L'alimentazione delle tartarughe acquatiche

L'illuminazione dell'acquario è un fattore importante per l'alimentazione delle tartarughe acquatiche, poiché questo favorisce l'appetito e la digestione del cibo.
L'alimentazione delle tartarughe acquatiche

Ultimo aggiornamento: 27 luglio, 2022

Le tartarughe sono caratterizzate dall’avere un guscio duro che le protegge dai predatori. Inoltre, sono organismi che hanno colonizzato acqua e terra, quindi godono di un buon successo nella conquista di nuovi habitat. Grazie al loro aspetto carismatico e peculiare, le tartarughe acquatiche vengono adottate come animali domestici, ed è molto comune interrogarsi sulla loro alimentazione e cura.

Tenete presente che questi rettili hanno una longevità abbastanza lunga, quindi se decidete di acquisirne uno come animale domestico dovrete impegnarvi a lungo termine. Nel caso abbiate accettato e desiderate saperne di più sulla loro cura, continuate a leggere questo articolo per scoprire tutto sull’alimentazione delle tartarughe acquatiche.

Quali sono le esigenze delle tartarughe acquatiche?

Le tartarughe acquatiche non trascorrono l’intera vita in acqua, ma sfruttano anche l’ambiente terrestre per prendere il sole. Per questo motivo, devono avere un acquario profondo che abbia accesso a una zona soleggiata. Questo è importante perché, come altri rettili, dipendono dalla luce UVB per produrre vitamina D e metabolizzare il calcio.

Oltre a quanto sopra, ricordate che questi animali sono ectotermici, il che significa che il loro ambiente deve avere una fonte di calore per tenerli al caldo. Pertanto, la temperatura dell’acqua non deve scendere sotto i 20 gradi Celsius o potrebbero iniziare ad avere problemi. A seconda della vostra zona di residenza, dovrete aggiungere (o togliere) un riscaldatore per soddisfare le esigenze del vostro animale domestico.

Infine, tenete presente che la qualità dell’acqua è uno dei fattori più rilevanti per gli animali acquatici. Questo perché lo sporco potrebbe causare loro problemi di salute. Di conseguenza, non dovrebbe mancare un buon filtro per mantenere l’acquario pulito più a lungo. Inoltre, questo aiuta anche quando si nutrono le tartarughe, poiché il cibo inquina ulteriormente il loro habitat.

Il comportamento delle tartarughe d'acqua dolce è molto sorprendente.

Cosa mangiano le tartarughe acquatiche?

Le tartarughe acquatiche sono rettili con una dieta onnivora e riportano una dieta molto varia. Tuttavia, il tipo di cibo cambia in base all’età, quindi in alcuni casi devono essere nutrite con determinati alimenti per supportare il loro sviluppo. In generale, la nutrizione raccomandata di questi organismi in base alla loro fase di vita è la seguente:

  • Tartarughe giovani: dovrebbero essere fornite di alimenti ricchi di proteine (carnivori) come lumache, vermi, grilli, vermi della farina, vermi della cera, pesci e crostacei. Alcuni tutori scelgono anche di dar loro da mangiare altri tipi di cibo come manzo cotto o pollo, il che non è male, ma così facendo l’habitat tende a sporcarsi più velocemente.
  • Tartarughe adulte: possono essere nutrite come le giovani tartarughe, ma aggiungendo erbe e piante che ne completano la nutrizione. In questo caso la dieta deve essere mantenuta con un minimo del 50% di alimenti di origine vegetale e un massimo del 25% di proteine.

Mangime

Il mangime è una buona opzione da integrare alla dieta delle tartarughe acquatiche. Tuttavia, l’alimentazione dell’animale non dovrebbe basarsi solo su questo tipo di cibo, poiché i rettili hanno bisogno di una dieta variata per mantenersi in salute. L’opzione migliore è usare il mangime come una scelta in più, ma mescolando cibo vivo e piante per bilanciare i suoi nutrienti.

Insetti

Le tartarughe mangiano insetti nel loro ambiente naturale e questi sono usati come componente regolare della loro dieta. Infatti è facile trovare questo tipo di cibo vivo nei negozi specializzati per animali domestici o rettili. Tra gli artropodi più comuni ci sono i grilli, i vermi e le larve di alcuni coleotteri. Ricordate che le proteine non devono superare il 25% del cibo totale.

Pesce vivo

I pesci fanno parte della dieta naturale di questi rettili, quindi in alcune occasioni possono essere nutriti con questi organismi. Per questo, di solito vengono offerti alcuni esemplari vivi, come gli argini (Chirostoma). Oltre a gustarsi un buon pasto, le tartarughe si esercitano mentre le inseguono nel loro habitat.

Alcuni tutori scelgono di offrire pesci morti alle loro tartarughe. Tuttavia, questo spesso porta a un problema con l’igiene del rettile. Inoltre, ricordate che in questi casi il cibo non dovrebbe avere alcun tipo di additivo o conservante, in quanto sono composti dannosi.

Carne cruda

La carne cruda può essere un’opzione in più se volete variare la dieta della vostra tartaruga. Nonostante ciò, c’è uno svantaggio in termini di pulizia dell’habitat quando viene fornito questo tipo di cibo. Questo perché sporca più velocemente l’acqua e la fa cambiare più frequentemente. Per questo motivo, anche se sembra una buona idea, è meglio lasciarla come ultima prenotazione.

Verdure

Le piante sono una componente fondamentale della dieta di questi rettili, poiché forniscono loro varie vitamine e minerali necessari per la loro salute. Per questo motivo, il cibo a base vegetale dovrebbe costituire il 50% della loro dieta per avere abbastanza nutrienti. Alcuni degli ortaggi e delle piante più utilizzati nell’alimentazione delle tartarughe sono i seguenti:

  • Rape.
  • Fagioli verdi.
  • Carote.
  • Banane.
  • Meloni.
  • Frutta fresca.
  • Tarassaco (Taraxacum officinale).
  • Lattuga romana.
  • Cavolo.
  • Foglie di senape.
  • Piante acquatiche (come Elodea e la ninfea).

Complementi alimentari

Sebbene la dieta dovrebbe essere sufficiente per fornire tutti i nutrienti alla tartaruga, potrebbe richiedere integratori di calcio e vitamine. Questi composti non sono necessari in tutti i casi e devono essere somministrati solo su prescrizione di un veterinario. Tenete presente che l’eccesso di questi componenti nell’alimentazione dei rettili può anche influire sulla loro salute.

Ogni quanto dare da mangiare alle tartarughe acquatiche

Le giovani tartarughe acquatiche dovrebbero essere nutrite quotidianamente con cibo ad alto contenuto proteico. Dal canto loro, gli esemplari adulti possono essere nutriti dalle 3 alle 4 volte alla settimana, con una proporzione del 25% di proteine e del 50% di verdure.

La migliore raccomandazione è che le tartarughe vengano alimentate nello stesso acquario senza cambiare posizione, poiché la manipolazione provoca loro uno stress che può essere dannoso.

Uno dei rettili che non dovresti avere se sei la prima volta.

La maggior parte dei rettili sono solitari e indipendenti e richiedono poche cure, poiché non amano la manipolazione. Cercate di rispettare il loro spazio, poiché lo stress può causare seri problemi di salute. Ogni animale ha esigenze specifiche: assicuratevi di soddisfarle prima di adottarli.

Potrebbe interessarti ...
Consigli per chi vuole una tartaruga come animale domestico
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Consigli per chi vuole una tartaruga come animale domestico

Una tartaruga come animale domestico può essere una buona opzione, sempre se è permessa nella città o nel paese in cui viviamo.



  • Wilke, H. (2010). Las tortugas. Editorial HISPANO EUROPEA.
  • Castañeda Ortega, J. (2015). Tortugas acuáticas las mascotas del inframundo. Divulgación Acuícola, 14- 20.
  • Wappel, S. M., & Schulte, M. S. (2004). Turtle care and husbandry. Veterinary Clinics: Exotic Animal Practice, 7(2), 447-472.
  • Hamilton, L. (2015). Turtle. Weigl Publishers.
  • Papeschi, C., & Sartini, L. (2013). Domestic turtles. Second part. Summa, Animali da Compagnia, 30(2), 39-51.