Gerarchia e sottomissione nel sistema sociale degli animali

02 novembre, 2020
In molte specie animali esiste un sistema di gerarchia e sottomissione che stabilisce i comportamenti sociali. Ma la questione è più complessa di quello che si possa pensare.

Come le persone, anche gli animali hanno un determinato comportamento sociale: interagiscono con gli altri animali della stessa specie secondo dei principi di gerarchia e sottomissione che determinano il loro quadro di azione all’interno del gruppo.

A seconda della specie e del tipo di rapporto tra i diversi membri, si possono stabilire i seguenti gruppi:

  • Aggregazioni: insieme di animali della stessa specie o di specie diverse che vivono nello stesso habitat senza alcun legame sociale.
  • Gruppi anonimi: raggruppamento di esemplari uniti dalla loro relazione intraspecifica ma non riconosciuti individualmente. Questi gruppi possono essere aperti o chiusi a seconda che consentano o meno l’ingresso di nuovi membri nell’unità.
  • Gruppi gerarchici: insieme di animali della stessa specie tra cui si stabilisce una struttura organizzata in base alle caratteristiche fisiche o comportamentali dei suoi membri. La gerarchia è nota a ciascuno dei componenti che agirà di conseguenza. In queste relazioni di gerarchia e sottomissione, possiamo evidenziare due fattori chiave: dominio e leadership.

Gerarchia tra gli animali: dominanza vs leadership

La dominanza è l’attributo che garantisce a un animale l’accesso al cibo, alle risorse sessuali o territoriali in modo preferenziale rispetto agli altri esemplari. La condizione di dominanza è strettamente correlata alla specie, all’età, alle dimensioni, al sesso e all’aggressività.

La leadership offre ad un esemplare la capacità di agire come leader del gruppo in virtù del riconoscimento da parte dei suoi membri. Normalmente, la leadership è determinata da qualità fisiche o tratti del comportamento e viene stabilita a beneficio comune di tutti i membri del gruppo.

Alcuni esempi di gerarchia e sottomissione tra gli animali

La struttura sociale degli elefanti

A differenza di altre specie, gli elefanti si raggruppano in base al sesso. Mentre le femmine si distinguono per la loro grande socializzazione quando interagiscono anche con le femmine di altri branchi, i maschi, che all’inizio formano dei “gruppi solitari”, tendono ad adottare un atteggiamento più indipendente.

In questi nuclei maschili sono frequenti le lotte per il dominio, che finiscono per isolarli, fino alla prossima stagione riproduttiva.

Mandria di elefanti.

La struttura sociale dei lupi

Nonostante l’esistenza di esemplari distaccati dal gruppo, noti come lupi solitari, questi animali sono caratterizzati da una interessante organizzazione in branchi.

Questi gruppi comprendono una media di 8-15 individui guidati da una coppia alfa, di solito un maschio e una femmina che fungono da guida per il gruppo. Nel caso del maschio, questa distinzione viene attribuita dopo aver mostrato abilità superiori nel combattimento.

Lupi sulle rocce.

A volte mandrie diverse possono coincidere nello stesso territorio. Tuttavia, finché non c’è competizione per la preda, le mandrie di solito agiscono in modo indipendente.

La struttura sociale degli scimpanzé

Si caratterizza per il suo dinamismo, soprattutto nel caso dei maschi che per gran parte della loro vita si dedicano all’ascesa o al mantenimento di un certo status all’interno del gruppo.

In ogni branco di scimpanzé c’è un maschio alfa che, oltre ai suoi privilegi per quanto riguarda il cibo e l’accoppiamento, ha una serie di obblighi in materia di protezione del territorio e di conciliatore nelle lotte interne.

Struttura sociale negli scimpanzé. Gerarchia animali.

Questo maschio alfa di solito si circonda di altri maschi, solitamente connessi da un legame ereditari, che contribuiscono al mantenimento di relazioni basate sulla gerarchia e sulla sottomissione.

Da parte loro, anche le femmine di solito hanno una femmina alfa che, invece di enfatizzare la forza o l’aggressività, agisce con una straordinaria capacità di relazionarsi con il gruppo. Infatti, l’altruismo e la creazione di legami amichevoli sono alcuni dei tratti che definiscono il carattere sociale degli scimpanzé.

Nonostante ciò, questa specie può adottare comportamenti aggressivi quando membri di comunità diverse competono tra loro per lo stesso territorio o per la stessa femmina, arrivando persino ad uccidersi.

  • Hierarchy Structure. Animal Social Hierarchy. (s.f). Recuperado de https://www.hierarchystructure.com/animal-social-hierarchy/
  • Hierarchy Structure. Wolves Social Hierarchy. (s.f). Recuperado de https://www.hierarchystructure.com/wolves-social-hierarchy/
  • Universidad de Córdoba. Tema 13. Comportamiento social. (s.f). Recuperado de http://www.uco.es/organiza/departamentos/prod-animal/economia/aula/img/pictorex/06_07_04_TEMA_13.pdf