Le fasi del sonno dei gatti: curiosità su sonno e sogni dei mici

17 Luglio 2019
Tutti sappiamo che i gatti amano dormire, ma sapevate che il loro sonno, proprio come il nostro, ha fasi diverse ed è pieno di sogni?

Ormai non si stupisce più nessuno di fronte alla fama di pigroni di cui godono i nostri amici gatti. Di fatto, questi animali amano i pisolini e possono dormire tra le 14 e le 20 ore al giorno. Ma non dormono soltanto per piacere, bensì perché il loro organismo richiede molte ore di sonno per preservarsi in salute. Appurato il fatto che i gatti traggono un reale beneficio da questi momenti di relax, sono molti i dubbi dei padroni rispetto alle fasi del sonno del gatto.

I gatti sognano? Come funziona il loro sonno? Raggiungono una fase di sonno profonda come noi umani?

In quest’articolo parleremo delle fasi del sonno dei gatti per aiutarvi a rispondere ad alcune di queste domande e a conoscere meglio il vostro felino.

Quali sono le fasi del sonno dei gatti?

Proprio come per gli esseri umani, il sonno dei gatti è diviso in fasi, tra le quali due sono le principali: la REM e la non REM. Esistono poi tutta una serie di variazioni all’interno di ciascuna tappa.

La fase REM è caratterizzata da un intenso movimento degli occhi, il che simboleggia uno stadio del sonno più leggero. Nella fase non REM, l’organismo entra in uno stadio di sonno profondo, con la drastica riduzione delle attività neuronali e sensoriali.

Un gatto può passare fino al 75% della sua vita dormendo, e all’incirca il 60% del suo sonno si riassume nella fase REM. Il restante 40% corrisponde al così detto “sonno profondo” (non REM), durante i quali il gatto dorme profondamente.

fasi del sonno dei gatti

Ad ogni modo, queste percentuali possono arrivare a variare significativamente secondo l’organismo, l’età, la routine e l’ambiente di ciascun gatto. Quelli più anziani, per esempio, passano meno tempo nella fase di sonno profondo, la quale può arrivare a rappresentare soltanto il 25% del loro sonno giornaliero.

Le fasi REM e non REM nei gatti

La fase REM implica un’importante riduzione dell’attività fisica del gatto. Quando vi entra, il cervello “ordina” ai muscoli principali che determinano il movimento delle zampe di riposare.

Tuttavia, non sempre l’ordine resta attivo per tutta la durata del sonno. Per questo, i felini possono arrivare a muoversi, dare “zampate” in aria e girarsi mentre dormono, a prescindere che sia giorno o notte.

Nella fase REM l’attività neuronale non è ancora del tutto assopita, pertanto il gatto rimane allerta rispetto a quanto accade nell’ambiente circostante. Se percepisce uno stimolo strano o brusco, l’animale può reagire rapidamente per difendersi.

In media, gli esseri umani impiegano circa 90 minuti per entrare in uno stadio di sonno profondo. I gatti sono invece capaci di accedere alla fase non REM in soli 25 o 30 minuti. Inoltre, sono in grado di passare da una fase del sonno all’altra più facilmente rispetto all’uomo.

Quando un gatto entra nella fase non REM, i suoi movimenti sono molto radi, trattandosi di una fase di sonno profondo. Poiché il suo organismo è molto vulnerabile in questo stadio, il felino cercherà un luogo riparato per addormentarsi e stare al sicuro.

gatto addormentato che sogna

I gatti sognano?

Molti padroni si domandano se il loro gatto sia capace di sognare, specialmente quando lo vedono fare dei movimenti o emettere suoni mentre dorme.

La risposta è sì, i gatti sognano, e a quanto pare la loro attività neuronale onirica è piuttosto simile a quella di noi umani.

La maggior parte dei sogni avvengono nella fase REM, durante la quale l’attività dei neuroni è più intensa. Ad ogni modo, i gatti possono sognare anche mentre dormono profondamente, al contrario di quanto si credeva fino a pochi anni fa.

Quando attraversano la fase di sonno leggero, i sogni dei gatti sono semplici ricordi della giornata, una sorta di raccolta di immagini giornaliere. Per questo, possono mostrare reazioni simili a quelle che hanno quando sono svegli e provano determinati stimoli.

Quando entrano nella fase di sonno profondo, le esperienze oniriche diventano più complesse e meno obiettive e realiste. Ciò accade perché il loro organismo richiede la riduzione drastica dell’attività neuronale per recuperare energia, stabilizzare il metabolismo e recuperare il sistema immunitario.

Siamo ancora ben lontani dal sapere con esattezza cosa sognano i gatti nella fase non REM. Ad oggi, non è possibile precisare cosa sognino mentre dormono profondamente, ma si stima che i loro sogni siano più lunghi e riguardino esperienze vissute settimane, mesi o persino anni prima.

  • sfspca.org. Gatos, comportamiento nocturno. Extraído de: https://www.sfspca.org/sites/default/files/documents/sp-cat-nocturnal-behavior.pdf
  • Avepa.org. Preguntas y respuestas relativas a los gatos. Extraído de: https://www.avepa.org/pdf/ASOCIACIONES%20INTERNACIONALES/Preguntas%20y%20Respuestas%20relativas%20a%20los%20gatos.pdf