Il substrato migliore per l'acquario: ghiaia o sabbia?

Il substrato dell'acquario ha diverse funzioni e può influire profondamente sulla salute del suo ecosistema. Scoprite qual è il substrato migliore per il vostro acquario.
Il substrato migliore per l'acquario: ghiaia o sabbia?

Ultimo aggiornamento: 06 dicembre, 2020

Il substrato di un acquario ha molte funzioni e può influire profondamente sulla salute del suo ecosistema. In base al tipo di acquario, dovreste scegliere la ghiaia o la sabbia. Questa scelta dipende anche dal fatto se il vostro acquario contiene solo pesci, piante o acqua dolce o salata.

In generale, un substrato sabbioso con colori naturali offre ai pesci un senso dell’orientamento e consente loro di avere una vita felice e calma. I pavimenti riflettenti o in vetro di solito provocano irritazioni ai pesci.

Oltre a conferire al vostro acquario un aspetto più naturale, l’uso della ghiaia nel substrato permette lo sviluppo di batteri benefici per la vita dell’acquario stesso. Tuttavia, dovrete scegliere con attenzione il substrato, poiché un eccesso di batteri può alterare l’intero ecosistema.

Il substrato per un acquario con i pesci

Gli acquari con i pesci necessitano di un tipo specifico di substrato. Essendo degli ecosistemi limitati, questo tipo di acquari ha bisogno di un substrato che permetta lo sviluppo di batteri che equilibrino l’ambiente.

Pesce rosso in una boccia.

Chi possiede un acquario spesso si preoccupa delle dimensioni della ghiaia e della possibilità che interferisca con il filtro. Ma sappiate che oggi, con le varie tecnologie e tipi di filtro disponibili, è improbabile che la sabbia lo danneggi.

Negli acquari con i pesci, soprattutto se i pesci si nutrono sul fondo e non in superficie, è importante l’uso di una sabbia sottile. Mentre, per quanto riguarda il fondo, dovrebbe essere profondo tra i 2 e i 2,5 pollici.

Tenete presente che un acquario troppo profondo può rappresentare un rischio se non viene pulito adeguatamente. Soprattutto con la sabbia molto fine, le particelle di cibo possono affondare e seppellirsi. Se non viene pulita accuratamente, la sabbia può diventare un focolaio di batteri dannosi per i vostri pesci.

Vi consigliamo di scegliere della ghiaia o della sabbia normale per il vostro acquario con i pesci. Ricordate che la superficie della sabbia deve essere pulita costantemente per evitare il proliferare di batteri.

Substrato per un acquario marino

Nel caso ve lo stiate chiedendo, un acquario con un ambiente marino include crostacei, granchi e altre creature marine. Per questo motivo, il suo substrato deve essere adatto a queste creature.

Come per il fondo degli acquari con i pesci, il fondo degli acquari marini dovrebbe essere profondo da due a tre pollici.

Ricordate che gli ambienti marini hanno bisogno di molto più calcio e magnesio rispetto agli acquari con i pesci. Calcio e magnesio manterranno il pH dell’acqua molto più alto, il che rende il vostro acquario un ambiente più simile a quello reale.

Consigliamo di scegliere l’aragonite – carbonato di calcio cristallizzato – e coralli polverizzati per il vostro acquario marino.

Donna che sistema l'acquario per i pesci.

Substrato per acquari con piante

Oltre alla luce, un altro fattore che determina la corretta crescita delle piante nel vostro acquario è il terreno. Il substrato di un acquario con piante deve essere in grado di fornire loro i nutrienti necessari per lo sviluppo.

La maggior parte di questi nutrienti si trova nel terreno e non nell’acqua, quindi dovete scegliere attentamente il vostro substrato. Se la sabbia è troppo fine, potrebbe non sostenere le radici delle piante e compattarsi sul fondo.

Il fondo di un acquario con piante dovrebbe avere almeno due livelli. Lo strato più profondo dovrebbe avere un alto contenuto di sostanze nutritive. Questo fondo servirà da ancora per le piante, che vi seppelliranno le radici.

Per evitare che i nutrienti vengano lavati via con l’acqua, dovrebbe esserci uno strato di ghiaia o sabbia sul fondo del substrato nutritivo. Questo secondo strato fungerà da isolante poroso. Ciascuno di questi strati dovrebbe essere profondo due pollici.

Consigliamo di utilizzare vermiculite e laterite per la riserva di nutrienti del vostro acquario.

Ghiaia o sabbia per il vostro acquario?

La ghiaia è il fondo più comune negli acquari. È disponibile in molte varietà e dimensioni ed è composta principalmente da piccoli pezzi di quarzo.

Il grande vantaggio della ghiaia è che non influisce affatto sui parametri dell’acqua. Non alza né abbassa il pH, né influisce in alcun modo sulla dinamica dell’ecosistema.

D’altra parte, se avete un buon filtro, la sabbia è l’opzione migliore per mantenere il vostro acquario in ottime condizioni. Infatti, grazie alle sue piccole particelle, la superficie della sabbia si compatta e impedisce a pezzi di cibo di penetrare nel fondo.

Ricordate che in nessun caso dovreste usare la sabbia prelevata direttamente dal mare, perché contiene una serie di microrganismi e impurità. Sebbene siano normali in mare, possono essere molto dannosi per il vostro acquario domestico.

Inoltre, è meglio evitare i substrati con coloranti artificiali. Sebbene siano gradevoli a livello estetico, i colori spesso vengono via con l’acqua, rilasciando delle sostanze chimiche nocive per i pesci e le piante. Per cui, a lungo termine, le sostanze chimiche danneggeranno la salute degli abitanti del vostro acquario.

Potrebbe interessarti ...
Il pH nell’acquario: che cos’è e qual è quello ideale
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Il pH nell’acquario: che cos’è e qual è quello ideale

Il pH rappresenta un fattore dell'acquario molto importante, dal quale dipende la salute degli animali e delle piante al suo interno.



  • Lloret-Pineda, J. (2006) Diseño, Instalación y mantenimiento de un acuario de exposición de agua dulce. Proyecto de fin de carrera, Universidad de Cádiz.
  • Gómez, L. (1993) Un acuario marino; formación y mantenimiento. Universidad de Guadalajara, México.
  • Megías-López, D. (2013) El Acuario: Una herramienta didáctica al alcance de todos.
  • Lang Álvarez, I. (2018) Estrategia de promoción de ventas de acuarios plantados, a través del control de algas y otros desequilibrios ecológicos. Universidad Tecnológica del Perú.