Le ghiandole perianali del vostro animale domestico

Le ghiandole perianali dei nostri cani hanno una funzione importante: lubrificare il retto per ottenere una migliore defecazione.

Nei casi in cui le ghiandole perianali non funzionino come dovrebbero, soprattutto nei cani anziani, le conseguenze potrebbero essere gravi. Infezioni, cattivi odori e, cosa più pericolosa, ascessi.

Che cosa sono le ghiandole perianali?

Se esaminiamo anatomicamente i nostri cani e gatti, vedremo che le ghiandole perianali si trovano ai lati dell’ano e sono all’incirca delle dimensioni di una biglia.

Lo scopo primario di queste ghiandole è quello di immagazzinare una sostanza lubrificante necessaria al momento di evacuare. Si ottiene così una migliore defecazione.

C’è un’altra funzione molto importante di questo tipo di ghiandole: il riconoscimento da parte di altri individui della stessa specie. Vediamo sempre i cani annusarsi tra loro nella zona anale. Con l’odore proveniente da queste ghiandole (diverso per ogni singolo cane), i cani si riconoscono.

Se le ghiandole perianali non si svuotano

La normalità è che i cani svuotino da soli le ghiandole perianali. Tuttavia, può capitare che abbiano difficoltà nel farlo a causa, ad esempio, dell’età, della gravidanza o in altre circostanze.

In condizioni normali, la secrezione che i nostri animali producono viene eliminata con il passaggio delle feci attraverso l’ano. Ma bisogna ricordare che infiammazione e infezione sono molto frequenti e può verificarsi il caso di ritenzione di liquidi e dell’infiammazione della zona anale. Le cause possono essere le feci troppo molli, oppure una secrezione molto densa.

I segnali che noteremo nel nostro animale sono un prurito fastidioso, dolori moderati o intensi, mancanza di appetito, vedremo il nostro amico leccarsi continuamente quella zona, trascinarsi per terra come se fosse uno slittino o ruotare continuamente sul suo asse cercando sollievo.

Nel caso in cui notassimo del sangue nella zona, bisogna recarsi immediatamente dal veterinario.

Il pelo lungo e i parassiti

Se il nostro animale ha il pelo lungo o molto fitto, dobbiamo controllare che l’igiene della sua zona anale sia accurata. La cosa migliore, in ogni caso, è che il suo ano sia il più possibile libero dai peli. Non dimentichiamo che i disagi possono essere dovuti all’accumulo di peli e di resti di materia fecale che rimangono bloccati nel manto. Ciò provoca al nostro amico prurito e irritazione.

La causa di questo disturbo possono anche essere dei parassiti. Uno dei parassiti più comuni, la cosiddetta tenia Dipylidium Caninum, può lasciare segmenti che si attaccano alla zona anale dell’animale, provocando un prurito intenso. Per questo motivo, il cane cercherà sollievo sfregando l’ano contro il suolo.

Lo svuotamento delle ghiandole perianali

Qual è la normale frequenza di svuotamento? Circa una volta al mese, a seconda di molti fattori. Molte volte i problemi di svuotamento delle ghiandole sono direttamente legati ad un’alimentazione carente o inadeguata dei nostri amici.

Se non abbiamo l’esperienza adeguata o non ce la sentiamo di aiutare il nostro amico a svuotare le ghiandole perianali, la cosa migliore è rivolgerci ad un professionista veterinario che ci mostrerà il modo migliore per farlo, in modo che saremo noi padroni ad aiutare il nostro cane in futuro.

I passi per svuotare le ghiandole perianali

  • La prima cosa da fare è usare guanti sottili di lattice, che ci forniranno l’igiene dovuta, ma assicurandoci un buon tatto.
  • È molto utile che un’altra persona ci aiuti a tenere il cane.
  • Il passo successivo sarà quello di rassicurare il cane e alzargli lentamente la coda. È normale che il nostro amico non acconsenta facilmente a farsi toccare questa parte del corpo.
  • Una volta che avremo localizzato le ghiandole perianali, le allungheremo delicatamente mentre le spingeremo verso l’alto. Questo è il modo corretto per spingere il liquido che le ghiandole contengono verso l’ano, per favorire lo svuotamento.
  • Il liquido, probabilmente, uscirà grazie alla pressione. Faremo attenzione a non posizionarci davanti all’ano del cane, perché potremmo sporcarci gli abiti. Per fare in modo che il liquido (maleodorante) non spruzzi ovunque sporcando intorno, possiamo utilizzare delle garze.
Categorie: Salute Tags:
Guarda anche