Panda minore: un orso che sembra un procione

· 25 giugno 2018

Come il più famoso panda gigante, anche il panda minore è un mammifero tipico del Sud-est asiatico. È un animale più che curioso, non solo per il suo colore, ma anche per la sua lunga coda e il suo viso tenero. In questo articolo vi aiuteremo a conoscere meglio questo dolcissimo essere vivente, svelandovi tutto ciò che c’è da sapere su di lui.

Caratteristiche e habitat del panda minore

Questo mammifero di piccole dimensioni misura al massimo di 60 centimetri e pesa sei chili se è maschio, quattro chili se è femmina. Il suo mantello è di colore marrone e rossastro, lungo e più scuro nella parte inferiore. Il viso mostra una tonalità più chiara  simile a quello di un procione. Le orecchie sono rotonde, dritte e di grandezza media. I suoi occhi sono scuri e il suo naso è nero.

Il panda minore è caratterizzato da una lunga coda ad anelli rossi, che gli consente di bilanciarsi sugli alberi e allo stesso tempo di coprirsi quando dorme, come potete vedere nella foto in basso. Inoltre, le sue zampe sono corte e nere, con artigli retrattili e coperte di pelo per proteggersi dal freddo.

Panda minore mentre dorme raggomitolato

Originario del Sud-Est asiatico, il panda minore è presente nell’Himalaya, nel Bhutan, nel sud del Tibet, in India e in Cina. Ciò significa che preferisce i climi con temperature moderate, ecosistemi montani o forestali, dove può facilmente trovare rifugio nelle cavità degli alberi.

Ci sono due sottospecie di panda minore: la varietà occidentale e quella orientale. Nel primo caso, il muso ha una colorazione più chiara, mentre il cugino dell’est ha tratti somatici più marcati.

Abitudini, comportamento e riproduzione del panda minore

Questo animale è particolarmente attivo dal tramonto all’alba. Il resto del giorno riposa nei rami o nelle cavità degli alberi. Sono molto sensibili al calore – a causa della folta pelliccia – e risparmiano energie nelle ore più calde del giorno. Si rifugiano all’ombra, per riposare, quando le temperature sono alte. Non fanno altro che dormire e mangiare, dal momento che la loro dieta è a basso contenuto calorico.

Il panda minore è molto abile, acrobatico e agile e può passare da un ramo all’altro senza problemi. Ha abitudini solitarie e forma solo gruppi o coppie nella stagione degli amori. Il resto del tempo è abbastanza tranquillo e si mette a cercare cibo quando il sole tramonta.

I suoi predatori sono la pantera delle nevi e il visone. Quando si sente minacciato da questi (o dall’uomo), corre il più velocemente possibile e sale sulla cima di un albero. Se ciò non è possibile, un’altra tecnica di difesa consiste nel rimanere in piedi sulle zampe posteriori, estrarre i suoi artigli affilati e cercare di “affrontare” il pericolo. Questo comportamento è molto raro, dal momento che sono animali molto pacifici e amichevoli.

Una cosa molto curiosa di questo mammifero è che prima di iniziare la sua routine quotidiana, ama lavarsi l’addome e le zampe anteriori. Poi si massaggia la schiena con un ramo o un tronco. Ora è pronto per uscire a cercare cibo!

Panda minore mangia del bambù

La sua dieta è costituita da bambù – come il suo “cugino” panda gigante – in misura maggiore, ma mangia anche licheni, radici, funghi, frutti e bacche. Può integrare la sua alimentazione con uova, insetti e piccoli roditori.

In termini di riproduzione, il panda minore è poligamo: si accoppia con più di un partner in ogni stagione riproduttiva, sempre tra metà gennaio e l’inizio di marzo. I cuccioli nascono tra giugno e luglio, la femmina costruisce una tana con foglie e piante prima di dare alla luce fino a quattro piccoli alla volta, che nascono completamente ciechi.