I 10 animali più pericolosi del Mediterraneo

Gli animali più pericolosi del Mediterraneo sono più facili da individuare di quanto pensiate. Se non volete essere colti alla sprovvista, questo articolo fa per voi.
I 10 animali più pericolosi del Mediterraneo

Ultimo aggiornamento: 03 settembre, 2021

Pur essendo un piccolo mare interno, quello che circonda alcune coste della penisola iberica non è esente da minacce. I 10 animali più pericolosi del Mediterraneo sono dotati di tecniche di caccia e difesa che possono rappresentare un serio problema. Naturalmente, dopo averli incontrati non vorrete disturbarli (o peggio ancora, essere il loro cibo).

In questo articolo vi presentiamo la selezione delle creature più pericolose di questo mare. Che si tratti di spine, morsi o un semplice sfregamento, la loro capacità di causare danni è importante.

I 10 animali più pericolosi del Mediterraneo

L’enorme biodiversità del Mar Mediterraneo deve ancora essere completamente decifrata, anche se oggi si stimano più di 17.000 specie diverse. La crescente intrusione di esseri umani nelle sue acque ha portato a nuovi incontri, molti dei quali spiacevoli. Potete incontrare molti degli animali pericolosi che vivono nelle sue acque sottostanti.

1. Tracina drago (Trachinus draco)

Conosciuto anche come scorfano (da non confondere con gli esemplari della famiglia degli Scorpaenidae ), questo animale possiede un veleno di natura glicoproteica e vasocostrittrice. Si nasconde nella sabbia in attesa della sua preda, rendendo facile calpestarla accidentalmente. Il suo morso può causare infiammazione, vomito, dolore, febbre, mancanza di respiro e convulsioni.

La tossina di questo animale è labile al calore e viene inattivata dall’applicazione del calore.

Uno degli animali più pericolosi del Mediterraneo.

2. Caravella portoghese (Physalia physalis)

Questa medusa è in realtà un idrozoo coloniale: non è un singolo individuo, ma un gruppo di più esemplari che vivono in simbiosi. Il suo veleno, inoculato dai tentacoli lunghi fino a 10 metri, è neurotossico, citotossico e cardiotossico. Provoca un dolore enorme e può uccidere un essere umano.

Questo animale non è stato avvistato nel Mediterraneo fino al 2018, quando si ritiene che abbia raggiunto le coste a causa dell’innalzamento della temperatura delle acque dovuto ai cambiamenti climatici.

Una caravella portoghese spiaggiata.

3. Pesce pietra (Synanceia horrida) tra i 10 animali più pericolosi del Mediterraneo 

Questo pesce combina un aspetto che si mimetizza perfettamente con le rocce su cui atterra per riposare, mentre produce un mortale veleno neurotossico. Nella sua linea dorsale presenta fino a 17 aculei dotati di ghiandole velenose che, grattando la pelle, inoculano la sostanza paralizzante che può provocare la morte di un essere umano.

Il veleno di questo pesce è potente quanto quello di un cobra.

Uno dei pesci più velenosi al mondo.

4. Medusa scatola o cubomedusa (Carybdea marsupialis)

La medusa scatola è un piccolo cnidario il cui veleno provoca ustioni, dolori muscolari e articolari, perdita di coscienza e, in alcuni casi, la morte. È un invertebrato con abitudini costiere, ma è più facile da vedere di notte, quindi si consiglia ai subacquei e ai bagnanti di prestare particolare attenzione durante quella parte della giornata.

È considerata una medusa con una puntura meno significativa rispetto ad altre della sua specie, ma è comunque uno degli animali più pericolosi del Mediterraneo.

5. Murena (Muraena helena)

Questo è uno degli animali più pericolosi del Mediterraneo e uno dei più temuti. Il suo morso inocula un veleno emolitico (che distrugge i globuli rossi) ed è abbastanza territoriale. Tuttavia, la murena sceglie di rimanere nella sua tana in caso di pericolo, quindi dare un morso implica averla infastidita più del necessario.

Questo animale può raggiungere più di 1,5 metri di lunghezza e 15 chilogrammi di peso.

Uno degli animali più pericolosi del Mediterraneo.

6. Scorfano di fondale (Helicolenus dactylopterus) tra i 10 animali più pericolosi del Mediterraneo

Conosciuto anche come “rascacio biondo” o “cabrilla”, è una specie di pesce teleosteo della famiglia Sebastidae. Come la tracina drago, la sua tecnica di caccia consiste nel mimetizzarsi e aspettare che la sua preda gli tenda un’imboscata. Il suo veleno, sebbene poco studiato, è noto per causare grande dolore e infiammazione. Nonostante la sua capacità tossica, è un piatto molto prelibato.

È un pesce di terra che si integra molto bene con l’ambiente in cui vive.

Un pesce pericoloso sott'acqua.

7. Grande squalo bianco (Carcharodon carcharias)

Nella lista degli animali più pericolosi del Mediterraneo non potevano mancare i grandi predatori. La forza del morso del grande squalo bianco è 300 volte più forte di quella dell’uomo e, inoltre, i suoi denti si proiettano in avanti. Tuttavia, questi squali non sono animali aggressivi e gli attacchi alle persone sono molto rari.

La cattiva (e infondata) fama di questo pesce cartilagineo ha convalidato la sua caccia in uno stato di vulnerabilità, secondo l’Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN).

8. Torpedine nera (Torpedo nobiliana)

La torpedine nera assomiglia alle razze (appiattite) e frequenta le fredde acque dell’Atlantico e del Mediterraneo. Questo curioso animale ha un’abilità piuttosto peculiare e pericolosa: può produrre scosse elettriche fino a 220 volt, con le quali è in grado di rendere incosciente un essere umano.

Lo scarico è prodotto da elettroliti, organi situati nel disco anteriore dell’animale.

9. Pomodoro di mare (Actinia equina)

Appartenente alla famiglia degli Actiniidae, questa specie di anemone si muove lungo i fondali e le rocce grazie ad un disco a pedale. La sua forma del corpo è cilindrica ed è coronata da una moltitudine di tentacoli che intrappolano la preda per portarla verso la sua bocca, situata al centro. Il suo veleno è paralizzante e provoca grande dolore.

Come curiosità, va notato che questa specie è vivipara.

Un pomodoro di mare su una pietra. È uno degli animali più pericolosi del Mediterraneo.

10. Pastinaca comune (Dasyatis pastinaca), ultimo tra i 10 animali più pericolosi del Mediterraneo

Questo elasmobranco ha un pungiglione uncinato nella zona caudale che inocula un veleno che produce dolore intenso, lancinante e spasmodico. Inoltre, l’area intorno alla puntura è di colore cianotico e la vittima può sentirsi nauseata e svenire, sebbene la sua tossina non sia fatale per l’uomo.

Questo pesce cartilagineo può misurare fino a 2 metri di lunghezza e l’apparato velenoso raggiunge i 20 centimetri di dimensione.

Molte delle specie che avete incontrato in questa lista sono arrivate sulle rive del Mediterraneo da luoghi che non erano i loro habitat naturali. Il gran numero di razze avvistate nel 2018, insieme all’arrivo della caravella portoghese e del pesce leone nel 2020, sono segnali che qualcosa non va negli oceani e che dobbiamo prenderci più cura di loro. Se conserviamo gli ecosistemi, dopotutto, salviamo noi stessi.

Potrebbe interessarti ...
Animali domestici pericolosi da tenere in casa
I Miei AnimaliLeggi in I Miei Animali
Animali domestici pericolosi da tenere in casa

Non tutti gli animali sono adatti per la convivenza con gli esseri umani. Ecco quali sono gli animali domestici pericolosi da tenere in casa.



  • Martínez Ramírez, M., Villena Zálvez, M. E., Marín Jara, I., & Monedero La Orden, J. (2010). Picadura por Carabela Portuguesa, una” medusa” algo especial. Revista Clínica de Medicina de Familia3(2), 143-145.
  • Bennett, M. V. L., Wurzel, M., & Grundfest, H. (1961). The electrophysiology of electric organs of marine electric fishes: I. Properties of electroplaques of Torpedo nobiliana. The Journal of general physiology44(4), 757-804.