Odori che i cani detestano

· 24 dicembre 2015

Da sempre l’uomo si è avvalso delle eccezionali capacità olfattive dei cani per svolgere numerose attività, come per esempio la caccia, la ricerca, ecc. I cani, si sa, sono molto più sensibili agli odori, basti pensare che la loro capacità di distinguere gli odori è circa mille volte superiore rispetto a quella di un essere umano. In questo articolo vogliamo parlarvi di come conoscere l’eccezionale olfatto dei cani può esserci d’aiuto per tenere i nostri amati animali da compagnia alla larga da certi spazi o per evitare che salgano sui mobili o sui divani. Parleremo degli odori che i cani detestano e che possono essere usati come repellenti per modificare certe condotte del nostro animale da compagnia.

Odori che i cani detestano

Agrumi

Le persone di solito amano l’odore degli agrumi, perché questi ci fanno pensare a qualcosa di fresco e di frizzante. Tuttavia, la maggior parte dei cani detestano l’odore agrumato, soprattutto se concentrato. L’odore dei limoni o delle arance è un vero e proprio repellente.

Potete spruzzare l’essenza di questi frutti sui mobili o sui divani: pur essendo per il cane un odore fastidioso, è assolutamente innocuo per la sua salute. Potete ricavare un po’ di succo di limone e miscelarlo con dell’acqua. Otterrete uno spray con cui spruzzare gli oggetti dai quali volete che il cane si mantenga alla larga. Potete anche riporre delle bucce d’arancia o di limone nei cassetti per evitare che il cani li graffi.

Anche se gli agrumi sono innocui per l’animale, è bene ricordare che il succo può macchiare i tessuti e rovinare le piante.

Si tratta di un repellente provvisorio. Dovete sapere che il gusto e l’olfatto si “educano” e se abituate il vostro cane a fiutare o a mangiare gli agrumi, è molto probabile che ci si abitui.

olfatto-cane

Peperoncino

La capsaicina è il principio attivo del peperoncino. Questo composto chimico ha proprietà irritanti sulle mucose e per questa ragione il cane non si avvicinerà agli oggetti che hanno l’odore di peperoncino. Il peperoncino in polvere può essere usato per evitare che il cane entri in certi spazi. Mettete la polvere nei punti inaccessibili per l’animale per evitare che la sostanza entri in contatto con il naso, con la bocca o con gli occhi.

Non dimenticate di lavarvi le mani con cura dopo aver toccato il peperoncino.

Per concludere, ricordate di non spruzzare mai il peperoncino direttamente sull’animale, per evitare di procuragli inutili irritazioni.

Aceto

I cani detestano l’odore dell’aceto. Potete usare dei recipienti in cui avrete versato un po’ di aceto e collocarli in punti strategici. Vi raccomandiamo di usare questo repellente naturale negli spazi aperti, soprattutto per proteggere le piante: i cani e i gatti si manterranno alla larga.

Alcol

La maggior parte dei cani detesta l’odore dell’alcol, probabilmente perché è troppo pungete e troppo forte per il loro finissimo olfatto.

Si sconsiglia di usare l’alcol direttamente sulle superfici (e ovviamente sull’animale). Potete usare dei batuffoli di ovatta imbevuti e metterli nei posti che volete proteggere, ovviamente lontano dalla portata dei bambini.

pipì-golden-retriever

Ammoniaca

Per quanto riguarda l’uso dell’ammoniaca, ci sono pareri discordanti: alcuni pensano che funzioni come repellente, altri, invece, sostengono che l’odore dell’ammoniaca spinge i cani a marcare le zone in cui è stata usata.

La seconda opinione è abbastanza verosimile. Pensate che l’urina contiene ammoniaca, per questa ragione il cane sarà attirato a marcare il suo territorio. Comunque, si sconsiglia l’uso e l’applicazione di questa soluzione, giacché si tratta di un prodotto estremamente tossico.