Come insegnare al vostro cane a fermarsi

· 31 luglio 2015

Siamo sinceri: chi non ama i cuccioli di cane monelli? La verità è che sono adorabili e le loro birichinate ci divertono, però fintanto che sono piccoli. Quando raggiungono una certa età questo eccesso di energia può trasformarsi in stress o voglia di distruggere oggetti. Attenzione quindi, a che il vostro cucciolo non diventi un cane adulto disobbediente.

Far si che il cane si fermi al nostro comando non è solo una comodità, può perfino salvargli la vita. Parliamo di quei momenti in cui il suo istinto lo porta a correre chissà dove, con il rischio di essere investito da un’automobile o essere attaccato da un animale pericoloso (ad esempio un serpente velenoso o un cane più grande di lui).

Ma come si insegna ad un cane a fermarsi? In realtà non è così difficile, richiede solo costanza e fermezza. Per ottenere dal cane che si fermi e ci aspetti quando glielo chiediamo, dovete seguire i seguenti passi:

Fase 1: dategli quest’ordine con frequenza.

addestramento-canino

In questa fase il vostro migliore alleato è l’esempio: camminate semplicemente, tenendo vicino a voi il cane; mentre lo fate passeggiare fermatevi varie volte e contemporaneamente dite con voce decisa la parola “fermo”. In questo momento dell’addestramento il tono di voce è tutto: il cane deve abituarsi alla vostra autorità.

È importante capire che in questa fase il vostro cane si ferma perché vi fermate voi e non necessariamente perché glielo state ordinando. Per il momento il cane sta imparando ad interpretare il suono della parola “fermo“, visto che, ovviamente, non capisce direttamente la nostra lingua.

Non perdete la pazienza se quando vi fermate il cane cerca di proseguire. Dovete solo ripetere l’ordine “fermo” e non permettergli di andare oltre la lunghezza del guinzaglio. Si tratta di mantenere l’autorità e se cedete, permettendogli di farvi muovere quando decide lui, sarà questa la lezione che impara, non quella di restare fermo.

Fase 2: insegnate al cane come seguirvi.

Ora che vi siete fermati, decidete di riprendere a camminare. Chiedete al cane di seguirvi dandogli l’ordine di camminare al vostro fianco, può essere un “andiamo” o un “vieni“, la cosa importante è che impari ad obbedire.

Questo è indispensabile, perché arriverà il momento in cui il cane deciderà di andare per conto suo e voi vorrete che vi segua. Per fargli capire bene quest’ordine dovrete semplicemente chiamarlo quando volete che vi segua.

Fase 3: la ripetizione crea l’abitudine.

Appena il vostro cane impara ad obbedire a questi ordini, dovrete usarli continuamente, fino a quando la parola “fermo” diventi un ordine realmente efficace. Ripeterli ad ogni passeggiata e in ogni occasione opportuna aiuterà il cane ad obbedire in maniera spontanea, senza grandi complicazioni.

Fase 4: insegnategli ordini simili.

Una volta che il cane abbia imparato l’ordine di fermarsi, potete procedere con la fase successiva: si tratta di associare questo ordine con un fischio o il suono di un fischietto. Questo suono ha una maggiore potenza e per la sua frequenza il cane riesce a sentirlo a grande distanza.

Provate ad alternare l’ordine verbale con un fischio chiaramente distinguibile e diverso dall’ordine di andare avanti o seguirvi. Il cane, solo sentendo il fischio, deve essere in grado di capire cosa gli chiedete di fare.

Fase 5: la prova finale.

Il vostro cane vi dimostrerà in maniera inequivocabile di aver imparato l’ordine di fermarsi / proseguire, (impartito con la voce o con un fischio), quando obbedirà senza essere al guinzaglio.

Qualche consiglio in più..

comunicazione-telepatica

  • Ogni volta che il cane porta correttamente a termine un’azione, rinforzatela complimentandovi, dandogli pacche, carezze o un piccolo bocconcino come premio.
  • È importante mantenere la calma, ricordatevi che imparare richiede il suo tempo, non colpite o sgridate mai il cane se vi disobbedisce.
  • Ricordate: gli ordini devono essere sempre brevi, chiari, autorevoli. Un cane non può capire un discorso lungo del tipo “fermati Tosca, se attraversi la strada le macchine ti investono e ti fai molto male…”. Non funziona così con gli animali, ma un semplice “fermo” sarà efficace.
  • Non scordatevi mai l’importanza di mantenere l’autorità con i vostri cuccioli. Nonostante tutto l’affetto e le cure che potete dare loro, una buona educazione li trasformerà in adulti che obbediscono senza esitare. In questo modo eviterete che loro si espongano a situazioni pericolose e che voi vi facciate carico di uno stress inutile.