I furti di cani nei parchi aumentano in tutta la Spagna

8 Settembre 2017

Una notizia preoccupa – e molto – in questi giorni gli amanti degli animali domestici. Il fatto è che i furti di cani, soprattutto nei parchi, stanno aumentando in tutta la Spagna. Tutto sembra indicare che si tratti di bande organizzate, dato che presentano un modus operandi simile. Il destino degli animali sottratti si ritiene che sia la rivendita, la riproduzione o i combattimenti tra cani.

In che modo si realizzano i furti di cani nei parchi?

Sia la polizia nazionale che diverse associazioni animaliste stanno chiedendo ai proprietari di cani di prendere tutte le precauzioni al momento di portare a passeggiare i loro amici a quattro zampe.

Le autorità stanno indagando su diversi casi. Secondo il racconto di vittime umane e testimoni, i furti di cani nei parchi si verificano addirittura sotto gli occhi dei rispettivi proprietari. Dato che i criminali agiscono in maniera rapida, i padroni non hanno il tempo di reagire.

In generale, uno dei ladri prende il cane tra le braccia e corre con lui fino ad un veicolo dove lo attende un complice. Ed è così che si allontanano a tutta velocità dal posto.

L’aumento dei casi di furti di cani, soprattutto nei parchi, fa notizia in tutta la Spagna. Ecco quali sono le misure precauzionali per evitare che il vostro animale venga rubato.

Rivendita di cani rubati, un reato molto redditizio

Il mercato della rivendita di animali domestici sembra essere in espansione in Spagna. La cosa più probabile è che gli animali rubati finiscano in un mercato o in vendita su un sito internet.

I meno fortunati, però, possono avere un destino da riproduttori. O, cosa ancora peggiore, finire come sparring in combattimenti fra cani. Questo significa che diventano “carne da macello” nell’addestramento per queste crudeli attività umane in cui sono coinvolti gli animali. Se sono fortunati, i cani in questi casi subiscono ferite molto gravi. Ma nella maggior parte dei casi, muoiono.

Si presuppone che i criminali agiscano in accordo con alcuni veterinari che addirittura cambiano – o rimuovono – il microchip dei cani, affinché non possano essere identificati.

Precauzioni per evitare il furto di cani

Di fronte all’aumento delle denunce di furti di animali domestici, la polizia nazionale, oltre a consigliare di recarsi immediatamente al commissariato più vicino per denunciare i fatti, ha diffuso una serie di misure precauzionali. Tra di esse:

  • Non legare i cani fuori da determinati edifici mentre si effettuano formalità o acquisti.
  • Tenere sempre i cani al guinzaglio. E se li si libera, restare vicino a loro e non perderli di vista. Non è opportuno distrarsi parlando con altre persone presenti sul posto, o al cellulare. E ancora meno dedicarsi al mondo virtuale.
  • In nessun caso bisogna lasciare gli animali soli in automobile. Oltre a poter essere rubati, corrono seri rischi di morire per un colpo di calore. E in questi casi, i colpevoli di reato sarebbero gli stessi proprietari.

Altre misure da tenere in considerazione per prevenire il furto di cani

Ma le raccomandazioni delle autorità non finiscono qui. Sottolineano anche che:

  • Se gli animali sono curati da terze persone – dog sitter, ecc. – bisogna assicurarsi che siano di assoluta fiducia. È opportuno chiedere referenze a familiari e amici. Inoltre, è opportuno consultare su internet le recensioni di altre persone che abbiano usufruito del servizio.
  • Un altro argomento da tenere in grande considerazione è il non lasciare i cani da soli in giardini o terrazze ai quali si possa avere facile accesso dall’esterno.
  • Non ci si deve fidare di sconosciuti che si avvicinino, anche se gentilmente, ai cani. In caso di dubbio, la cosa migliore è quella di tenere con forza il guinzaglio e stare attenti a qualsiasi manovra che possa essere effettuata per sottrarre l’animale.
  • L’ideale sarebbe che tutti i cani fossero debitamente identificati con un microchip. Anche se abbiamo detto che questi possono essere cambiati, in alcuni casi – soprattutto se si agisce rapidamente – è possibile individuare con più facilità gli animali rubati.