Le ghiandole anali del vostro cane

· 18 aprile 2018
Sono due piccole ghiandole poste accanto all’ano dei cani che rilasciano una sostanza oleosa dall’odore molto forte e sgradevole; servono ai cani per individuarsi e per sapere se l’esemplare che hanno di fronte è spaventato o vuole giocare

Le ghiandole anali sono una zona fondamentale nel corpo di un cane in quanto la loro funzione è molto importante, come vedremo tra poco. Sebbene spesso ci dimentichiamo di prendercene cura, si tratta di una zona delicata da non trascurare.

Cosa sono e dove si trovano le ghiandole anali?

Le ghiandole anali nei cani sono due piccole sacche situate nella regione anale dell’animale. La loro funzione è quella di rilasciare una sostanza oleosa dall’odore molto simile a quello delle feci del cane. Si svuotano quando l’animale defeca e devono sempre essere vuote.

Svolgono un importante ruolo di comunicazione sensoriale e corporale tramite cui i cani si scambiano informazioni tra loro. Per esempio, l’odore che emanano può indicare se l’animale è spaventato, se ha voglia di giocare o se è in fase di accoppiamento.

Talvolta può succedere che le ghiandole si riempiano di questa sostanza e che il cane, per un qualche problema digestivo, per quanto piccolo che sia, non riesca ad eliminarla. Ebbene, ciò darà luogo a dolori nella zona dell’addome del cane, che potrebbe ammalarsi di febbre, smettere di mangiare o perdere interesse per qualsiasi cosa.

cane dal veterinario

Come vedete, sebbene siano molto piccole, le ghiandole anali del cane possono dar luogo a gravi problemi. Per questo, è importante conoscerle e sapere come prendersene cura.

Da cosa possono derivare i problemi

Quando le ghiandole anali del cane sono piene, è perché l’animale ha perso la capacità naturale per svuotarle. In questi casi comincerete a notare l’animale strofinare il sedere per terra, nel tentativo di alleviare il dolore facendo pressione sulla zona.

Il vostro animale potrebbe anche iniziare a leccarsi in maniera ripetitiva e intensa l’ano o a inseguirsi la coda ossessivamente. L’unica motivazione di tutti questi comportamenti è alleviare il dolore e tentare che le ghiandole si svuotino in modo naturale.

Questo tipo di problemi alle ghiandole anali del cane può essere dovuto ad una cattiva alimentazione o ad una dieta non equilibrata. Tenete sempre d’occhio quello che date da mangiare al vostro cane, potrebbe esserci infatti qualcosa che il suo organismo non è in grado di assimilare.

cane addormentato

Come risolvere i problemi legati alle ghiandole anali del vostro cane?

Quando il vostro cane presenta un accumulo di liquido nelle ghiandole anali, bisogna procedere svuotandole. Farlo non è per nulla piacevole, ma se non volete portarlo dal veterinario e ve la sentite, potrete agire direttamente da casa. Ecco alcuni consigli:

  • Chiedete consiglio su come procedere ad un esperto. Domandate al vostro veterinario come si svuotano le ghiandole e non fatelo finché non avete compreso bene tutti i passaggi da seguire.
  • Entrambi dovrete essere tranquilli. Sia voi che il vostro cane dovrete essere rilassati e trovarvi in un ambiente tranquillo e non frenetico. È assolutamente fondamentale dato quello che vi accingete a fare.
  • Individuate le ghiandole. La prima cosa è cercare di individuare le ghiandole anali del vostro cane. Fatelo con calma, senza fretta e senza movimenti bruschi. Parlate all’animale mentre lo fate e accarezzatelo, così che non si senta intimidito.
  • Una volta che le avrete individuate e appurato che siano piene, indossate dei guanti e preparatevi a schiacciare entrambi i lati della ghiandola, come se si trattasse di un punto nero. Non dimenticate di riporre sotto all’animale un panno o uno straccio per non macchiare la superifice con il liquido.
  • Accarezzate il vostro amico. Se vi è sembrata una cosa sgradevole da fare per voi, immaginate quanto poco possa essere piaciuta al vostro cane. Per questo, si merita un premio. Questo è fondamentale.

Ricordate sempre che il vostro cane è un essere vivo e dipendente: dipende da voi. Per questo, qualsiasi suo problema è un vostro problema, ed è vostra responsabilità cercare di risolverlo.