi documento e pedigree che possa completare l’identità dell’animale.

Dal canto suo il nuovo proprietario dovrà assicurarsi che l’animale sia stato vaccinato contro la rabbia, è obbligato a seguire costantemente i nuovi vaccini, e dovrà registrare l’animale all’anagrafe canina.

Esistono tuttavia molti casi in cui i padroni non rispettano questi procedimenti.

Cosa succede quando si trova un cane per strada?

cane-in-strada

 

Se trovate un animale dovete portarlo da un veterinario affinché verifichi se possiede un microchip. Se è privo di mezzi identificativi, l’animale dovrà essere consegnato ad una società protettrice di animali.

Esistono anche canili locali che offrono alloggio agli animali, anche se, in generale, vi possono rimanere solo per due settimane. Probabilmente vengono poi soppressi.

Se perdete un animale domestico, dovete consultare il vostro veterinario e denunciare la sua scomparsa. Consegnate il numero identificativo dell’animale così che, se venisse ritrovato, ve lo possano restituire.

Telefoni utili delle associazioni italiane per la protezione degli animali

ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali)

www.enpa.it

Tel: 06/3242873

Email: [email protected]

Sede centrale: Via Attilio Regolo 27 – 00192 Roma

LAV (Lega Anti Vivisezione)

www.lav.it

Tel: 06 446.13.25

Email: [email protected]

Sede centrale: Viale Regina Margherita, 177 – 00198 Roma

Animal Equality

www.animaequality.it

Tel: (+39) 370 71 22 316 – Lun./Ven. dalle 10:00 alle13:00

Email: [email protected]

Sede legale: Via Liberiana 17 (c/o CESV) – 00185 Roma