La prima visita dal veterinario

· 5 ottobre 2015

La visita dal veterinario è una delle prime cose da organizzare quando arriva a casa un nuovo amico peloso. Perché fra le responsabilità che dovrete assumervi quando adottate un animale ce n’è una che riveste un’importanza  particolare: quella di prendervi cura della sua salute.

Che si tratti di un cucciolo o di un esemplare adulto, che sia il vostro primo animale da compagnia o il primo di una lunga lista, è fondamentale che teniate sotto controllo la sua salute fin dal primo momento.

Se vi fosse possibile, l’ideale sarebbe che il veterinario visitasse l’animale ancora prima di portarlo a casa. Potreste così evitare la trasmissione di possibili malattie, soprattutto se in casa avete già altri animali domestici.

Nel caso in cui non riusciate a farlo visitare prima del suo arrivo a casa, non lasciate passare più di un paio di giorni prima di portarlo dal veterinario: in questo breve periodo dovrete tenere sotto controllo l’animale in modo particolare, in modo da poter fornire al veterinario tutte le informazioni necessarie riguardo alla forma in cui mangia, se va bene di corpo o presenta diarrea ecc…

La prima visita dal veterinario del vostro animale: in cosa consiste

veterinario-cane

Prima di tutto bisogna dire che la fiducia sta alla base di ogni buon rapporto tra medico e paziente: se il veterinario a cui vi siete rivolti non vi convince così tanto da affidargli la salute del vostro amico peloso, non accontentatevi solo perché il suo studio è quello più vicino a casa.

Scegliete un medico in modo scrupoloso, così come ne scegliereste uno per voi o per i vostri cari. E se la prima visita non vi soddisfa, non gettate la spugna: cercate un’alternativa.

Una volta trovata la persona giusta, tenete presente che durante la prima visita il veterinario realizzerà un check-up completo all’animale:

  • verificherà la temperatura corporea del vostro amico;
  • controllerà la frequenza cardiaca e quella respiratoria;
  • infine, palperà anche le ghiandole.

Il vostro veterinario controllerà anche l’addome, la vescica e l’intestino e verificherà anche che non ci siano delle anomalie motorie.

Se dovesse ritenerlo opportuno, farà fare al vostro animale degli esami complementari, come ad esempio radiografie, esami delle urine e delle feci o esami del sangue.

Oltre a ciò, il vostro veterinario farà quanto segue:

  • vi chiederà tutti i dati e i particolari che potete fornirgli riguardo al vostro amico a quattro zampe;
  • creerà una cartella con tutte le informazioni inerenti all’animale;
  • vi informerà riguardo al calendario delle vaccinazioni;
  • vi spiegherà in che modo potete tenere sotto controllo i parassiti interni e esterni;
  • vi indicherà in che modo fornire un’alimentazione corretta al vostro amico peloso;
  • a seconda delle caratteristiche del vostro animale e del luogo in cui vivete, vi mostrerà come prendervi cura di lui nel miglior modo possibile;
  • con molta probabilità, gli applicherà sottopelle il microchip di identificazione.

Per quanto vi riguarda, fategli tutte le domande che vi vengono in mente, per poter accudire il vostro nuovo amico liberi da ogni dubbio.

La prima visita dal veterinario del vostro animale: consigli

veterinario-cane 2

Ora vi vogliamo dare qualche consiglio utile da mettere in pratica prima della prima visita dal veterinario.

  • Ricordate di presentarvi nello studio de veterinario sempre muniti di guinzaglio. E se l’animale in questione ha alle spalle episodi di aggressione ad altri animali, sarà bene mettergli anche una museruola.
  • Se si tratta di un gatto o di un altro animale di taglia piccola, quella del trasportino è quasi una scelta d’obbligo: ridurrete così l’ansia del vostro piccolo amico, dovuta al fatto di trovarsi in un ambiente nuovo e attorniato da animali sconosciuti, e allo stesso tempo eviterete che possa scappare. A questo riguardo, fate uscire il vostro amico dal trasportino solo quando sarete entrati nello studio dove il veterinario visita e avrete chiuso la porta: vi risparmierete un folle inseguimento per l’ambulatorio.
  • Cercate di fare in modo che la prima visita di controllo non coincida con una vaccinazione: in questo modo il vostro amico non assocerà l’ambulatorio con l’idea di dolore. In fin dei conti si tratta di instaurare un rapporto di reciproca fiducia tra medico e paziente, che si consoliderà nel tempo.
  • Sarà molto utile fare una lista con tutte le domande che volete fare al veterinario, così non vi dimenticherete di nulla.

Gli animali ci offrono il loro amore incondizionatamente e costantemente, rendendo la nostra vita più felice e sopportabile. Il nostro modo per contraccambiare questo affetto è essere dei buoni padroni e comportarsi in maniera responsabile, occupandoci del loro benessere sotto tutti i punti di vista.

Ricordate quindi che, dopo questa prima visita di controllo, dovrete portarlo dal veterinario per delle visite di routine e ricorrere al suo aiuto ogni volta che il vostro amico presenta dei sintomi strani.

Questo sarà un buon modo di dimostrargli tutto il bene che gli volete: di certo il vostro amico peloso ve ne sarà grato.