La gioia di un cane che va a trovare il padrone in ospedale

15 gennaio, 2017

Quando sul web si postano filmati che mostrano l’amore sconfinato di un cane per il proprio padrone, è facile che diventino subito virali. È il caso di un video spagnolo che riprende il ricongiungimento di Lobo, un bellissimo pastore tedesco, con il suo padrone, Rodolfo Castillo; l’uomo è rimasto ricoverato per diverso tempo nell’ospedale universitario di Santander, in Cantabria.

Lobo, un cane innamorato del suo padrone

L’uomo, a causa di una lesione al midollo, è rimasto bloccato in un letto di ospedale per quasi due mesi, per colpa di una piaga sacrale. Per tutto questo tempo non ha potuto più vedere Lobo, cane da assistenza ma soprattutto grande amico.

Finalmente al cane è stato concesso di andare a trovare Rodolfo; Lobo non smetteva più di leccargli la faccia, il suo modo di dimostrare l’immenso amore che prova. Questa scena ha toccato il cuore di tutti i presenti.

“Rivederlo mi è servito da terapia, mi ha ricaricato le pile” dice Rodolfo. E ha aggiunto: “Siamo stati troppo tempo separati. Ci siamo mancati moltissimo”. Il suo ricovero inizialmente non doveva durare più di dieci giorni, ma una complicazione lo ha allungato a dismisura.

L’amicizia tra Lobo e Rodolfo

Lobo e Rodolfo sono inseparabili da sei anni. L’uomo stesso lo ha addestrato come cane da assistenza. “Lobo è diventato le mie mani e le mie gambe. Se non esco con lui mi sento come se fossi nudo”, spiega Rodolfo.

L’uomo, a seguito di un incidente automobilistico avvenuto più di 15 anni fa, è rimasto su una sedia a rotelle. Oltre a non riuscire più a camminare, non può più muovere il braccio sinistro.

Il pastore tedesco, oltre ad accompagnarlo, lo aiuta in tutto: da accendere la luce ad avvisarlo per la presenza di un gradino, passando per una lunga lista di altre cose.
Quanto amore prova un cane per una persona? È difficile da quantificare. Per capirlo leggete la storia di Lobo e l’amore sconfinato che sente per il suo padrone Rodolfo, che è andato a visitare in ospedale dopo due mesi di separazione.

Come si è potuto organizzare l’incontro in ospedale tra Lobo e il suo padrone

lobo-e-rodolfo

Fonte dell’immagine: pagina Facebook di Rodolfo Castillo

In Cantabria la legge non permette agli animali di entrare negli ospedali; tuttavia, per Lobo è stata fatta un’eccezione dal momento che l’argomento era già inserito nell’agenda amministrativa.

Familiari e infermieri si sono dati appuntamento nella camera di Rodolfo per essere presenti al felice incontro.

Quando a Lobo è stato sganciato il guinzaglio prima di entrare nella stanza, il cane è andato direttamente alla sedia a rotelle e ha cominciato ad annusarla. Intanto Rodolfo lo osservava nascosto sotto le lenzuola.

Non appena il pastore tedesco ha visto il suo padrone, ha appoggiato le zampe sul letto e gli ha riempito il volto di leccate. Nel frattempo Rodolfo non ha smesso di accarezzarlo dicendo: “Quanto tempo…! No, che non ti ho abbandonato..”.

Ecco il filmato dell’incontro tanto atteso..

Rodolfo è stato dimesso e adesso Lobo è felice

Separare nuovamente Lobo dal suo padrone non è stato facile ed è stato necessario tirare il guinzaglio per farlo uscire dalla stanza dell’ospedale. Per fortuna Rodolfo ora è stato dimesso e a poco a poco sta riprendendo la sua vita normale con il cane. 

Per tutto questo tempo Lobo è stato affidato alle cure di parenti e amici di Rodolfo. L’assenza del padrone, però, lo aveva intristito molto e il cane restava ad aspettarlo fino a notte fonda sulla rampa che porta a casa.

Rodolfo sta progettando di diventare al più presto addestratore di cani. Per il momento si gode la compagnia del suo migliore amico, in attesa di ristabilirsi completamente.

Fonte delle immagini: pagina Facebook di Rodolfo Castillo